Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

L'italiano

ovvero Il confessionale dei penitenti neri

By Ann Radcliffe

(82)

| Paperback | 9788804605157

Like L'italiano ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Napoli, 1764: Vincenzo di Vivaldi ed Elena di Rosalba, giovani innamorati dall'animo semplice e puro, vedono il loro sogno d'amore contrastato dalla perfida marchesa, la madre di lui, che non ritiene la ragazza all'altezza della sua nobile e ricca fa Continue

Napoli, 1764: Vincenzo di Vivaldi ed Elena di Rosalba, giovani innamorati dall'animo semplice e puro, vedono il loro sogno d'amore contrastato dalla perfida marchesa, la madre di lui, che non ritiene la ragazza all'altezza della sua nobile e ricca famiglia. Ad aiutare la malvagia donna nel tessere la sua trama è il diabolico monaco Schedoni, uno dei personaggi più riusciti della Radcliffe: è lui "l'italiano" che dà il titolo al romanzo, losco figuro dal passato ambiguo, di nobili natali ma caduto in disgrazia dopo essersi macchiato di un'orribile colpa. Discendente del Satana di Milton e fratello dei Masnadieri di Schiller, Schedoni è diventato in breve prototipo di tutti gli antagonisti del romanzo gotico e oltre. Tra atmosfere cupe e spaventose, colpi di scena, misteri inspiegabili, terribili prove cui sono sottoposti i personaggi, si dispiega una trama che a suo tempo conquistò tantissimi lettori in Inghilterra contribuendo al diffondersi della nuova sensibilità romantica.

14 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 2 people find this helpful

    Moooooolto simile ai Promessi Sposi ma, colpo di scena, non è stata Ann a prendere spunto dal Manzoni. L'Italiano è del 1790!
    ahi ahi, Alessandro dietro la lavagna! =)

    Is this helpful?

    Elena Radcliffe91 said on Aug 28, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Mrs. Radcliffe colpisce ancora!

    Che dire? Dopo "I misteri di Udolpho" non vedevo l'ora di rituffarmi nuovamente nelle magiche atmosfere gotiche di Ann Radcliffe. "L'italiano" (ovvero, "il confessionale dei penitenti neri", come aggiunge l'autrice nel titolo completo dell'opera) è u ...(continue)

    Che dire? Dopo "I misteri di Udolpho" non vedevo l'ora di rituffarmi nuovamente nelle magiche atmosfere gotiche di Ann Radcliffe. "L'italiano" (ovvero, "il confessionale dei penitenti neri", come aggiunge l'autrice nel titolo completo dell'opera) è un romanzo decisamente più breve di Udolpho (praticamente è lungo la metà), ma non meno affascinante! Una stellina in meno solamente perché Udolpho mantiene vive quelle atmosfere gotiche tipiche (il castello, i fantasmi, i suoni percepiti, i segreti celati in passaggi segreti) che - per la differente ambientazione - ne "L'italiano" vengono sostituite con elementi meno sublimi...

    Is this helpful?

    Eruner said on Jun 29, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Romanzo bello, traduzione a tratti deludente

    ***Recensione ALLA STORIA***

    Mi è piaciuto sia per la trama sia per le ambientazioni; per me non è un difetto il fatto che l'autrice abbia usato molta fantasia nel descrivere l'Italia, anzi! E' un romanzo, quindi anche se non c'è il realismo va bene ...(continue)

    ***Recensione ALLA STORIA***

    Mi è piaciuto sia per la trama sia per le ambientazioni; per me non è un difetto il fatto che l'autrice abbia usato molta fantasia nel descrivere l'Italia, anzi! E' un romanzo, quindi anche se non c'è il realismo va bene lo stesso, anzi è anche meglio così è più suggestivo, come quei dipinti in cui vengono raffigurate insieme rovine romane inventate o messe fuori posto.
    C'è il gusto romantico di associare paesaggio e sentimento, e c'è un noir-gotico-orrido che lascia comunque qualche brivido, anche se probabilmente è all'acqua di rose rispetto a cosa si scrive e si vede nei libri moderni.

    ***Recensione ALLA TRADUZIONE***

    Nelle note si parla di una traduzione moderna, di un disprezzo per «i baroni della letteratura degli anni '50 che scrivevano in un italiano più antiquato di quello usato da DeAmicis in Cuore»... ma scherziamo o che cosa? Se questo è l'italiano moderno, che Dio ce ne scampi e liberi, ed evviva alle traduzioni antiquate di una volta! Io leggo la versione italiana perché non ho voglia di sbattermi a leggere quella originale, ma a saperlo che la traduzione era così avrei letto l'inglese senza dubbio!
    Possibile che il libro debba essere pieno che versa di frasette di mezza-una riga l'una, con punti di sospensione a ogni passo? A parte che a me viene l'affanno a leggere un libro così, mi chiedo: se l'inglese usa spesso punti e virgola, due punti, verbi al gerundio, etc... che ti costa, traduttore, a far lo stesso in italiano, sforzandoti almeno di rendere le frasi con la loro bella costruzione, invece di spezzarle in questa maniera indegna???

    Esempio: «Il giovane passò tutta la serata a Portici PUNTO All'ora del suo rientro a Napoli il marchese non era ancora tornato e perciò non riuscì a sapere di che cosa volesse parlargli PUNTO Gli arrivò un biglietto da Bonarmo PUNTO Si rifiutava di accompagnarlo alla fortezza e gli consigliava di fare a meno di andare in quel luogo, era troppo pericoloso PUNTO». E avanti così... prego ora considerare l'inglese.
    «He remained at Portici the following evening, and, on his return to Naples, the Marchese being again absent, he continued ignorant of the intended subject of the interview. A note from Bonarmo brought a refusal to accompany him to the fortress, and urged him to forbear so dangerous a visit»

    Io non sto criticando con il fine di dire che farei meglio (perciò non state a commentare cose tipo "se sei tanto intelligente fattelo da sola"; il punto è che io non sono una traduttrice :) Ma visto che c'è gente che fa il traduttore di mestiere, sarebbe bene che lo facesse meglio, e non in questo modo che secondo me è pietoso. E tutte queste frasi così spezzate mi rovinano tutto ciò che invece della traduzione è fatto bene.
    Oh, e un'altra cosa: ho notato qualche congiuntivo latitante e un paio di elementi grammaticali che, se non proprio errati, sono sicuramente stridenti per chi cerca un italiano tradizionale (e in un romanzo così, che non è moderno, mi sarebbe piaciuto in alcuni punti maggior cura per rendere l'atmosfera "antica", senza voler a tutti i costi rendere moderno ciò che non lo è).

    Is this helpful?

    Lucy Pupy (lettrice di libri vintage) said on Jun 29, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    Premettendo che il romanzo gotico negli ultimi tempi forse è il genere che preferisco, mi sono accostato a questo romanzo proprio perchè suggerito da molti come pilastro del "romanzo nero".
    Devo dire che le ambientazioni, i segreti, la storia d'amor ...(continue)

    Premettendo che il romanzo gotico negli ultimi tempi forse è il genere che preferisco, mi sono accostato a questo romanzo proprio perchè suggerito da molti come pilastro del "romanzo nero".
    Devo dire che le ambientazioni, i segreti, la storia d'amore dei protagonisti sono tipici del genere, ma forse in questo caso siamo ancora agli albori. I personaggi son tutti decisamente fuori le righe; chi troppo ligio al dovere, chi troppo meschino, chi troppo stupido, chi decisamente improbabile. La trama anch'essa in alcuni punti è decisamente scialba; non tanto per alcune ambientazioni italiane "tipicamente falsate", ma soprattutto per le varie situazioni simili più al grottesco rispetto al vero Gotico. Dovranno giungere gli anni di Frankestein e di Dracula. Da considerare in maniera positiva sono invece le possibilità date dalla Radcliffe al personaggio femminile che diverrà una vera eroina del tempo, in quanto vengono concesse scelte decisionali fuori del tempo.

    Is this helpful?

    Funflus said on Mar 23, 2012 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (82)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
  • Paperback 545 Pages
  • ISBN-10: 8804605154
  • ISBN-13: 9788804605157
  • Publisher: A. Mondadori (Oscar classici)
  • Publish date: 2011-01-01
Improve_data of this book