Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Lo strano caso del Dr. Jekyll e Mr. Hyde

Di

Editore: Good Mood Edizioni Sonore

4.0
(11172)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: CD audio | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Spagnolo , Tedesco , Francese , Catalano , Giapponese , Portoghese , Galego , Svedese , Polacco , Ceco , Esperanto , Greco

Isbn-10: 8862772149 | Isbn-13: 9788862772143 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Curatore: Paola Ergi ; Narratore: Marco Zanni , Riccardo Finzi , Sergio Masieri

Disponibile anche come: Paperback , Altri , Copertina rigida , Tascabile economico , Copertina morbida e spillati , eBook

Genere: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Lo strano caso del Dr. Jekyll e Mr. Hyde?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Lo strano caso del Dr. Jekyll e Mr. Hyde, pubblicato per la prima volta nel 1886, è considerato il capolavoro di Rober Louis Stevenson. Con quest'opera, che è universalmente considerata una pietra miliare della storia della letteratura, Stevenson chiude la sua indagine sulle diverse personalità che dividono l'animo umano, sull'eterna lotta tra bene e male che alberga dentro ad ogni uomo. Il dramma del Dottor Jekyll è quello dell'uomo che prova ad esplorare il suo lato oscuro e che, inevitabilmente, ne viene risucchiato. Storia dai tratti oscuri e terribili, Lo strano caso del Dr. Jekyll e Mr. Hyde nel corso degli anni ha lasciato un segno profondo nell'immaginario collettivo, soprattutto grazie al personaggio di Mister Hyde, diventato una vera e propria icona grazie alla sua eccezionale caratterizzazione: Hyde da sempre affascina il grande pubblico, dato che rappresenta il lato nascosto dentro all'animo di ognuno di noi. Il primo film tratto dal capolavoro di Stevenson risale addirittura al 1908, e sono innumerevoli le apparizioni e le citazioni dei protagonisti di quest'opera: non si contano i libri, le serie televisive, i film e i fumetti in cui compaiono o vengono ripresi i personaggi creati da Stevenson in quest'opera.
Ordina per
  • 3

    ero un po' scettica riguardo a questo libro, perchè non conoscendo le opere dell'autore, pensavo che utilizzasse un linguaggio piuttosto arcaico... invece no, è molto scorrevole e si legge in un balen ...continua

    ero un po' scettica riguardo a questo libro, perchè non conoscendo le opere dell'autore, pensavo che utilizzasse un linguaggio piuttosto arcaico... invece no, è molto scorrevole e si legge in un baleno.. ve lo consiglio!!!

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Romanzo di cui tutti conoscono la storia, uno di quei classici che sembra di aver già letto da quanto se ne è parlato. Il capitolo finale, la confessione del Dr. Jekyll, presenta un sacco di spunti in ...continua

    Romanzo di cui tutti conoscono la storia, uno di quei classici che sembra di aver già letto da quanto se ne è parlato. Il capitolo finale, la confessione del Dr. Jekyll, presenta un sacco di spunti interessanti; il doppio, il dualismo tra bene e male, sono l'elemento principale. Jekyll si rende conto che lui è sia la sua parte malvagia che la sua parte buona, il problema è che queste due parti non possono convivere senza turbamenti e sofferenze; è la parte buona quella che turba l'animo e prova rimorsi per le azioni e i pensieri che derivano dalla parte malvagia.

    ha scritto il 

  • 0

    Splendido e magistralmente scritto, al punto che, invece di essere catarsi di ancestrali quanto infondati timori, dai più ne viene percepito come dimostrazione e avallo.
    Il doppelganger non esiste. ...continua

    Splendido e magistralmente scritto, al punto che, invece di essere catarsi di ancestrali quanto infondati timori, dai più ne viene percepito come dimostrazione e avallo.
    Il doppelganger non esiste.

    ha scritto il 

  • 5

    Stevenson è sempre una certezza! Come per l'isola del tesoro anche questo romanzo si divora in un pomeriggio. La storia è incentrata su un'idea tanto semplice, quanto affascinante: la complessa lotta ...continua

    Stevenson è sempre una certezza! Come per l'isola del tesoro anche questo romanzo si divora in un pomeriggio. La storia è incentrata su un'idea tanto semplice, quanto affascinante: la complessa lotta umana tra bene e male. L'autore riesce a catturare l'attenzione del lettore con uno stile meravigliosamente semplice e leggero, lasciando alla fine un pensiero: avrò anch'io un Mr. Hide nel cuore? Non può mancare in una libreria e si può leggere a qualsiasi età.

    ha scritto il 

  • 4

    Nonostante sia un classico non lo avevo mai letto; devo dire che mi è molto piaciuto, soprattutto, in relazione alle descrizioni delle cupe atmosfere della Londra dell'800. Bello anche il tormento int ...continua

    Nonostante sia un classico non lo avevo mai letto; devo dire che mi è molto piaciuto, soprattutto, in relazione alle descrizioni delle cupe atmosfere della Londra dell'800. Bello anche il tormento interiore del dottor Jekyll che è il tema principale del romanzo. Il libro non può far altro che riflettere su come ogni persona abbia un lato oscuro. Da leggere!

    ha scritto il 

  • 4

    Siamo tutti doppi!

    Come ho sempre sostenuto, e come il grande Stevenson aveva sostenuto prima di me, in ognuno di noi esiste una doppia personalità.
    Spesso parlare di "doppia personalità" viene vista come una malattia, ...continua

    Come ho sempre sostenuto, e come il grande Stevenson aveva sostenuto prima di me, in ognuno di noi esiste una doppia personalità.
    Spesso parlare di "doppia personalità" viene vista come una malattia, come una cosa da non dire troppo in giro, ma nella realtà nonostante in alcuni casi sia portato all'esasperazione, è una costante.
    Viviamo per anni una sola faccia, mentre l'altra compare a tratti e solo se sollecitata da situazioni estreme.
    Che poi, non è che salta fuori solo se sollecitata, c'è sempre solo che dorme.
    In noi c'è il buono e il cattivo, il dolce e l'amare, l'amorevole e il sadico, insomma, siamo costantemente doppi e per lo più si vedono solo alcuni tratti.
    Non crediate di esserne immuni, doppi lo siamo tutti...
    Per il libro in sé non ho nulla da dire, è un capolavoro per l'epoca in cui è stato scritto e l'argomento era talmente avanti che risulta attuale, e lo sarà probabilmente per il resto della nostra esistenza e oltre.

    ha scritto il 

  • 3

    Mi sono avvicinata a questo romanzo spinta dalla curiosità di conoscere la fonte originaria di una storia stranota e radicata nell'immaginario culturale in cui siamo cresciuti. E ciò grazie - ma non s ...continua

    Mi sono avvicinata a questo romanzo spinta dalla curiosità di conoscere la fonte originaria di una storia stranota e radicata nell'immaginario culturale in cui siamo cresciuti. E ciò grazie - ma non solo - alle numerose produzioni cinematrografiche che da essa sono state tratte. Non solo grazie ad esse, però, perché "Il dottor Jekyll e Mr. Hyde", uscito dalla penna di R. L. Stevenson nel 1886, da allora ha iniziato a vivere di vita propria: la genialità dell'intuizione alla sua base - l'idea che l'uomo, al suo interno, non sia uno, bensì (almeno) due - non potendo essere contenuta e trattenuta in quelle poche pagine.
    Una volta tanto la sensazione che avevo prima di avventurarmi nella lettura non è stata smentita: davvero Stevenson ha dato vita a una creatura che fuoriuscendo da lui si è ingrandita, ingigantita oltremisura e, credo, oltre le sue stesse aspettative. Il romanzo in sé, infatti, non è che un racconto lungo, costellato di pochi personaggi - Jekyll, Hyde, il dottor Lanyon, il maggiordomo Poole e il solido e razionale avvocato Utterson che, nonostante il titolo, è il personaggio che più degli altri funge da protagonista - e ambientato in una perpetuamente caliginosa Londra. La nebbia, in effetti, sembra qui elevarsi a simbolo, quello dell'ottenebramento in cui si muovono gli amici di Jekyll che non sanno spiegarsi cosa gli sia accaduto se non fosse per la lettera scritta da lui che spiega l'incredibile vicenda che l'ha visto prima eroe - moderno Prometeo che ha osato spingersi oltre i limiti dell'umana condizione - e poi vittima. Un aspetto che ho particolarmente apprezzato, oltre, come ho già detto, alla fruttuosa intuizione che l'uomo altro non è se non un puro agglomerato di soggetti diversi, è stata la suspance con cui Stevenson ha sapientemente costruito il racconto, facendone, più che un romanzo psicologico, un giallo davvero molto avvincente.

    ha scritto il 

  • 4

    Interesting dramatic novella. The author explores the strangeness of mental deseases using an horror theme. Well written, easy to read. - Interessante novella drammatico. L'autore esplora la stranezza ...continua

    Interesting dramatic novella. The author explores the strangeness of mental deseases using an horror theme. Well written, easy to read. - Interessante novella drammatico. L'autore esplora la stranezza di malattie mentali con un tema di orrore. Ben scritto, di facile lettura.

    ha scritto il 

  • 5

    Breve ma intenso. Diabolico, surreale, agghiacciante,perverso..il bene e il male che si contrappongono, l'angelo e il diavolo..il sano e il folle. una sola parola: Magnifico,

    ha scritto il 

Ordina per