Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

L'isola di Arturo

By Elsa Morante

(2508)

| Paperback | 9788806138387

Like L'isola di Arturo ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Premio Strega 1957.

423 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    La storia mi è piaciuta, ben raccontata e il personaggio di Arturo è analizzato a fondo, fino nel profondo di ogni suo fanciullesco turbamento. Leggendo però ho provato un profondo fastidio per l'utilizzo di molti tempi verbali e dopo pagine e pagine ...(continue)

    La storia mi è piaciuta, ben raccontata e il personaggio di Arturo è analizzato a fondo, fino nel profondo di ogni suo fanciullesco turbamento. Leggendo però ho provato un profondo fastidio per l'utilizzo di molti tempi verbali e dopo pagine e pagine mi sono chiesta se questo fosse semplicemente un errore (è un libro pubblicato da Einaudi, non posso nemmeno pensare ad un simile orrore), una cosa voluta, visto che a parlare è lo stesso Arturo cresciuto, oppure una caratteristica stilistica della Morante (e spero che non sia così, visto che un uso scorretto della grammatica non rende uno stile bello, anzi)..

    Is this helpful?

    Mona said on Aug 24, 2014 | Add your feedback

  • 4 people find this helpful

    Andante con pausa.

    A distanza quasi di vent'anni, ho voluto riprendere in mano un libro che mi aveva lasciato, in prima lettura, delle sensazioni acerbe.
    Inizio a rileggerlo, e le prime pagine sembrano premiare la mia scelta; e ciò sebbene fin dall'inizio ci si imbatta ...(continue)

    A distanza quasi di vent'anni, ho voluto riprendere in mano un libro che mi aveva lasciato, in prima lettura, delle sensazioni acerbe.
    Inizio a rileggerlo, e le prime pagine sembrano premiare la mia scelta; e ciò sebbene fin dall'inizio ci si imbatta in errori (cosa che non riesco a spiegarmi in una scrittrice inspirata come la Morante) che appaiono essere troppi e troppo gravi per giustificarli con l'assolutoria perifrasi "errori di stampa".
    In un primo momento, mi riesco a immedesimare con Arturo Gerace, padrone dell'Isola e purtuttavia anima sola.
    Salpato, ormai, oltre le promettenti acque della riva, la disillusione: l'annichilente déjà-vu.
    Mi figuro, da qui in avanti, il solito romanzo sdolcinato del figliuol incompreso. Genere, quest'ultimo, ovviamente a me inviso.
    Contrariato ("ho riletto un libro per il quale una prima lettura era più che sufficiente!"), continuo, imperterrito e in ogni caso speranzoso, a leggere.
    Quando la navigazione è ormai in mare aperto, ecco apparire l'amico del padre di Arturo e, d'incanto, i germi di una prolissa noia si mutano in un accattivante inizio della fine.
    La mia adolescenza, per fortuna mai del tutto abbandonatami, l'avverto (ri)prendere il largo da me nel momento stesso in cui Arturo, ormai sul vapore che lo porterà sulle rive di una maturità piena, prega il balio Silvestro di avvisarlo quando finalmente il ventre caldo delle sue estati interminabili sarà inghiottito definitivamente dal mare. Solo in presenza di quell'assenza, infatti, potrà bagnarsi nelle acque di una maturità necessariamente lontana (per sempre?) dall'isola, la sua isola: quella, per l'appunto, di Arturo Gerace.
    "Non si descrivono situazioni ma solo passaggi" (Montaigne)

    Is this helpful?

    Vincenzobenvenuto said on Aug 23, 2014 | 1 feedback

  • 2 people find this helpful

    Goduria letteraria

    È il primo libro che leggo di elsa morante, dovevo leggerlo da tempo sapendo già che mi sarebbe piaciuto e così infatti è stato. È pura letteratura, e te ne accorgi già dalle prime righe. Si vive in ogni pagina le emozioni che prova Arturo, rabbia, s ...(continue)

    È il primo libro che leggo di elsa morante, dovevo leggerlo da tempo sapendo già che mi sarebbe piaciuto e così infatti è stato. È pura letteratura, e te ne accorgi già dalle prime righe. Si vive in ogni pagina le emozioni che prova Arturo, rabbia, spensieratezza, solitudine, euforia. Non è solo la storia di un ragazzo e della sua isola, è pura letteratura che racchiude un sacco di cose, che racchiude la vita. un libro da avere in libreria, per sapere che quando ne hai bisogno, puoi andare a trovare Arturo nella sua isola!

    Is this helpful?

    lore said on Aug 6, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    E’ la cronaca del doloroso mutamento della pelle dall’infanzia all’età adulta intrisa della magia fiabesca della natura, del sole e del mare e della carnalità cruda del sud.
    E’ la rabbia di un animale libero che si ritrova all’improvviso stretto in ...(continue)

    E’ la cronaca del doloroso mutamento della pelle dall’infanzia all’età adulta intrisa della magia fiabesca della natura, del sole e del mare e della carnalità cruda del sud.
    E’ la rabbia di un animale libero che si ritrova all’improvviso stretto in una gabbia senza sbarre ma da cui non può fuggire.
    E’ il simbolo della caduta rovinosa e irrimediabile degli eroi dell’infanzia e del dolore che si prova scoprendo la loro piccolezza di piccoli uomini.
    E’ lo stupendo, assoluto, immenso dolore del primo amore. Un amore che non si proverà mai più, mai più in modo così totale.
    Questo libro è tutto questo e molto, molto di più.
    Perfetto e assoluto.

    Is this helpful?

    Miyu said on Jul 30, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    proposta di riabilitazione per il concetto di struggente

    anni fa (parecchi) su questo libro scrissi la tesi di laurea. credo sinceramente che in tutta la mia carriera scolastica nessun docente abbia meritato il mio ringraziamento come la correlatrice che mi suggerì questo
    romanzo della morante. bello, coin ...(continue)

    anni fa (parecchi) su questo libro scrissi la tesi di laurea. credo sinceramente che in tutta la mia carriera scolastica nessun docente abbia meritato il mio ringraziamento come la correlatrice che mi suggerì questo
    romanzo della morante. bello, coinvolgente fino allo struggimento (si può rivalutare il concetto??), scritto benissimo. pur avendoci passato sopra parecchio per la tesi, negli anni l'ho letto almeno altre due volte... anche se la scoperta iniziale e la voracità delle pagine girate senza riuscire a fermarsi resta un ricordo del primo incontro.
    in compenso, anni dopo la laurea sono andata a procida sulle orme di arturo, e mi sono innamorata anche dell'isola. fuori stagione naturalmente, proprio come questo romanzo che non ha data di scadenza.

    Is this helpful?

    lorinbocol said on Jul 25, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    E' da quando avevo 14 anni che questo libro attendeva pazientemente di essere letto... finalmente mi sono decisa. Mi ha fatta molto riflettere e soprattutto mi sono posta un quesito tanti anni fa in quale chiave di lettura lo avrei interpretato? Cred ...(continue)

    E' da quando avevo 14 anni che questo libro attendeva pazientemente di essere letto... finalmente mi sono decisa. Mi ha fatta molto riflettere e soprattutto mi sono posta un quesito tanti anni fa in quale chiave di lettura lo avrei interpretato? Credo in maniera completamente opposta da quella attuale... il tempo passa e la nostra testa cambia... e con essa le percezioni che in potenza ci possono trasmettere i libri

    Is this helpful?

    francesca c. said on Jul 18, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book