Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Logica della scoperta scientifica

Il carattere autocorrettivo della scienza

Di

Editore: Einaudi

4.2
(83)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 549 | Formato: Altri

Isbn-10: 8806151142 | Isbn-13: 9788806151140 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: M. Trinchero ; Prefazione: G. Giorello

Disponibile anche come: Paperback , Copertina rigida

Genere: Philosophy

Ti piace Logica della scoperta scientifica?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    Ricordo ancora, il fastidio da me provato, quando per la rima volta ho affrontato il pensiero di Popper. Ho ancora un ricordo vivo, delle lezioni del professore di filosofia della scienza e della lettura relativa alla logica della scoperta scientifica. La mia concezione positivistica del mondo ...continua

    Ricordo ancora, il fastidio da me provato, quando per la rima volta ho affrontato il pensiero di Popper. Ho ancora un ricordo vivo, delle lezioni del professore di filosofia della scienza e della lettura relativa alla logica della scoperta scientifica. La mia concezione positivistica del mondo e della scienza in particolare, che avevo acquisito negli anni scolastici e con l'inizio dell'università, si veniva a scontrare con il pensiero popperiano. Ricordo come mi sforzassi di confutare le idee di Popper senza però minimamente riuscire nell'intento. Nel frattempo la mia costruzione positivistica del mondo si stava sgretolando, lasciando spazio, sempre di più, alla visione della scienza proposta da Popper.
    Una visione che già dalla prime pagine della logica della scoperta di scientifica si delinea rapidamente, per demolire l'impalcatura positivista della scienza, intesa come una progressione piramidale della conoscenza attraverso un processo verificazionista delle teorie in gioco. Cade con Popper l'idea di poter verificare una teoria attraverso il confronto con l'esperienza e nasce invece una teoria della conoscenza che si basa sul processo di corroborazione. In altre parole, lo scienziato deve cercare di escogitare esperimenti atti a falsificare la teoria stessa e se essa non viene falsificata aallora viene rafforzata ma non possiamo mai essere certi della sua verità.

    ha scritto il 

  • 0

    Questo libro ha rappresentato il passo più lungo della gamba. Non è detto che un tema di estremo interesse possa essere compreso, specie per chi come me ne era in realtà a completo digiuno. Forse non era da Popper che dovevo iniziare ad occuparmi di cosa sono composte le basi della ricerca.

    ha scritto il