Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

L'isola dei cacciatori di uccelli

By Peter May

(243)

| Paperback | 9788806204907

Like L'isola dei cacciatori di uccelli ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

L'ispettore Fin Macleod ha appena perso un figlio e il suo matrimonio sta andando letteralmente alla deriva. Quando, per indagare su un omicidio, viene spedito sulla sua isola natia, poco più di uno scoglio al largo delle coste scozzesi, Macleod è co Continue

L'ispettore Fin Macleod ha appena perso un figlio e il suo matrimonio sta andando letteralmente alla deriva. Quando, per indagare su un omicidio, viene spedito sulla sua isola natia, poco più di uno scoglio al largo delle coste scozzesi, Macleod è costretto ad accettare. Il caso è la sua ultima chance per rimettersi in gioco e uscire dal totale isolamento in cui si è autorelegato. Anche se questo significa riprecipitare nel proprio passato, negli echi di una violenza aspra e senza redenzione che ogni anno trova sfogo nel massacro sistematico delle sule, uccelli che sull'isola vengono a nidificare. E a morire.

73 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Giallo che mi ha colpito molto per l'accuratezza dei fatti narrati, la bellezza delle descrizioni dei luoghi e le complesse caratterizzazioni dei personaggi. Voglio fare un viaggio sull'isola di Lewis :)

    Is this helpful?

    Simone C said on Aug 18, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Bello bello.. Un giallo dove le isole Ebridi sono protagoniste tanto quanto gli uomini
    Una storia sorprendente ...
    Davvero da leggere

    Is this helpful?

    Graziavis GAP said on Aug 16, 2014 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un inutile giallo con una ambientazione incredibile. Così ben scritto che senti il vento, vedi la miseria, condividi la claustrofobia della vita su quell'isola scozzese.

    Is this helpful?

    RobbieB said on Aug 13, 2014 | 1 feedback

  • 6 people find this helpful

    Un bel romanzo. Ero incerto se meritasse le 5 stelle. Ma solo perché è pieno di storie, sentimenti, crudeltà, rimpianti, delitti, colpi di scena, amore, morte, abusi, perdite, scheletri nell'armadio e tanto, tanto vento e poi freddo, pioggia, tradime ...(continue)

    Un bel romanzo. Ero incerto se meritasse le 5 stelle. Ma solo perché è pieno di storie, sentimenti, crudeltà, rimpianti, delitti, colpi di scena, amore, morte, abusi, perdite, scheletri nell'armadio e tanto, tanto vento e poi freddo, pioggia, tradimenti, violenze, tenerezza, natura incontaminata, ossessioni religiose, sesso, droga e rock'n roll... Troppo forse, ma avercene di libri così....
    http://youtu.be/mVSN9DMvl6I

    Is this helpful?

    Mr.Gray-Bear said on Aug 5, 2014 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    Bel giallo, avvincente e non troppo scontato. Forse fatica un po' a partire, ma si è poi ricompensati dopo la metà.

    Is this helpful?

    LaPeppina said on Jul 30, 2014 | Add your feedback

  • 35 people find this helpful

    Ci sono tre cose che ti arrivano senza chiederle: la paura, l’amore e la gelosia

    e paura, amore, gelosia sono sentimenti sparsi a piene mani, in questo bel thriller ambientato su una piccola inospitale isola al largo delle coste scozzesi. Fra le pagine, insieme al profumo del vento che spazza costantemente la sua superficie, si r ...(continue)

    e paura, amore, gelosia sono sentimenti sparsi a piene mani, in questo bel thriller ambientato su una piccola inospitale isola al largo delle coste scozzesi. Fra le pagine, insieme al profumo del vento che spazza costantemente la sua superficie, si respirano aria di violenza e di sopraffazione su uomini, bambini, animali indifesi.

    In queste atmosfere cupe e fredde trovano spazio le intransigenti usanze religiose che vietano di fare qualunque cosa nel giorno consacrato al Signore; non si può lavorare, neanche cucinare, e nei parchi vengono messi i lucchetti alle altalene perché ai bambini non è concesso giocare. Si può solo pregare.
    Ed entrare di soppiatto nei pub dalla porta posteriore, appena
    il cielo si fa buio. O picchiare mogli e figli, che tanto non ti vede nessuno, son tutti chiusi in casa a pregare o nascosti al pub.

    La cosa curiosa è che ho trovato identiche usanze religiose anche in alcuni cupi e freddi paesini della costa olandese, tipo Volendan, di cui ho parlato già in un’altra recensione. Anche li la domenica non si può fare nulla, solo andare in chiesa ogni tre ore per ascoltare i sermoni del pastore protestante e pentirsi dei peccati commessi nell’intervallo.
    Forse nell’antichità un gruppo di estremisti religiosi olandesi ha cercato riparo sull’isola di Lewis che sta proprio di fronte, anche se a quasi duemila chilometri di distanza, ed ha portato come bagaglio le proprie severe discipline.
    O forse quel genere di chiese protestanti sono delle gran stracciacazzi ovunque.

    Comunque sia è un gran bel libro pieno di tensione, leggetelo.

    ✰✰✰✰ e 1/2, che vanno in altalena di domenica

    Is this helpful?

    ✿ Erika said on Jul 3, 2014 | 13 feedbacks

Book Details

Improve_data of this book

Margin notes of this book