Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Lo zar degli oceani

By Clive Cussler,Paul Kemprecos

(427)

| Paperback | 9788850208685

Like Lo zar degli oceani ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

1918. La Stella di Odessa, una vecchia carretta galleggiante, sfida le acque del mar Nero, diretta a Costantinopoli. Porta un carico prezioso: le persone della famiglia reale russa scampate al massacro bolscevico e una parte del favoloso tesoro dei R Continue

1918. La Stella di Odessa, una vecchia carretta galleggiante, sfida le acque del mar Nero, diretta a Costantinopoli. Porta un carico prezioso: le persone della famiglia reale russa scampate al massacro bolscevico e una parte del favoloso tesoro dei Romanov. Un manipolo di cosacchi veglia sulla loro sicurezza ma, durante il viaggio, la nave è oggetto di un agguato. Equipaggio e passeggeri vengono trucidati e la Stella di Odessa cola a picco. Ma una ragazza, disperatamente aggrappata a una zattera di fortuna, si salva. Oggi. Kurt Austin e Joe Zavala sono di nuovo in azione. Questa volta il mistero ha fattezze inconsuete, ma non per questo meno insidiose. Chi sono i cosacchi che cercano di eliminare una troupe televisiva sulle coste del mar Nero?

12 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Fire ice

    Non avevo mai letto niente di Clive Cussler perché non è il mio genere. Confesso che l’ho letto solo perché ero al mare e avevo finito la scorta dei miei libri. Tutto sommato non era male come lettura da spiaggia. Interessanti alcuni riferimenti stor ...(continue)

    Non avevo mai letto niente di Clive Cussler perché non è il mio genere. Confesso che l’ho letto solo perché ero al mare e avevo finito la scorta dei miei libri. Tutto sommato non era male come lettura da spiaggia. Interessanti alcuni riferimenti storici ma qualcuno è campato per aria. Il titolo italiano è una vera idiozia, tra l'altro scoraggia la lettura

    Is this helpful?

    Aglaya said on Aug 29, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    ebook scambiabile - Personale - Romanzo straniero - Thriller e Giallo - Lo zar degli oceani

    1918. La Stella di Odessa, una vecchia carretta galleggiante, sfida le acque del mar Nero, diretta a Costantinopoli. Porta un carico prezioso: le persone della famiglia reale russa scampate al massacro bolscevico e una parte del favoloso tesoro dei R ...(continue)

    1918. La Stella di Odessa, una vecchia carretta galleggiante, sfida le acque del mar Nero, diretta a Costantinopoli. Porta un carico prezioso: le persone della famiglia reale russa scampate al massacro bolscevico e una parte del favoloso tesoro dei Romanov.

    Is this helpful?

    Lele71vr said on Apr 23, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Adventurland - 18 mar 12

    Solita avventurona, e solito duo. Ma quando scrive con Kemprecos, il protagonista è Kurt Austin e non Dirk Pitt. E tutto l’impianto ne risente. Certo, l’impianto, il marchio di fabbrica del quasi ottantenne Clive è sempre più o meno lo stesso: episod ...(continue)

    Solita avventurona, e solito duo. Ma quando scrive con Kemprecos, il protagonista è Kurt Austin e non Dirk Pitt. E tutto l’impianto ne risente. Certo, l’impianto, il marchio di fabbrica del quasi ottantenne Clive è sempre più o meno lo stesso: episodio del passato che lascia un qualche mistero insoluto, qualche cattivo che nel presente cerca di sfruttare qualcosa (un ordigno, una situazione, a volte entrambe) per fare soldi e potere (il più delle volte con un nesso che lo collega alla prima situazione), una bellona che si mette in mezzo ad inizio avventura (spesso per sbaglio o con scarsa cognizione degli avvenimenti), e quindi entrano in azione i nostri eroi della NUMA (National Underwater & Marine Agency), che sbaragliano bene o male il cattivo, risolvono (o quanto meno cercano di risolvere) il mistero iniziale, e la punta di diamante della NUMA (qui Kurt) passa un finale di avventura con la bellona, spesso a ricapitolare qualche punto oscuro. Beh, questa è una specie di scatola magica, ora sostituiamo alle descrizioni generiche elementi concreti, ed abbiamo la storia. Nel 1917 la traballante nave da carico “Stella di Odessa” imbarca ad Odessa profughi russi, che capiamo essere la famiglia Romanov femminile in fuga. Viene affondata con tutto il tesoro in mezzo al mar Nero. Ai giorni nostri una giornalista televisiva cerca di far luce su dei misteri marini in acque turco-russe. Peccato che si imbatte nell’impero del Putin di turno, qui tal Razov, affarista senza scrupoli, ipotetico discendente di qualche ramo imperiale. Che fa affari anche con l’entourage presidenziale americano (già visto, eh?). Ma è anche un cattivone, e cerca di sfruttare delle riserve di idrato di metano marino per creare danni alle coste americane. Qui entrano in scena i nostri. Austin in prima persona, che sbaraglia nemici a frotte (anche una carica di cosacchi a cavallo). Ritroviamo anche i personaggi-NUMA delle Pitt-story, che tanto non mancano mai: il mago dei computer, il factotum, lo storico marino, la coppia allampanata oceanografo – biologa marina. Il tutto condito con qualche puntatina qua e là, tra la costa del Maine, Washington ed il Mar Nero. Ritroviamo anche, che s’era lasciato nell’ultima sfortunata impresa di Austin (quella che aveva lasciato l’amaro in bocca a qualche lettore), l’oscuro Petrov, il russo buono, quello che conosce tutti gli apparati, e da una mano al buon Kurt nelle situazioni difficili. Il tutto, con finale glorioso e pacificante, colpi al cerchio ed alla botte. Un po’ di critica diciamo fintamente sociale, ma di una leggerezza che non nuoce. Non c’è la rabbia ecologista dell’ultimo di Austin, quell’Oro Blu che metteva sul tappeto anche qualche ideuzza ambientale. Ma come dicevo, poi il buon Clive decide di far morire l’eroina (quella che dovrebbe finire nel letto di Kurt) perché eroina sì, ma con qualche magagnetta. E gli affezionati lettori della sua saga glielo hanno rimproverato a piè sospinto, così che qui non si fanno errori. Come un bel filmone d’amore e d’azione, che l’industria americana sforna a tambur battente. Quindi un prodotto minore, ma di molto, anche alla normale produzione del buon Cussler (che ormai si avvia sulla trentina di titoli). Giusto buono per tenere a freno le angosce di questo autunno che non finisce mai. Tra l’altro, manca anche il marchio di fabbrica “umoristico”, infatti, non compare la solita barchetta con Cussler stesso che passa sullo sfondo, così come faceva Hitchcock nei suoi film.

    Is this helpful?

    Giogio53 said on Mar 18, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Lo zar degli oceani

    Le due nuove "punte di diamante" della NUMA mi stanno coinvolgendo molto, anche se riconosco che non potranno mai avere il fascino di Pitt e Giordino... forse perchè talvolta sembrano delle "copie" degli originali. Comunque è pur sempre un bel libro, ...(continue)

    Le due nuove "punte di diamante" della NUMA mi stanno coinvolgendo molto, anche se riconosco che non potranno mai avere il fascino di Pitt e Giordino... forse perchè talvolta sembrano delle "copie" degli originali. Comunque è pur sempre un bel libro, ben scritto, scorrevole, in cui è molto piacevole tuffarsi.

    Is this helpful?

    Arruzza83 said on Jun 10, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Austin e Zavala non riescono proprio ad accendere le mie simpatie. La trama è sempre quella, trita e ritrita. Il libro scorre bene, si fa leggere diciamo, ma non entusiasma, proprio no.

    Is this helpful?

    Giacomo Rizzo said on Oct 6, 2010 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book