Lo schiavista

Voto medio di 185
| 74 contributi totali di cui 57 recensioni , 16 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
"So che detto da un nero è difficile da credere, ma non ho mai rubato niente. Non ho mai evaso le tasse, non ho mai barato a carte. Non sono mai entrato al cinema a scrocco, non ho mai mancato di ridare indietro il resto in eccesso a un cassiere di ... Continua
Ha scritto il 20/09/17
Senza capo ne coda.
  • 1 mi piace
Ha scritto il 09/07/17
Se amate i romanzi con una trama d'amore o i gialli non leggetelo.Se amate i romanzi a sfondo sociologico , leggetelo . No. Non è una "barba" .È un romanzo molto colto,ironico , irriverente, fa ridere.È scritto meravigliosamente.L'autore con ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 19/06/17
SPOILER ALERT
Satira all'americana sul colore della pelle
Libro che mi è stato consigliato per caso dal bibliotecario, direi ottimo!Una satira "strana", surreale di un giovane ragazzo di Dickens (cittadina alquanto bizzarra..) chiamato Bonbon che viene denominato "sussurratore ai neri". La sua storia è ...Continua
Ha scritto il 10/06/17
Bonbon fa il contadino e l'allevatore, ha una fattoria in un ghetto di Los Angeles dalla fama così cattiva da essere stata eliminata dalle cartine della zona, suo padre è stato ucciso in una sparatoria poco prima che si laureasse e quando era ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 30/05/17
Una scrittura divertente per una storia (vagamente) assurda che canzona sia gli stereotipi razziali sia quelli politically correct. Mi ha ricordato, con molto meno noir, ovviamente, lo stile di Landsdale ne "Il mambo degli orsi".

Ha scritto il Mar 06, 2017, 12:24
È questo il problema della storia: ci piace pensare che sia un libro, e quindi di poter girare pagina, muovere il culo e andare avanti. Ma la storia non è la carta su cui viene stampata. È la memoria, e la memoria è tempo, emozioni, e canto. La ...Continua
Pag. 136
Ha scritto il Mar 06, 2017, 12:24
La gente mangia la merda che gli spali.
Pag. 66
Ha scritto il Mar 06, 2017, 12:23
Ora capisco che l’unico momento in cui noi neri non ci sentiamo in colpa è quando abbiamo davvero fatto qualcosa di male, perché questo ci libera dalla dissonanza cognitiva di essere nero e innocente, e in un certo senso la prospettiva di finire ...Continua
Pag. 25
Ha scritto il Jan 02, 2017, 14:55
Lui mi rispose di essere convinto che il paese, gli Stati Uniti d’America, avesse finalmente pagato i propri debiti. «E i nativi americani? I cinesi, i giapponesi, i messicani, i poveri, le foreste, l’acqua, l’aria, il cazzo di condor della ...Continua
Pag. 340
Ha scritto il Jan 02, 2017, 14:55
Quella reazione automatica da ansia di compiacere innescata ogni volta che in un negozio qualcuno ti si avvicina e ti chiede: «Scusi, lei lavora qui?». La faccia indossata in ogni singolo istante in cui sei al lavoro e non ti trovi in bagno, ...Continua
Pag. 158

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il May 08, 2017, 18:08
Uno sfoggio di cultura. Bene. Qualche spunto di riflessione interessante. Bene. Idea di partenza molto interessante. Bene. Per il resto, faticoso, macchinoso, inutilmente infarcito di intellettualismo.

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi