Lo scrittore fantasma

Voto medio di 907
| 122 contributi totali di cui 119 recensioni , 3 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
All'età di ventitré anni, con quattro racconti pubblicati e una piccolarecensione sulla "Saturday Review", Nathan Zuckerman va a bussare alla portadel suo padre spirituale, lo scrittore Lonoff. L'uomo vive in quasi totalereclusione sulle colline del ... Continua
Ha scritto il 31/03/17
La donna è un mistero
Nathan Zuckerman, una promessa della letteratura ebraica, incontra il suo mito, lo scrittore ebreo tradotto in tutto il mondo del quale ammira ogni scritto nella sua casa immersa nel nulla e nella neve da qualche parte del New England. Fin qui il ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 28/03/17
"La gente non legge pensando all'arte: legge pensando alle persone.
E le giudica per quello che sono."
  • 3 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 23/03/17
Molto interessante
Primo libro di Roth che non mi ha affatto deluso, ti tiene incollato alle pagine per arrivare alla fine e capire finalmente la verità... che non esiste. Insomma, quale versione dei fatti è quella vera? Nathan si è sognato tutto? Non lo saprò ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 13/03/17
Il mio primo Roth. Ho fatto una breve recensione sul mio blog!

http://ladywritertv.altervista.org/recensione-de-lo-scrittore-fantasma/
  • Rispondi
Ha scritto il 11/03/17
Nathan Zuckerman è un aspirante scrittore ebreo. E’ ancora alle prime armi, ma ha già visto pubblicare qualche racconto che rispecchia le sue esperienze di vita e la religione professata dalla famiglia.Nathan è anche un appassionato lettore ed ..." Continua...
  • Rispondi

Ha scritto il Jan 07, 2017, 13:38
...c'era anche il fatto che non volevo essere immerso nel sonno quando l'incantevole e misteriosa ospite [...] fosse tornata per andare a mettersi in camicia da notte nella stanza sopra la mia. In che modo avrei potuto interferire non sapevo. Ma ... Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il Sep 04, 2009, 13:34
Io prendo le frasi e le giro. Questa è la mia vita. Scrivo una frase e la giro. Poi la guardo e la giro di nuovo. Poi vado a pranzo. Poi torno qui e scrivo un'altra frase. Poi prendo il tè e giro la frase nuova. Poi rileggo le due frasi e le giro ... Continua...
Pag. 14
  • 1 commento
  • Rispondi
Ha scritto il Sep 04, 2009, 08:05
La gente non legge pensando all'arte: legge pensando alle persone. E le giudica per quello che sono. E come credi che giudicherà i personaggi del tuo racconto, a quali conclusioni credi che arriverà?
Pag. 76
  • 1 commento
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi