Lo potevo fare anch'io

Perché l'arte contemporanea è davvero arte

Voto medio di 741
| 183 contributi totali di cui 161 recensioni , 22 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Tutti, almeno una volta nella vita, davanti a un'opera d'arte contemporanea abbiamo pensato: "Questo lo potevo fare anch'io!". Eppure i critici ci assicurano che si tratta di capolavori, mentre i collezionisti spendono cifre da capogiro per quadri ch ...Continua
Hikaru
Ha scritto il 16/04/18

Inizio entusiasmante, ma energia e freschezza si perdono in corso d'opera: alla descrizione e all'analisi si sostituisce un gioco di rimandi tra immagini stereotipate e metafore assai poco comunicative

Francolevantino
Ha scritto il 25/01/18
Il libro è davvero molto godibile. La carrellata di autori è trattata con un entusiasmo tale che anche il più ostinato critico non può che riconoscere che un po’ di ragione Bonami ce l’ha nell’indicare i nuovi percorsi dell’arte. Devo dire che il met...Continua
Giuls
Ha scritto il 02/12/17
null
Era da tanto che volevo leggere questo libro. Avevo forse aspettative troppo alte (come sempre) ma mi rendevo pienamente conto che non sarebbe bastato un libricino per "capire" realmente l'arte contemporanea. Non sono nessuno per giudicare, di certo...Continua
ILCANE
Ha scritto il 20/08/17
Dal letame non sempre nascono i fiori, molto spesso sono reflui allo stato liquido, liquami.

Scrittura veloce e colloquiale. Il filo conduttore è "lui ha avuto quell' idea e tu no e te lo dico io che ne so un sacco". Una critica MOLTO superficiale. Nonostante tutto riesce ad innervosirti e stimolarti contemporaneamente.

titti
Ha scritto il 01/07/17
tra battute di dubbio gusto e spiritosaggini imbarazzanti con disinvoltura l'autore arriva perfino a storpiare in nomignoli spregiativi i cognomi di due colleghi, la cui cultura e competenza nel parlare e fare divulgazione di arte questo signore si s...Continua

*artemide*
Ha scritto il Jun 04, 2013, 19:39
In un tempo molto lontano il vero collezionista era colui che non aveva paura di fare la figura dello sprovveduto quando si arrischiava a comprare ciò che gli sembrava avesse innanzitutto una qualità e, possibilmente, in futuro, un valore. Non era qu...Continua
Pag. 150
*artemide*
Ha scritto il Jun 03, 2013, 12:56
L'arte è come il cibo, nessuno dice "non me ne intendo" quando va al ristorante. e' il cibo dell'anima e della mente: dopotutto si mangia anche per piacere, non solo per sopravvivere.
Pag. 3
*artemide*
Ha scritto il Jun 03, 2013, 12:55
L'arte è il sangue nelle vene della nostra storia del mondo. Non esistono società senza arte e se ci fossero morirebbero dissanguate.
Pag. 5
*artemide*
Ha scritto il Jun 03, 2013, 12:54
ci sono divulgatori dell'arte che utilizzano un metodo molto preciso, dicendo allo spettatore e al lettore: io so tutto dell'arte, tu non sai nulla; ma non ti preoccupare, ti parlerò dell'arte in modo tale che non dovrai nemmeno fare la fatica di ric...Continua
Pag. 7
*artemide*
Ha scritto il Jun 03, 2013, 12:51
Non dovete per forza innamorarvi dell'arte contemporanea, né mettervela in casa a tutti i costi; nessuno vuole stabilire una "contemporaneocrazia", ma provate a immaginare per un attimo il mondo nel quale viviamo senza nulla di contemporaneo, senza g...Continua
Pag. 6

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi