Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

L'ombra dell'ultima rosa

By Wolfram Fleischhauer

(110)

| Hardcover | 9788830427365

Like L'ombra dell'ultima rosa ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Berlino, 1999. Giulietta di è appena diplomata alla scuola di danza classica e cerca lavoro presso un teatro di Berlino quando incontra Damián, un giovane coreografo e “tanghero” argentino e tra i due scoppia una passione fortissima. Ma è un amore ch Continue

Berlino, 1999. Giulietta di è appena diplomata alla scuola di danza classica e cerca lavoro presso un teatro di Berlino quando incontra Damián, un giovane coreografo e “tanghero” argentino e tra i due scoppia una passione fortissima. Ma è un amore che non ha futuro… Damián, il cui modo di ballare il tango è diverso da quello di chiunque altro, fugge a Buenos Airea, dopo aver legato e imbavagliato il padre di Giulietta a una sedia e averle lasciato un biglietto laconico quanto inquietante: «Fatto spiegare tutto da lui». Di fronte all’assoluta reticenza del padre, Giulietta decise di seguire il suo amore a Buenos Aires ma il ragazzo sembra essere scomparso nel nulla… Nella capitale argentina Giulietta conosce Lindsey, sociologa e appassionata di tango, e guardando con lei alcuni video di spettacoli di Damián scopre che i suoi passi così strani e originali sono in realtà un codice segreto per raccontare l’indicibile, gli orrori del recente passato del suo paese. Ma dov’è finito Damián? E qual è il suo legame con il padre di Giulietta?

6 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    bellissimo libro...si è vero fino al viaggio a Buenos Aires il racconto è un pò noioso ma poi è un cresciendo di emozioni.
    dopo aver finito la lettura ho avuto difficoltà ad iniziarne un'altro....e come se le emozioni che mi ha suscitato dovessino s ...(continue)

    bellissimo libro...si è vero fino al viaggio a Buenos Aires il racconto è un pò noioso ma poi è un cresciendo di emozioni.
    dopo aver finito la lettura ho avuto difficoltà ad iniziarne un'altro....e come se le emozioni che mi ha suscitato dovessino sedimentare.

    Is this helpful?

    Giannafolinogallo said on Sep 9, 2013 | Add your feedback

  • 17 people find this helpful

    Giulietta, una ballerina classica di Berlino, si innamora di Damián, un ballerino di tango argentino in tournee. Ma a un certo punto lui sparisce, dopo aver legato e imbavagliato il padre di Giulietta. Perché ha fatto una cosa del genere? E perché il ...(continue)

    Giulietta, una ballerina classica di Berlino, si innamora di Damián, un ballerino di tango argentino in tournee. Ma a un certo punto lui sparisce, dopo aver legato e imbavagliato il padre di Giulietta. Perché ha fatto una cosa del genere? E perché il padre mente alla polizia tacendo ciò che Damián e lui si sono detti in quei momenti?
    Giulietta decide di partire per Buenos Aires alla ricerca di Damián, trovandosi in una metropoli che non conosce e senza parlare la lingua. "Le sembrava di nuotare in un lago o in un mare, dalle cui profondità qualcosa di ignoto avrebbe cercato di afferrarla da un moneto all'altro. E la cosa peggiore era che non vedeva l'ora che accadesse."(p.57)
    Giulietta nella sua ricerca è continuamente confrontata segreti, sia del suo amato e.. cosa c'entra suo padre?
    Chi è Damián? Perché provoca chiunque abbia a che fare con lui? È solo "el loco" (il matto), come lo chiamano? Giulietta scopre che lui è come se ballasse parole: scrive messaggi in codice con i passi.
    Trovare Damián è più difficile del previsto, e il mondo del tango è lontano da quello di Giulietta, che assistendo a una milonga ha questa percezione del tango: "con gli abbracci che non erano abbracci, i contatti fisici che rimanevano desideri inappagati. Con quei corpi appesi l'uno all'altro come naufraghi e una trave in balia del mare, senza un senso né una direzione." (p.238)
    "Il tango nasce nella disperazione e finisce nella disperazione. È il prepararsi per qualcosa che non accadrà mai, il ricordo di qualcosa che non è mai accaduto." (p.343)

    È un romanzo stupendo, con un intreccio ben congeniato, pieno di svolte a sorpresa, ricco di informazioni interessanti anche dal punto di vista storico.
    Dell'Argentina si dice: "È un po' come se uno avesse rovesciato qualche migliaio di valigie, ne avesse mescolato il contenuto e poi le avesse riempite di nuovo."(p.236)
    Poi c'è il tema dei desaparecidos. Violenza. Terrore. Disperazione rabbia dolore, e la "La risata infernale di quelli che stanno a guardare e non muovono un dito."
    Le sensazioni di Giulietta sono palpabili, e mi racconta di luoghi che ho rivissuto con un punto di vista opposto al mio. Io rimango dell'idea che "È come se questa città te la tatuassero dentro." Ma son stata con lei. Mi ha fatto riflettere.
    Una battuta per sorridere:
    "Come si suicida un argentino? Si arrampica in cima al suo ego e si butta di sotto." (p.92)

    Is this helpful?

    Linda said on Feb 11, 2013 | 11 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Giulietta è una ballerina di danza classica, Damián, un “tanghero” argentino. Fra loro nasce un amore a prima vista, un amore travolgente ma poi Damian sparisce e in questa sua scomparsa il padre di Giulietta ha un ruolo fondamentale che non vuole sp ...(continue)

    Giulietta è una ballerina di danza classica, Damián, un “tanghero” argentino. Fra loro nasce un amore a prima vista, un amore travolgente ma poi Damian sparisce e in questa sua scomparsa il padre di Giulietta ha un ruolo fondamentale che non vuole spiegare alla figlia. Giulietta parte per Buenos Aires alla ricerca di Damian e qui il romanzo decolla. Giulietta si ritrova sola in un paese di cui non conosce nulla: non ne conosce la lingua, la storia, la cultura e questo renderà ancora più difficile la sua ricerca. Entra nel mondo di Damian, nel mondo delle milonghe e passo dopo passo ricostruirà il puzzle che si intreccia con la storia dell'argentina, coi fantasmi ancora presenti della dittatura.

    Is this helpful?

    Rossana said on Jan 26, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Romanzo strano. La prima parte davvero lenta e, per i miei gusti, poco interessante. Poi, quando la vicenda si sposta da Berlino a Buenos Aires, la storia decolla in un bel crescendo fino quasi alla fine. Inutile l'ultimo capitolo, ri-rallenta. Sopra ...(continue)

    Romanzo strano. La prima parte davvero lenta e, per i miei gusti, poco interessante. Poi, quando la vicenda si sposta da Berlino a Buenos Aires, la storia decolla in un bel crescendo fino quasi alla fine. Inutile l'ultimo capitolo, ri-rallenta. Soprattutto importante il lavoro che fa sulla memoria.

    Is this helpful?

    tecla dozio said on Sep 29, 2011 | Add your feedback

  • 4 people find this helpful

    OTTIMO - PECCATO PER IL TITOLO (ASSURDA LA TRADUZIONE!) - 4 STELLE E 1/2

    Finalmente un romanzo che riconcilia con la narrativa.
    Non è un caso che il libro sia passato inosservato, che non sia entrato in alcuna classifica di best sellers, affollate da Tiffany, gialli truculenti, libri di cucina etc.
    Non conoscevo l'aut ...(continue)

    Finalmente un romanzo che riconcilia con la narrativa.
    Non è un caso che il libro sia passato inosservato, che non sia entrato in alcuna classifica di best sellers, affollate da Tiffany, gialli truculenti, libri di cucina etc.
    Non conoscevo l'autore e mi riprometto di leggere almeno "Un enigma color porpora" (su cui mi sono documentato).
    Uno stile personale, scorrevole eppure ricco e coinvolgente.
    Una trama molto intensa ed interessante che sarebbe banale definire thriller.
    Una accurata ricostruzione storica del travagliato periodo della tragedia argentina dei "desaparecidos".
    Una interessante analisi delle origini del tango ed alcune teorie "spiazzanti" (ma plausibili) al riguardo; una carrellata sul ruolo di Carlos Gardel e di Astor Piazzolla.
    La storia di Giulietta (Juliana) e di Damiàn (Julian) evolve come un tango in un cresceendo di passione e di tragedia; di solitudine e di disperazione.
    Straordinaria l'intuizione letteraria del tango-alfabeto ovvero della possibilità di comunicare concetti verbali con i passi (inediti) di danza.
    Mistero e storia quindi in un romanzo che merita di essere letto!
    Il famoso tango "A media luz" inizia con le parole "Corrientes tres - cuatro - ocho" che è un indirizzo di Buenos Aires, e Giulietta lascia Berlino per cercare in Argentina la verità che ritroverà poi in patria.
    Un'unica (ma pesante) critica (oltre al prezzo): il titolo!!!
    Vorrei saper con quale criterio si è scelto un titolo così banale e (presumibilmente) accattivante! Il titolo originale che propone l'autore (Drei Minuten mit der Wirklichkeit") altro non è che la traduzione in tedesco del primo atto della rappresentazione "Tango - Suite" al centro della narrazione: "Tres minutos con la realidad" ed è anche lo scambio finale di battute tra i protagonisti.
    Da non perdere o da recuperare (motivo per cui ho arrotondato il punteggio)!

    Blue Tango

    Is this helpful?

    Blue Tango said on Sep 17, 2011 | 3 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    E' uscito proprio in questi giorni l'ultimo romanzo dell'autore [nazionalità] Wolfram Fleischhauer. "L'ombra dell'ultima rosa" è un romance dai toni misteriosi, quasi magici, che affonda le sue radici nel sensuale mondo della danza.

    Incontriamo Giul ...(continue)

    E' uscito proprio in questi giorni l'ultimo romanzo dell'autore [nazionalità] Wolfram Fleischhauer. "L'ombra dell'ultima rosa" è un romance dai toni misteriosi, quasi magici, che affonda le sue radici nel sensuale mondo della danza.

    Incontriamo Giulietta Battin, giovane ballerina di danza classica ormai in procinto di affermarsi, che una serie di circostanze, forse persino un po' magiche, finisce per fare coppia con Damián Alsina.

    Damiàn è un ballerino promettente, affascinante ma sicuramente dal carattere complesso. E' una stella nascente della danza e questo basta, ad entrambe, per entrare subito in sintonia; una sintonia che andrà ben oltre la semplice collaborazione professionale.

    Purtroppo le cose fra loro non saranno facili e soprattutto ci sarà qualcuno che, testardamente, deciderà di rovinare il loro amore e rovinarsi la vita. Damiaàn, infatti, dopo il fallimento della sua ultima tournèe, deciderà di sparire, lasciare Giulietta e non farsi più vedere.

    La ragazza, però, che in quanto a testardaggine non ha nulla da invidiare a Damiàn, decide di mettersi sulle sue traccie e di ritrovarlo per riportarlo da lei.

    A questo punto il romanzo s'impenna e da storia romance viene introdotto un elemento avvincente e thriller che accompagnerà Giulietta nel "mondo" di Damiàn che, fra un criminali e contrabbandieri, cercherà di nuotare del complicato ambiente argentino cercando di rimanere viva e di ritrovare il suo amore.

    Ma cosa nasconderà il passato di Damiàn? Chi è veramente? E perchè, prima di abbandonare Giulietta, Damiàn decide di compiere quell'ultimo, inspiegabile, atto?

    Senza dubbio è un romanzo forte, ben scritto e, presumo, abbastanza accurato, per quanto riguarda il ritratto fornito dallo scrittore, di un paese come l'Argentina, un paese fatto di luce e ombre e degli spettri della dittatura che ancora si insuano fra i vicoli di Buenos Aires.

    Lo stile è diretto, pulito ma molto accurato. L'autore riesce a evocare e trasmettere al lettore le tensioni, la sensualità di un ballo o il dolore per un amore perduto. Le parole non ci raccontano semplicemente dei fatti sterili ma li trasmettono e li rappresentano con eleganza ed energia.

    Intrecciare la "durezza" del mondo della criminalità organizzata argentina con il lato "musicale" della danza e della natura della stessa Giulietta ha reso il romanzo ricco di contraddizioni e avvincente, una dolce tensione che ricorda il tango. La Storia si intreccia perfettamente con le vite e le vicende dei personaggi, rendendo il romanzo ricco di tensione, intrigante e assolutamente da leggere.

    Elemento negativo? Molto probabilmente il prezzo. 19,60€ per un libri 409 pagine è esagerato. E' esagerato per qualcunque romanzo e in ogni caso ma un prezzo del genere è veramente proibitivo ed è un peccato visto che la copertina, invece, è molto bella ed elegante.

    Is this helpful?

    »Nasreen™ ~ Sognando Leggendo [NO Ebook] said on Jul 19, 2011 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (110)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
  • Hardcover 400 Pages
  • ISBN-10: 8830427365
  • ISBN-13: 9788830427365
  • Publisher: Longanesi
  • Publish date: 2011-06-01
  • Also available as: Others
Improve_data of this book