Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde

By Robert Louis Stevenson

(163)

| Others | 9788818018110

Like Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Racconto pubblicato nel 1886. Imperniato sul dualismo insito nell'uomo trabene e male, narra la storia del dottor Jekill che inventata una fatalepozione, riesce a far predominare nell'individuo che l'abbia bevutal'elemento, positivo o negativo, che h Continue

Racconto pubblicato nel 1886. Imperniato sul dualismo insito nell'uomo trabene e male, narra la storia del dottor Jekill che inventata una fatalepozione, riesce a far predominare nell'individuo che l'abbia bevutal'elemento, positivo o negativo, che ha maggior forza sull'altro. Egli stessosi sottopone all'esperimento trasformandosi nel signor Hyde che non esita agiungere all'omicidio.

812 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Sarà che ne ho sempre sentito parlare, sarà che viene considerato un classico, ma la lettura di questo libro non mi ha particolarmente intusiasmata, o meglio, mi correggo: è stato un buon libro ed ovviamente una bellissima ed originale trama, ma fors ...(continue)

    Sarà che ne ho sempre sentito parlare, sarà che viene considerato un classico, ma la lettura di questo libro non mi ha particolarmente intusiasmata, o meglio, mi correggo: è stato un buon libro ed ovviamente una bellissima ed originale trama, ma forse l'ho idealizzato troppo e alla fine sono rimasta un po' "delusa". E' comunque una piacevole lettura e, come ho già scritto sopra, la trama è davvero particolare.

    Is this helpful?

    Anacleto said on Oct 18, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Jekyll e Hyde non sono due opposti!

    Un libro che tutti citano, qualcuno legge, praticamente nessuno capisce, al punto che la dicotomia tra Jekyll e Hyde è tanto proverbiale quanto fuorviante. Eppure lo Stevenson, nell'epilogo, è esplicito fino all'estremo: Jekyll e Hyde non sono due op ...(continue)

    Un libro che tutti citano, qualcuno legge, praticamente nessuno capisce, al punto che la dicotomia tra Jekyll e Hyde è tanto proverbiale quanto fuorviante. Eppure lo Stevenson, nell'epilogo, è esplicito fino all'estremo: Jekyll e Hyde non sono due opposti, poiché il primo non rappresenta il Bene assoluto e anzi ingloba il secondo: Hyde è la frazione malvagia che Jekyll, come ogni essere umano, nasconde in sé (dall'omofono verbo inglese to hide, nascondere, appunto), pertanto l'infelice dottore — e noi con lui — è un'entità spuria, miscuglio di Bene e Male (ed è solo perché nel periodo dell'esperimento era dedito agli stravizi che prevale la componente peggiore, altrimenti ne sarebbe sortito un angelo, questo sì possibile antitesi di Hyde). Insomma, Jekyll non è il contrario di Hyde perché Hyde è (parte di) Jekyll, il quale peraltro racchiude in sé innumerevoli sfumature a metà fra il Bene e il Male nella loro forma perfetta.

    È un romanzo che resta ingenuo nella sua pur temperata concezione manichea, epperò gradevole per l'alto magistero stilistico che tutti riconoscono all'Autore e che sempre costituisce il meglio dell'arte sua, per le suggestive atmosfere gotiche e l'esplosiva commistione di giallo e fantastico, col primo genere che porta in dote il fascino del mistero, il rigore della trama e una dose di realismo, l'altro un più ampio respiro con un tocco metafisico. Non è tuttavia un'opera così originale come affermava E. F. Benson (« Il soggetto è di gran lunga il più originale di tutta la sua [di Stevenson] produzione: né lui né altri mai scrissero un racconto simile a questo »): in Jekyll riecheggiano i patemi dello « scisso » Raskolnikov, il protagonista del Delitto e castigo di Dostoevskij, che Stevenson aveva letto e apprezzato (« Raskolnikoff [sic] is easily the greatest book I have read in ten years », scrisse in una lettera della primavera 1886).

    Ma infine, per chi parteggiare: il tormentato Jekyll o l'edonistico Hyde? Calvino — e sulla sua scia Fruttero & Lucentini — se la cava scegliendo Utterson, ma la soluzione ci pare un po' troppo elusiva e democristiana.

    Is this helpful?

    emmelle said on Oct 12, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    L'Isola del tesoro mi è piaciuto di più.
    La famosissima storia del dottor Jekyll e mister Hyde, interessante di sicuro. Avrei preferito maggiore profondità, così mi sa tanto di "accennato".
    Ho voglia di approfondire Stevenson, ora.

    Is this helpful?

    Janpy [Scemo chi non legge] said on Oct 10, 2014 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    I lati opposti dello spirito umano

    Scorrevole, breve e conciso. Mistura di giallo e psiche umana.

    [...] Non che sognassi di resuscitare Hyde: la semplice idea di un fatto simile mi dava le vertigini: no, fu dentro me stesso che ancora una volta fui tentato di giocare con la mia cosci ...(continue)

    Scorrevole, breve e conciso. Mistura di giallo e psiche umana.

    [...] Non che sognassi di resuscitare Hyde: la semplice idea di un fatto simile mi dava le vertigini: no, fu dentro me stesso che ancora una volta fui tentato di giocare con la mia coscienza; e mi avvenne ciò che sempre avviene a chi pecca in segreto: caddi sotto gli assalti della tentazione. [...]

    Buona lettura

    Is this helpful?

    K. Jac. said on Oct 6, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Stamattina mi sono svegliato dicendo olé olé olé e Elvira che ha sicuramente passato tutta la notte a studiare mi ha suonato un pezzo in 3/8 con la tromba che si è comprata un secolo fa. Ha poi smesso di suonare e abbiamo cominciato a ballare perché ...(continue)

    Stamattina mi sono svegliato dicendo olé olé olé e Elvira che ha sicuramente passato tutta la notte a studiare mi ha suonato un pezzo in 3/8 con la tromba che si è comprata un secolo fa. Ha poi smesso di suonare e abbiamo cominciato a ballare perché Elvira aveva registrato un loop con un mio vecchio pedale uno con un solo switch. Quando abbiamo smesso di ballare sono arrivate due email ho messo una suoneria per le notifiche delle email. Una email era di Krakovia, si è risvegliata dal coma, mi scrive: come va? non sto più in coma, fatti sentire stronzo. L'altra era di Roma, e mi sono fatto i pop corn rossi. Ho letto l'email e non ci ho capito un cazzo allora Elvira mi ha spiegato tutto: Roma ha cominciato a fare release ¡sorpresa!. Ma da morto?, ho detto io. Pare di sì, ha detto Elvira. A proposito fammi rispondere a Krakovia, ho detto io, e così mi sono messo a rispondere a Krakovia.

    Is this helpful?

    (skate) said on Sep 28, 2014 | 2 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Breve, scorrevole e totalmente avvincente. Il romanzo di Stevenson non avrà nulla di gotico, ma apparirà al contrario come un giallo, come un racconto sulle indagini cui si troverà invischiato il nostro protagonista.

    Is this helpful?

    Roberta said on Sep 25, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book