Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

L'ombra del vento

Nuova edizione

By Carlos Ruiz Zafon

(650)

| Hardcover | 9788804586401

Like L'ombra del vento ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Una mattina del 1945 il proprietario di un modesto negozio di libri usati conduce il figlio undicenne, Daniel, nel cuore della città vecchia di Barcellona al Cimitero dei Libri Dimenticati, un luogo in cui migliaia di libri di cui il tempo ha cancell Continue

Una mattina del 1945 il proprietario di un modesto negozio di libri usati conduce il figlio undicenne, Daniel, nel cuore della città vecchia di Barcellona al Cimitero dei Libri Dimenticati, un luogo in cui migliaia di libri di cui il tempo ha cancellato il ricordo, vengono sottratti all'oblio. Qui Daniel entra in possesso del libro "maledetto" che cambierà il corso della sua vita, introducendolo in un labirinto di intrighi legati alla figura del suo autore e da tempo sepolti nell'anima oscura della città. Un romanzo in cui i bagliori di un passato inquietante si riverberano sul presente del giovane protagonista, in una Barcellona dalla duplice identità: quella ricca ed elegante degli ultimi splendori del Modernismo e quella cupa del dopoguerra.

4440 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    L'ho amato dalle prime pagine, uno dei libri che mi ha preso di più in assoluto, intenso, coinvolgente, non riuscivo a staccarmene! Bella trama! Zafon ha la capacità di farti entrare nella storia in prima persona, riuscendo a stupirti ad ogni pagina. ...(continue)

    L'ho amato dalle prime pagine, uno dei libri che mi ha preso di più in assoluto, intenso, coinvolgente, non riuscivo a staccarmene! Bella trama! Zafon ha la capacità di farti entrare nella storia in prima persona, riuscendo a stupirti ad ogni pagina. Consiglio questa lettura un po' a tutti.

    Is this helpful?

    Memole said on Jul 25, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    L'ombra del vento, Carlos Ruiz Zafòn

    Un libro molto bello, ma sempre e comunque inferiore a Marina (che continuo a consigliare vivamente a chiunque).
    Pressapoco la struttura dei romanzi di Zafòn è sempre la stessa, così come l'ambientazione, che per la maggior parte delle volte è una Ba ...(continue)

    Un libro molto bello, ma sempre e comunque inferiore a Marina (che continuo a consigliare vivamente a chiunque).
    Pressapoco la struttura dei romanzi di Zafòn è sempre la stessa, così come l'ambientazione, che per la maggior parte delle volte è una Barcellona avvolta dai misteri, ma nonostante ciò, in questo libro non ci si annoia mai, anche se, devo ammettere, che la prima parte del romanzo non è poi così scorrevole, o almeno a me è risultata un poco noiosa.

    (Per chi ha letto entrambi i libri -L'ombra del vento e Marina- ha fatto caso alla piccola citazione che c'è in L'ombra del vento, appunto, relativa a Marina? Quando il protagonista indaga sui libri di Caràx informandoci sulle loro trame, se non ricordo male, descrivendone uno allude esattamente alla storia dell'altro libro, anche, se, Marina, è effettivamente stato pubblicato anni dopo de L'ombra del vento.
    Ad ogni modo è una cosa che adoro dell'autore, il fatto che intrecci personaggi e vicende in ogni suo romanzo, facendo citazioni anche ad altri suoi lavori.)

    Is this helpful?

    twirise said on Jul 25, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    L'ombra del vento - Carlos Ruiz Zafon

    Daniel è un ragazzino di 11 anni quando si imbatte in un romanzo di Julian Caràx, "L'ombra del vento", restandone incredibilmente affascinato, tanto da iniziare una ricerca forsennata delle altre opere dell'autore.
    La ricerca si trasformerà in una st ...(continue)

    Daniel è un ragazzino di 11 anni quando si imbatte in un romanzo di Julian Caràx, "L'ombra del vento", restandone incredibilmente affascinato, tanto da iniziare una ricerca forsennata delle altre opere dell'autore.
    La ricerca si trasformerà in una strana avventura, piena di mistero, personaggi macabri e inquietanti, dove la realtà e la fantasia si sovrappongono continuamente.
    Daniel e Julian, due persone e due vite che si assomigliano, entrambe sembrerebbe destinate a un tragico epilogo.
    Un bel ritmo, una lettura intrigante...una buona istigazione alla lettura.

    Is this helpful?

