Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Lo Hobbit a fumetti

o La riconquista del tesoro

Di

Editore: Bompiani (I libri di Tolkien)

4.1
(441)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 133 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8845290816 | Isbn-13: 9788845290817 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Caterina Ciuferri ; Illustratore o Matitista: David Wenzel ; Adattatore: Charles Dixon , Sean Deming

Disponibile anche come: Tascabile economico

Genere: Comics & Graphic Novels , Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Lo Hobbit a fumetti?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
"Lo Hobbit" narra la storia di Bilbo Baggins uno hobbit tranquillo e contento la cui vita viene totalmente sconvolta nel momento in cui si unisce al mago Gandalf e a tredici nani nel tentativo di riconquista del tesoro rubato a questi ultimi. La loro avventura si rivelerà un viaggio colmo di pericoli; alla fine sarà Bilbo che da solo dovrà affrontare Smaug, il drago più temuto e custode del tesoro rubato. Il testo è accuratamente adattato dal racconto originale e questa edizione è illustrata da David Wenzel.
Ordina per
  • 3

    Non sarà un capolavoro del fumetto, però questa trasposizione grafica de Lo Hobbit è simpatica ed efficace. Forse avrebbe beneficiato di un formato più grande, viste le tavole dense e i testi un po' p ...continua

    Non sarà un capolavoro del fumetto, però questa trasposizione grafica de Lo Hobbit è simpatica ed efficace. Forse avrebbe beneficiato di un formato più grande, viste le tavole dense e i testi un po' prolissi.

    ha scritto il 

  • 5

    Poche pagine ogni sera, insieme. E' così che i miei figli sono entrati nel meraviglioso mondo di Tolkien: rapiti, affascinati, non riuscivano a pensare ad altro, a fantasticare, a immaginare, a ri-rac ...continua

    Poche pagine ogni sera, insieme. E' così che i miei figli sono entrati nel meraviglioso mondo di Tolkien: rapiti, affascinati, non riuscivano a pensare ad altro, a fantasticare, a immaginare, a ri-raccontarselo, a giocarci. Verso sera non vedevano l'ora di tuffarsi nelle pagine del libro insieme a me che glielo leggevo, non c'era nient'altro che preferissero. Potere delle storie. Potere di una storia come questa.

    ha scritto il 

  • 5

    Chi è il più forte tra i mannari e le aquile? Adesso invece un'altra: cosa succede al re dei goblin? Qual è il più alto dei nani? (Intendendo Gandalf) Io sono lui, e poi il goblin cattivo.
    Questo Hob ...continua

    Chi è il più forte tra i mannari e le aquile? Adesso invece un'altra: cosa succede al re dei goblin? Qual è il più alto dei nani? (Intendendo Gandalf) Io sono lui, e poi il goblin cattivo.
    Questo Hobbit ha una forza incredibile: entra sottopelle e contagia come un virus, anche se si hanno solo 3 anni e mezzo.

    ha scritto il 

  • 5

    Non potendo ancora accedere al libro originale tantomeno al film perché avrebbe delle ripercussioni sulla mia fantasia in quanto sono altamente impressionabile, sono partito da questa versione a fumet ...continua

    Non potendo ancora accedere al libro originale tantomeno al film perché avrebbe delle ripercussioni sulla mia fantasia in quanto sono altamente impressionabile, sono partito da questa versione a fumetti e mi ha preso come poche altre cose finora. Quante generazioni ancora riuscirà ad ammaliare questa storia? Io è mio fratello ci giochiamo, la reinterpretiamo, ci facciamo anche delle specie di indovinelli alla Gollum... Certo, è molto complessa ma a poco a poco la stiamo assorbendo e stiamo entrando nel fantastico universo parallelo della terra di mezzo. Chissà se da lì poi ne usciremo...

    ha scritto il 

  • 0

    graficamente di difficilissima lettura: il carattere scelto per le didascalie è poco chiaro e molto piccolo. L'impressione è che sia stato ridotto o cambiato il formato della versione originale. Detto ...continua

    graficamente di difficilissima lettura: il carattere scelto per le didascalie è poco chiaro e molto piccolo. L'impressione è che sia stato ridotto o cambiato il formato della versione originale. Detto questo è stato interessante "ripassare" la storia de "Lo hobbit" (seguirà comunque lettura del libro).

    ha scritto il 

  • 5

    Tolkien a colori. E che colori!

    Il solito grandioso Tolkien in una graziosa edizione a fumetti che non ci si stancherebbe mai di leggere. Le tavole sono curate fin nel dettaglio e consentono di calarsi ancora meglio nella storia, ri ...continua

    Il solito grandioso Tolkien in una graziosa edizione a fumetti che non ci si stancherebbe mai di leggere. Le tavole sono curate fin nel dettaglio e consentono di calarsi ancora meglio nella storia, ricca di suspence ma anche di momenti comici e faceti.
    Della storia non dico nulla per non rovinare il piacere della scoperta a chi non la conoscesse; mi limito solo a notare quanto sia immortale, pur trattandosi di un racconto di poche pretese, non fosse altro che per gli spunti che offre a Harry Potter (l'incipit sugli hobbit è lo stesso per Vernon e Petunia Dursley) e al grande scrittore che è Walter Moers (ragni giganti ed Elfi Silvani diventano, con lo stesso meccanismo di visione e smarrimento, lo stregaragno silvestre). Mia interpretazione, eh, potrei sempre sbagliarmi.

    Letto più volte nell'edizione solo testuale; riletto per nostalgia e in occasione dell'uscita del film (il regista da solo è già una promessa...).

    ha scritto il