Londra immaginata

Voto medio di 73
| 21 contributi totali di cui 16 recensioni , 5 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Affermata scrittrice e giornalista, Anna Quindlen ha nutrito fin da bambinauna vera e propria passione per la lettura, che l'ha portata a conoscere leopere più svariate della letteratura mondiale, dai classici del Settecento edell'Ottocento ag ...Continua
Jo
Ha scritto il 25/04/12

Per il momento promette bene e il mio commento è "potrei scrivere un libro simile su Parigi". Vediamo come prosegue...

ζ Roberta
Ha scritto il 18/04/12
so much has been said, but many voices can be heard
Anna Quindlen è una giornalista e scrittrice americana che fin dalla più tenera età è un'appassionata lettrice e che diventa ben presto un'anglofila in absentia, come dice lei stessa, cioè senza mai essere stata fisicamente in Inghilterra. Evitare un...Continua
Laura
Ha scritto il 27/01/12
Questo libro traccia una mappa ideale della città di Londra, la quale può essere chiaramente definita ancora e soprattutto oggi con questa frase dello scrittore americano Henry James: "Londra è, nell'insieme, la forma di vita più verosimile. Lo dico...Continua
Twin Fitzgerald...
Ha scritto il 14/01/12
Sostanzialmente il libro di una persona che, giunta in quel della sempre amata Londra alla veneranda età di mezzo secolo, si stupisce di non vedere la londra ottocentesca dei romanzi della Austen e di Dickens tutta carrozze e ricchi latifondisti e sp...Continua
bartlebyloscrivano
Ha scritto il 11/01/12
Modesto e a tratti molesto, autoriferito e in più d'una pagina irritante. L'autrice parla di sé in terza persona neanche fosse Giulio Cesare, tratta Dickens da "collega", dà pacche sulle spalle ai grandi e del tu alla storia. Il succo? Giornalista c...Continua

Twin Fitzgerald...
Ha scritto il Jan 15, 2012, 01:06
C'è un famoso aforisma secondo il quale l'America e l'Inghilterra sarebbero due nazioni divise da una lingua comune, attribuito a Churchill, come mi aveva assicurato uno studente di storia moderna; a Shaw, come aveva ribattuto un incallito lettore. M...Continua
Pag. 125
Twin Fitzgerald...
Ha scritto il Jan 15, 2012, 00:33
A New York sappiamo che nella maggior parte dei casi qualche mente ottenebrata decide, per esempio, di eliminare l'edificio neoclassico della gloriosa Penn Station per costruirvi qualcosa di orrendamente moderno, che sembra la creatura illegittima na...Continua
Pag. 108
Twin Fitzgerald...
Ha scritto il Jan 14, 2012, 23:36
E' una sensazione che provo ogni volta che ritorno a Londra, riguardo al carattere essenziale dei suoi abitanti: sempre gentili e disponibili, pronti a darti indicazioni, ma felici di mantenere le distanze senza lasciarsi andare a cordialità del tipo...Continua
Pag. 49
Twin Fitzgerald...
Ha scritto il Jan 14, 2012, 23:34
I londinesi che si mostrano espansivi solitamente lo fanno con un secondo fine: i tassisti, i venditori di souvenir, quelli che offrono gite turistiche e piantine delle città agli angoli delle affollate strade del centro.
Pag. 52
Twin Fitzgerald...
Ha scritto il Jan 14, 2012, 23:33
Come gli olandesi sono bruschi e pragmatici, gli italiani calorosi e socievoli e i francesi spocchiosi, i londinesi sembrano riservati per natura. Nei romanzi del XIX secolo ciò viene spesso mostrato come un segno di differenza di classe: i ricchi so...Continua
Pag. 53

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi