Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Look Back in Anger

By

Publisher: Penguin Plays

3.6
(219)

Language:English | Number of Pages: 96 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Italian , German

Isbn-10: 0140481753 | Isbn-13: 9780140481754 | Publish date: 

Also available as: Hardcover , Softcover and Stapled , eBook

Category: Fiction & Literature

Do you like Look Back in Anger ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 3

    Niente di eccezionale!

    L'opera teatrale narra alcuni episodi della vita quotidiana di Jimmy e Alison, marito e moglie, che condividono lo stesso appartamento con Cliff, un loro amico. I tre sono vittime della monotonia e della noia presenti nella loro vita e vorrebbero evadere dalla routine quotidiana. Ma improvvisamen ...continue

    L'opera teatrale narra alcuni episodi della vita quotidiana di Jimmy e Alison, marito e moglie, che condividono lo stesso appartamento con Cliff, un loro amico. I tre sono vittime della monotonia e della noia presenti nella loro vita e vorrebbero evadere dalla routine quotidiana. Ma improvvisamente un fatto inaspettato li coglierà tutti di sorpresa, un fatto che destabilizzerà il delicato equilibrio costituitosi tra Jimmy e Alison.

    said on 

  • 4

    come rovinare un buon libro

    immaginate di doverlo leggere in lingua inglese durante le vacanze di natale e non essere una cima in inglese!sono diventata stupida e alla fine non l'ho neanche finito. peccato sarebbe stato veramente piacevole e interessante ma me l hanno rovinato.ps non ho fatto il linguistico.=(

    said on 

  • 4

    Alti e bassi,ritmo incalzante,linguaggio tipicamente di chi è grande ma è ancora giovane,bello come i protagonisti pongono la loro ribellione contro la società,si scaldano facilmente ma non fanno male,sono anticonformisti ma allo stesso tempo allontanarsi dalla tradizione è difficile.

    said on 

  • 3

    Questo libro l'ho letto tutto d'un fiato, ma il mio commento finale è stato "eh?".
    Se Jimmy mi ha suscitato odio profondo, non sono riuscita a comprendere bene come Alison potesse sopportare i suoi soprusi da uomo frustrato e addirittura a tornare da lui. Una donna troppo masochista per i m ...continue

    Questo libro l'ho letto tutto d'un fiato, ma il mio commento finale è stato "eh?".
    Se Jimmy mi ha suscitato odio profondo, non sono riuscita a comprendere bene come Alison potesse sopportare i suoi soprusi da uomo frustrato e addirittura a tornare da lui. Una donna troppo masochista per i miei gusti!

    said on 

  • 3

    Non mi dilungo poiché da qualche parte, in questa libreria anobiana, devo aver già inserito una recensione dopo la prima lettura :)
    Sinceramente, Jimmy è un personaggio che mi provoca una forte antipatia. Vuoi il trauma da bambino, vuoi le difficoltà dell'emergere dalla working-class (in qu ...continue

    Non mi dilungo poiché da qualche parte, in questa libreria anobiana, devo aver già inserito una recensione dopo la prima lettura :)
    Sinceramente, Jimmy è un personaggio che mi provoca una forte antipatia. Vuoi il trauma da bambino, vuoi le difficoltà dell'emergere dalla working-class (in questo è pienamente comprensibile), sinceramente un marito così non lo augurerei nemmeno alla mia peggior nemica. Diciamo che se tempo fa, alla prima lettura, Alison rimaneva per me un mistero, adesso sento di capire maggiormente quello che prova, ciò che la riconduce a casa di suo marito nonostante le urla, l'umiliazione e tutto quanto. Non che io condivida, però... semplicemente comprendo.

    said on 

  • 4

    God, how I hate sundays! It's always so depressing, always the same. We never seem to get any further, do we? Always the same ritual. Reading the papers, drinking tea, ironing. A few more hours and another week gone. Our youth is slipping away. Do you know that?

    said on 

  • 4

    Astonishing. I thought nobody could be that rude with the beloved person. That's the real Anger and, unfortunately, that's what our society leads us to develop.

    said on