Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

L'odore dell'India

By Pier Paolo Pasolini

(553)

| Others | 9788882462475

Like L'odore dell'India ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Nel 1961, in compagnia di Alberto Moravia e Elsa Morante, Pasolini si reca perla prima volta in India. Le emozioni e le sensazioni provate sono così intenseda spingerlo a scrivere queste pagine, un diario di viaggio divenuto un librodi culto. Continue

Nel 1961, in compagnia di Alberto Moravia e Elsa Morante, Pasolini si reca perla prima volta in India. Le emozioni e le sensazioni provate sono così intenseda spingerlo a scrivere queste pagine, un diario di viaggio divenuto un librodi culto. Pasolini si aggira attento nella realtà caotica del subcontinenteindiano, osservando i gesti e le movenze della gente, seguendo i colori deipaesaggi e soprattutto l'odore della vita. I templi di Benares, le notti diBombay, tutto l'incanto di una terra ammaliante e, insieme, l'orroredell'esistenza che vi si conduce ci vengono restituiti con l'originalità divisione di uno dei nostri più grandi scrittori.Con un'intervista di Renzo Paris ad Alberto Moravia.

33 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 2 people find this helpful

    mi sento addosso la polvere di quelle strade.
    E v o c a z i o n e , con le E maiuscola.

    Is this helpful?

    Chiush said on Jan 28, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    progetto abortito

    per un reading difforme dai soliti un testo di viaggi poteva essere un buon "viatico" per entrare nella carne di P., ma non se ne fece nulla. Appunti di viaggio quelli di P., sensazioni esalazioni assorbimenti furori ancestrali nel caos corporeo d'In ...(continue)

    per un reading difforme dai soliti un testo di viaggi poteva essere un buon "viatico" per entrare nella carne di P., ma non se ne fece nulla. Appunti di viaggio quelli di P., sensazioni esalazioni assorbimenti furori ancestrali nel caos corporeo d'India

    Is this helpful?

    Acetico Glaciale said on Nov 21, 2011 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    Sguardi sull'India - A cura di: Sandro Degli Espositi

    Una lettura in parallelo di brani tratti da tre “diari di viaggio” di autori italiani contemporanei – i tre titoli: Un’Idea dell’India , 1962 di Alberto Moravia, L’odore dell’India, 1962 di Pierpaolo Pasolini, L’esperimento con l’India 1975 di Giorgi ...(continue)

    Una lettura in parallelo di brani tratti da tre “diari di viaggio” di autori italiani contemporanei – i tre titoli: Un’Idea dell’India , 1962 di Alberto Moravia, L’odore dell’India, 1962 di Pierpaolo Pasolini, L’esperimento con l’India 1975 di Giorgio Manganelli - rende evidente come il contatto con paesi e popoli lontani dalle personali esperienze quotidiane susciti nei tre scrittori reazioni e riflessioni diversificate, che rimandano ad una diversità di sensibilità, di scelte culturali, di storie individuali. E può inoltre suggerire stimolanti questioni su che cosa significhi la “conoscenza del diverso” e quali percorsi intellettuali la rendano possibile.

    Is this helpful?

    La Nuova Bottega dell'Elefante said on Oct 30, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    L’India “indimenticabile” di Pasolini

    «Sono le prime ore della mia presenza in India, e io non so come dominare la bestia assetata chiusa dentro di me, come in una gabbia.»

    È questo lo spirito con cui Pier Paolo Pasolini affronta questo viaggio indimenticabile, descritto con tanto poter ...(continue)

    «Sono le prime ore della mia presenza in India, e io non so come dominare la bestia assetata chiusa dentro di me, come in una gabbia.»

    È questo lo spirito con cui Pier Paolo Pasolini affronta questo viaggio indimenticabile, descritto con tanto potere espressivo nell’Odore dell’India; dove, però, “indimenticabile” non tende a rappresentare qualcosa di meraviglioso, fantastico, quanto piuttosto un percorso memorabile, incancellabile, che – come afferma metaforicamente lo scrittore stesso – «si riverberava nella cornea, imprimendosi con tale violenza da scalfirla».
    Si ha così l’idea di uno sguardo perennemente rivolto alla classe sociale più povera, cristallizzato in essa a tal punto da affrontare il ritorno a casa e alla vita quotidiana con sollievo, certo; con alle spalle, però, anche l’ombra incombente di un universo a sé stante, che ferisce i sensi e si cicatrizza a fondo nell’anima.
    Un mondo così vivido e commovente da apparire quasi irreale, nostalgico.
    Eppure l’India esiste sul serio.
    È un’india “indimenticabile”.

    Is this helpful?

    Alfonso Zarbo said on May 12, 2011 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (553)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Others 128 Pages
  • ISBN-10: 8882462471
  • ISBN-13: 9788882462475
  • Publisher: Guanda
  • Publish date: 2000-01-01
  • Also available as: Paperback , Softcover
Improve_data of this book