Lo potevo fare anch'io

Perché l'arte contemporanea è davvero arte

Voto medio di 727
| 180 contributi totali di cui 158 recensioni , 22 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Tutti, almeno una volta netta vita, davanti a un'opera d'arte contemporaneaabbiamo pensato: "Questo lo potevo fare anch'io!". Eppure i critici ciassicurano che si tratta di capolavori, mentre i collezionisti spendono cifreda capogiro per quadri che ...Continua
Ha scritto il 20/08/17
Dal letame non sempre nascono i fiori, molto spesso sono reflui allo stato liquido, liquami.
Scrittura veloce e colloquiale. Il filo conduttore è "lui ha avuto quell' idea e tu no e te lo dico io che ne so un sacco". Una critica MOLTO superficiale. Nonostante tutto riesce ad innervosirti e stimolarti contemporaneamente.
Ha scritto il 01/07/17
tra battute di dubbio gusto e spiritosaggini imbarazzanti con disinvoltura l'autore arriva perfino a storpiare in nomignoli spregiativi i cognomi di due colleghi, la cui cultura e competenza nel parlare e fare divulgazione di arte questo signore si ...Continua
Ha scritto il 18/06/17
Io sono io e tu non sei un ....
I primi capitoli mantengono fede al titolo del libro, poi diventa una autocelebrazione e/o lancio di fango sui "colleghi". Interessante per metà, irritante per il resto.
Ha scritto il 07/05/17
“La storia dell’arte è una storia di errori e correzioni, dove non sempre sono stati gli errori a essere emendati, a volte si è corretto anche quello che era giusto.”
Arieccomi ancora a intrallazzare con l’arte contemporanea, che non ho ben capito se lo faccio per convincere qualcun altro o sono io che devo ancora convincermi…Scherzi a parte, in questo interessante saggio, dove in verità qualche immagine ...Continua
  • 15 mi piace
  • 5 commenti
Ha scritto il 27/12/16
Ho imparato molto da te, grazie.

Ha scritto il Jun 04, 2013, 19:39
In un tempo molto lontano il vero collezionista era colui che non aveva paura di fare la figura dello sprovveduto quando si arrischiava a comprare ciò che gli sembrava avesse innanzitutto una qualità e, possibilmente, in futuro, un valore. Non era ...Continua
Pag. 150
Ha scritto il Jun 03, 2013, 12:56
L'arte è come il cibo, nessuno dice "non me ne intendo" quando va al ristorante. e' il cibo dell'anima e della mente: dopotutto si mangia anche per piacere, non solo per sopravvivere.
Pag. 3
Ha scritto il Jun 03, 2013, 12:55
L'arte è il sangue nelle vene della nostra storia del mondo. Non esistono società senza arte e se ci fossero morirebbero dissanguate.
Pag. 5
Ha scritto il Jun 03, 2013, 12:54
ci sono divulgatori dell'arte che utilizzano un metodo molto preciso, dicendo allo spettatore e al lettore: io so tutto dell'arte, tu non sai nulla; ma non ti preoccupare, ti parlerò dell'arte in modo tale che non dovrai nemmeno fare la fatica di ...Continua
Pag. 7
Ha scritto il Jun 03, 2013, 12:51
Non dovete per forza innamorarvi dell'arte contemporanea, né mettervela in casa a tutti i costi; nessuno vuole stabilire una "contemporaneocrazia", ma provate a immaginare per un attimo il mondo nel quale viviamo senza nulla di contemporaneo, senza ...Continua
Pag. 6

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi