Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

L'isola del giorno prima

By Umberto Eco

(1112)

| Hardcover | 9788845246449

Like L'isola del giorno prima ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Nell'estate del 1643 un giovane piemontese naufraga, nei mari del sud, su di una nave deserta. Di fronte a lui un'Isola che non può raggiungere. Intorno a lui un ambiente apparentemente accogliente. Solo, su un mare sconosciuto, Roberto de la Grive v Continue

Nell'estate del 1643 un giovane piemontese naufraga, nei mari del sud, su di una nave deserta. Di fronte a lui un'Isola che non può raggiungere. Intorno a lui un ambiente apparentemente accogliente. Solo, su un mare sconosciuto, Roberto de la Grive vede per la prima volta in vita sua cieli, acque, uccelli, piante, pesci e coralli che non sa come nominare. Scrive lettere d'amore, attraverso le quali si indovina la sua storia: una lenta e traumatica iniziazione al mondo secentesco della nuova scienza, della ragion di stato, di un cosmo in cui la terra non è più al centro dell'universo. Roberto vive la sua vicenda tutta giocata sulla memoria e sull'attesa di approdare a un'Isola che non è lontana solo nello spazio, ma anche nel tempo.

243 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Eco: colto, ammaliante, a volte palloso. Ma ne vale sempre la pena.

    Is this helpful?

    Wu Shih said on Jul 19, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Buon inizio.
    Poi tergiversa: forse riproduce lo stile 600esco, chissà…

    Is this helpful?

    fortebraccio said on Jun 26, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    "Himmelpotzblitzsherrgottsakrament!"

    Che vale ogni singola goccia di sangue sputata per arrivare sino alla fine.

    Is this helpful?

    Valzer said on May 21, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Non è raro che i commenti ai libri di Umberto Eco esordiscano (o si concludano) con la seguente affermazione: "Eco non è per tutti".
    Ma è riduttivo! Io credo si debba essere ben più audaci! E dico:
    Anche per coloro i quali "Eco è", non sempre "è ...(continue)

    Non è raro che i commenti ai libri di Umberto Eco esordiscano (o si concludano) con la seguente affermazione: "Eco non è per tutti".
    Ma è riduttivo! Io credo si debba essere ben più audaci! E dico:
    Anche per coloro i quali "Eco è", non sempre "è". Non voglio dire che Eco non sia, o che non debba essere... ed evito di impelagarmi in condizionanti condizionali e congiuntivi da congiungere...
    ...ma ecco...scrivo questo perché, ormai dimentico dell'anno in cui acquistai il tomo, ne ho iniziato la lettura non so quante volte (ormai sono dimentico anche di questo) abbandonandolo, immancabilmente, dopo poche righe, poche pagine, pochi capitoli.
    Questa volta, però, era giunto il momento del nostro incontro. A volte bisogna aspettare e permettere a se stessi e al libro di maturare, per poter riuscire a trovare l'affinità.
    Avvicinandomici privo di qualunque aspettativa, ma memore di ripetute delusioni, l'Isola del Giorno Prima è stata una piacevole sorpresa.
    Ne ho scoperto e apprezzato tutta la sua articolata particolarità... dice bene chi lo definisce "barocco". Lo è per ambientazione e in buona parte per il lessico e lo stile usati. Lo è per il rifiuto dell'autore di rivelarne la morale o l'insegnamento...etc etc...
    Ma sono solo falsi barocchismi. Poiché, in realtà, Eco affronta una molteplicità di temi: il viaggio, la vita e la morte, l'amore, il romanzo, l'inferno, la metafora, il sogno, la solitudine, la creazione, la redenzione, l'universo... e gli universi. C'è tanto perché esiste tanto.
    E' la creazione stessa ad essere (forse sarebbe più opportuno il verbo "sembrare") barocca: ma nasconde infiniti e profondi significati.

    Is this helpful?

    Giuseppe C. Karamàzov said on Mar 17, 2014 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    Premessa. Io adoro Umberto Eco. Lo stimo enormemente come intellettuale/romanziere/filosofo/filologo/traduttore.
    Penso che con questo libro ha toppato. Capita purtroppo persino ai più grandi di toppare. E' estremamente pesante come lettura. Niente a ...(continue)

    Premessa. Io adoro Umberto Eco. Lo stimo enormemente come intellettuale/romanziere/filosofo/filologo/traduttore.
    Penso che con questo libro ha toppato. Capita purtroppo persino ai più grandi di toppare. E' estremamente pesante come lettura. Niente a che vedere con i 3 suoi che a mio modesto parere sono i migliori.
    Parlo del Nome della Rosa, Il pendolo di Focault e ultimo ma non meno importante il Baudolino.

    Is this helpful?

    LauraDafne90 said on Mar 17, 2014 | 2 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Bello

    Da chiedersi perché dopo il nome della rosa non abbia più frequentato Eco. E perché non l'abbia più fatto dopo questo

    Is this helpful?

    Gigioprimon said on Mar 2, 2014 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (1112)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Hardcover 473 Pages
  • ISBN-10: 8845246442
  • ISBN-13: 9788845246449
  • Publisher: Bompiani
  • Publish date: 2001-01-01
  • Also available as: Mass Market Paperback , Paperback , Others
Improve_data of this book