Lo sguardo estraneo

ovvero La vita è una scorreggia in un lampione

Voto medio di 164
| 50 contributi totali di cui 47 recensioni , 3 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
L'uomo dei servizi segreti lascia cadere la sua sentenza incongrua: “gli incidenti stradali possono capitare”. All'indomani la bicicletta e Herta sono investite. Lei non andrà più in bicicletta, i campi e le strade non le scorreranno più ...Continua
Ha scritto il 07/09/15
"L'uomo dei servizi segreti lascia cadere la sua sentenza incongrua "gli incidenti possono capitare"
All'indomani la bicicletta e Herta sono investite. In realtà non è "un romanzo" della Mueller ma una "conferenza", "un lungo articolo" dove lei spiega l'origine di quello che gli altri definiscono il suo "sguardo estraneo", il suo modo di scrivere ...Continua
  • 6 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 09/11/13
E' un libriccino del premio Nobel di lingua tedesca ma nata in Romania che parla proprio di questo suo essere estranea sia culturalmente che poi politicamente da tutti i luoghi dove lei poi ha vissuto. E' l'estraneità di chi non riesce ad ...Continua
Ha scritto il 30/11/11
Non leggetelo per il sottotitolo, ma per il titolo.
  • 1 mi piace
Ha scritto il 25/09/11
Finalmente sono riuscito a trovare un libro con cui iniziare la lettura di Herta Muller. Particolarissimo stile letterario. Consiglio di leggere solo dopo la prefazione del libro perché anticipa e condiziona troppo il racconto ed a me questo non ...Continua
Ha scritto il 09/09/11
Breve racconto con alcuni pensieri dell'autrice per spiegare in cosa consista il suo "sguardo estraneo", causato da anni di dittatura, terribili. Uno sguardo pieno di sospetto... l'unico con il quale lei riesca a guardarsi intorno, ormai incapace di ...Continua

Ha scritto il Dec 05, 2009, 22:02
Negli anni in cui fui in questa condizione mi sono augurata spesso di impazzire, per liberarmi di me senza uccidermi.
Pag. 56
Ha scritto il Dec 05, 2009, 22:00
Riflettere, discutere, scrivere sono e restano mezzi di ripiego, non coglieranno mai ciò che è accaduto, neanche per approssimazione. Che cosa e come io sia stata mentre vivevo una determinata situazione non riesco a capirlo, quanto più precisi ...Continua
Pag. 34
Ha scritto il Dec 05, 2009, 21:56
Per me estraneo non è il contrario di noto, è il contrario di familiare. Ciò che è ignoto non dev'esserci necessariamente estraneo, ma può diventarlo ciò che ci è noto.
Pag. 32

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi