Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Lolita

By

Publisher: RH Audio

4.1
(9203)

Language:English | Number of Pages: | Format: Audio CD | In other languages: (other languages) Spanish , French , Chi simplified , Portuguese , Italian , Chi traditional , German , Catalan , Dutch , Finnish , Galego , Japanese , Slovenian , Russian , Swedish , Greek , Hungarian , Czech

Isbn-10: 0739322060 | Isbn-13: 9780739322062 | Publish date:  | Edition Unabridged

Also available as: Paperback , Audio Cassette , Hardcover , Others , eBook

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Romance

Do you like Lolita ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
When it was published in 1955, Lolita immediately became a cause célèbre because of the freedom and sophistication with which it handled the unusual erotic predilections of its protagonist. But Vladimir Nabokov's wise, ironic, elegant masterpiece owes its stature as one of the twentieth century's novels of record not to the controversy its material aroused but to its author's use of that material to tell a love story almost shocking in its beauty and tenderness. Awe and exhilaration–along with heartbreak and mordant wit–abound in this account of the aging Humbert Humbert's obsessive, devouring, and doomed passion for the nymphet Dolores Haze. Lolita is also the story of a hypercivilized European colliding with the cheerful barbarism of postwar America, but most of all, it is a meditation on love–love as outrage and hallucination, madness and transformation.With an Introduction by Martin AmisFrom the Hardcover edition.
Sorting by
  • 5

    "Ci sono anime miti che giudicherebbero Lolita insignificante perché non insegna loro nulla. Io non sono né un lettore né uno scrittore di narrativa didattica, e, a dispetto delle affermazioni di John ...continue

    "Ci sono anime miti che giudicherebbero Lolita insignificante perché non insegna loro nulla. Io non sono né un lettore né uno scrittore di narrativa didattica, e, a dispetto delle affermazioni di John Ray, Lolita non si porta dietro nessuna morale. Per me un’opera di narrativa esiste solo se mi procura quella che chiamerò francamente voluttà estetica, cioè il senso di essere in contatto, in qualche modo, in qualche luogo, con altri stati dell’essere dove l’arte (curiosità, tenerezza, bontà, estasi) è la norma." Vladimir Nabokov

    said on 

  • 4

    "Ricordati che è solo una bambina.Ricordati che è solo..."

    Dove finisce l'amore e inizia la malattia?O,ancora meglio,dove finisce la malattia e inizia l'amore?Un libro con un incipit meraviglioso,una storia così grondante di amore,ossessione e disperazione ch ...continue

    Dove finisce l'amore e inizia la malattia?O,ancora meglio,dove finisce la malattia e inizia l'amore?Un libro con un incipit meraviglioso,una storia così grondante di amore,ossessione e disperazione che spesso,durante la lettura,ti dimentichi che in fondo non stai leggendo altro che le memorie di un pedofilo.

    Ps.una stellina in meno per lo stile troppo ampolloso e prolisso.Mi hanno infastidita anche le moltissime espressioni in francese che mettono in difficoltà chi,come me,di francese non sa nemmeno una parola.

    said on 

  • 3

    ho letto le prime 100 pagine a fatica...poi una volta capito il personaggio di Humbert la lettura è diventata scorrevole e affascinante. Buon romanzo che, come già scritto in altre recensioni, è in gr ...continue

    ho letto le prime 100 pagine a fatica...poi una volta capito il personaggio di Humbert la lettura è diventata scorrevole e affascinante. Buon romanzo che, come già scritto in altre recensioni, è in grado di rendere piacevole la storia di un pedofilo, cosa altrimenti difficile se non impossibile.

    said on 

  • 4

    L'HO FINITO!!!!!
    L'esultanza è duplice: anzitutto per me portare a termine la lettura di un russo che non sia Bulgakov è già una notizia. E poi "questo" libro, che ho sempre evitato come la peste... b ...continue

    L'HO FINITO!!!!!
    L'esultanza è duplice: anzitutto per me portare a termine la lettura di un russo che non sia Bulgakov è già una notizia. E poi "questo" libro, che ho sempre evitato come la peste... beh, la maiuscola ci sta tutta.
    Grazie a Marco Baliani, senza la cui splendida voce ed interpretazione non ce l'avrei mai fatta; fosse stato un libro di carta, sarebbe volato giù dalla finestra.

    said on 

  • 3

    La història de Lolita és un clàssic que planteja una situació tan intemporal que mai deixarà de sorprendre. Obsessió i passió com a barreja de sentiments contraposats i l'efecte que provoquen en la co ...continue

    La història de Lolita és un clàssic que planteja una situació tan intemporal que mai deixarà de sorprendre. Obsessió i passió com a barreja de sentiments contraposats i l'efecte que provoquen en la condició humana.

    said on 

  • 4

    Lolita e' indubbiamente un capolavoro, scritto magistralmente bene, talmente bene che non riesci a pensare che il protagonista infondo è solo un pedofilo. Non riesci a provare semplicemente disgusto m ...continue

    Lolita e' indubbiamente un capolavoro, scritto magistralmente bene, talmente bene che non riesci a pensare che il protagonista infondo è solo un pedofilo. Non riesci a provare semplicemente disgusto ma ti immergi nella mente raffinata e intellettuale di Humbert, a capire la sua ossessione per le ninfette, il suo amore ossessivo, passionale e immorale per Lolita che lo porta a fare pazzie, a perdere la ragione. Alla fine ciò che puoi provare e' al massimo pietà ma mai disgusto. Per me questo è incredibile ed è proprio per questo che lo considero un capolavoro oltre per il lessico ricercato e raffinato.
    In conclusione posso dire che è un romanzo di indiscutibile bellezza, fascino, raffinatezza.

    said on 

  • 4

    Il classico di Vladimir Nabokov, Lolita, è un romanzo scritto straordinariamente bene, con un personaggio protagonista e narratore allucinato e lucidissimo, inquietante, perturbante e vicinissimo, pas ...continue

    Il classico di Vladimir Nabokov, Lolita, è un romanzo scritto straordinariamente bene, con un personaggio protagonista e narratore allucinato e lucidissimo, inquietante, perturbante e vicinissimo, passionale e razionale, indimenticabile.

    said on 

  • 4

    Una prosa impeccabile che narra una storia d'amore moralmente imputabile e profondamente ossessiva. Non è la semplice storia di una pedofilia, è tanto altro. Da leggere. Da approfondire. Da apprezzare ...continue

    Una prosa impeccabile che narra una storia d'amore moralmente imputabile e profondamente ossessiva. Non è la semplice storia di una pedofilia, è tanto altro. Da leggere. Da approfondire. Da apprezzare. Nabokov grande artista della parola.

    said on 

  • 4

    Lolita potrebbe essere banalmente definito la cronaca di una pedofilia se non fosse che la scrittura sensazionale costringe a condividere ogni più piccolo avviluppamento cerebrale dell'Humbert pensier ...continue

    Lolita potrebbe essere banalmente definito la cronaca di una pedofilia se non fosse che la scrittura sensazionale costringe a condividere ogni più piccolo avviluppamento cerebrale dell'Humbert pensiero e della sua predilezione per la sensualità acerba delle ninfette, il disgusto morale si accompagna a sprazzi di pietà per quest'uomo maturo che spezza impunemente l'infanzia della sua Lolita e in preda ad una folle ossessione amorosa ne fa il suo parco giochi personale. La potenza del romanzo non si esaurisce nel tema - che certo è scabroso e impudico - ma nella raffinata giostra lessicale che trascende la volgarità e inventa un linguaggio nuovo per la lussuria e lo sfogo dei sensi, il sesso e le fantasie che lo accompagnano sono trasfigurati dalla sensibilità intellettuale del protagonista in raffinate allusioni, in immagini artistiche e nonostante l'atmosfera gravida di depravazione e turpitudine mai una sola parola scade in facile trivialità o in descrizioni esplicite. Nabokov si diletta a rivestire di provocante erotismo l'America provincialotta osservata dai finestrini di un automobile o dalle stanze dei motel a basso prezzo mentre viviseziona letteralmente i sottili reticoli di una mente colta e malata che ripercorre la strada del ricordo e Lolita finisce per essere anche un memento per il crudo realismo della vita in cui gli Humbert non vivono solo nelle pagine di un romanzo ma camminano tra la gente comune protetti dalla maschera della normalità e del perbenismo.

    said on 

Sorting by
Sorting by