    Ninphea said on Jul 22, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Una volta iniziato, i presupposti per una bella storia c'erano tutti.
    Il giusto grado di mistero, il bambino al centro della storia, certi personaggi "buffi" o quanto meno originali ad allentare la tensione, altri terrificanti per rinsaldarla...insom ...(continue)

    Una volta iniziato, i presupposti per una bella storia c'erano tutti.
    Il giusto grado di mistero, il bambino al centro della storia, certi personaggi "buffi" o quanto meno originali ad allentare la tensione, altri terrificanti per rinsaldarla...insomma tutto.

    Andando avanti però si vedono i limiti e si intuisce che il libro sia cresciuto un po' a pezzi e bocconi.
    Il protagonista in certe situazioni si dimostra, secondo me, molto più adulto dell'età dichiarata e gli ambienti a volte sembrano anacronistici.

    Arrivati poi a circa metà/un terzo del libro la tecnica narrativa scade in un evento che spiega troppo velocemente ciò che prima è stato accumulato in maniera molto più lenta.
    Di colpo dall'assimilazione di elementi e di indizi si passa a una spiegazione completa di tutto da parte di un'unica persona che sapeva praticamente tutto. E la modalità di confessione è poi forzatissima.

    Tutto troppo repentino e che sgualcisce una storia altrimenti ben congegnata nelle intenzioni.
    La seconda stella si giustifica proprio per la seconda parte della frase precedente...

    Is this helpful?

    Salvatore Pulvirenti said on Jul 21, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Bello...

    ...non c'è che dire. E' un libro molto bello, lo stile di Zafon è molto particolare e la storia interessante. E' un libro indubbiamente scritto bene e mi è piaciuto di più di Marina o del Palazzo della Mezzanotte, ma chissà perché questo autore mi di ...(continue)

    ...non c'è che dire. E' un libro molto bello, lo stile di Zafon è molto particolare e la storia interessante. E' un libro indubbiamente scritto bene e mi è piaciuto di più di Marina o del Palazzo della Mezzanotte, ma chissà perché questo autore mi dimostra che c'è sempre qualcosa di mancante. Inoltre leggendo i suoi libri ho notato che ci sono degli elementi fortemente ricorrenti, come i casi su cui il protagonista deve sempre ingannare, la nevicata incredibile alla fine del libro, in questo modo l'autore dopo un po' risulta banale e meno interessante, colpi di scena zero.

    Is this helpful?

    @nto! said on Jul 20, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Surreale, angosciante, coinvolgente ed emozionante

    Ho letto le prime 330 pagine con il magone e le ultime 10 con le lacrime. È uno di quei libri che ti prende più di pancia che di testa. Ho dovuto far sedimentare un po’ queste sensazioni prima di poter esprimere un giudizio obiettivo. Parto dai (po ...(continue)

    Ho letto le prime 330 pagine con il magone e le ultime 10 con le lacrime. È uno di quei libri che ti prende più di pancia che di testa. Ho dovuto far sedimentare un po’ queste sensazioni prima di poter esprimere un giudizio obiettivo. Parto dai (pochi) difetti: per essere un noir/thriller non ha una trama in sè particolarmente originale o ricca di colpi di scena (o perlomeno quelli che possono essere definiti tali sono facilmente intuibili specie da chi è avvezzo al genere). La struttura narrativa non è certo il punto di forza della storia che si dipana a tratti in maniera prolissa e confusionaria, a tratti in modo troppo esplicativo e didascalico. L’ambientazione è affascinante, ricca di immagini poetiche e suggestive ma la rappresentazione del contesto storico risulta un po’ sommaria e poco credibile, tuttavia penso sia un difetto scusabile in quanto il libro non gira attorno alle vicende della guerra civile spagnola o del regime franchista, esse rappresentano solo lo sfondo su cui si inseriscono le varie vicende personali.
    Il successo del libro non ne fa ovviamente un capolavoro, ma quando un autore riesce a farti calare nella storia facendoti dimenticare del resto del mondo, penso si possa dire che abbia fatto bene il suo lavoro… per quanto non possiamo mai sapere con dove si collochi con esattezza il confine tra pura ispirazione e ruffianeria commerciale.
    Una cosa però per me è certa: per tutte le 346 pagine tu sei Daniel Sempere, abiti nella Barcellona degli anni 40’ e 50’, cresci con lui, ti innamori con lui, soffri per lui, vivi le sue avventure, hai paura per lui, ti affezioni ai suoi amici e a tutta quella carrellata multiforme di personaggi di cui la delicata penna di Zaflòn sa metterne a nudo le anime senza giudizi, senza condanne e senza eroismi.

    Is this helpful?

    Elisaiacono said on Jul 16, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book