Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Lord Jim

A Tale

By Joseph Conrad

(10)

| Paperback | 9780141183541

Like Lord Jim ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

This is a classic story of one man's tragic failure and eventual redemption, told under the circumstances of high adventure at the margins of the known world.

105 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Bella e approfondita l'analisi psicologica di Jim, ma a tratti è davvero prolisso. Lettura in inglese consigliata solo a chi padroneggia perfettamente la lingua.

    Is this helpful?

    Ale5875 said on Oct 9, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Immensa la caratura di questo diamante. La vicenda di un uomo che fa dell'onore, della dignità e del riscatto i valori più importanti della propria esistenza: una storia di uno spessore etico incredibile e per giunta scritta nello stile più impeccabi ...(continue)

    Immensa la caratura di questo diamante. La vicenda di un uomo che fa dell'onore, della dignità e del riscatto i valori più importanti della propria esistenza: una storia di uno spessore etico incredibile e per giunta scritta nello stile più impeccabile. Una pietra miliare nella vita di chi ha la fortuna di possedere questo romanzo e di averlo letto.

    Is this helpful?

    FormicAlata said on Sep 29, 2014 | Add your feedback

  • 6 people find this helpful

    LORD JIM - UNA SPECIE DEFINITIVAMENTE ESTINTA.

    LORD JIM
    Una specie definitivamente estinta.
    Lo stesso Conrad lo fa definire da Marlow e Stein, SMODERATAMENTE ROMANTICO.
    Un giovane inglese e la sua etica integra, integralista alla quale viene meno in un momento fatale di istintiva umanissima paura ...(continue)

    LORD JIM
    Una specie definitivamente estinta.
    Lo stesso Conrad lo fa definire da Marlow e Stein, SMODERATAMENTE ROMANTICO.
    Un giovane inglese e la sua etica integra, integralista alla quale viene meno in un momento fatale di istintiva umanissima paura. Un salto dalla murata della nave un attimo prima che affondi, nella consapevolezza di non poter far nulla per aiutare. Un salto in mare, lasciando centinaia di persone stipate a morire annegate. Come le bagnarole degli scafisti nel Mediterraneo.
    E non ha nessuna importanza che in realtà la nave non affondi, che venga rimorchiata e l’intero carico umano messo in salvo. Ormai l’atto vile è stato compiuto e l’onore, corpo identitario di Jim, è stato irrimediabilmente compromesso. Così come i sogni di gloria e di avventura. Un salto e il futuro ha un'unica crudele strada da percorre.
    Jim, alto biondo bello, duro e morbido, la dignità ferita. Jim che affronta il processo a testa alta e sguardo dritto. Jim, l’incarnazione dell’onestà, della lealtà, della sincerità. Jim che lavora strenuamente per rifarsi una vita, Jim perseguitato dalla sua onta.
    Jim che arriva a Pastusan, un luogo isolato, all’interno, un insediamento di agricoltori buddisti soggiogato da un pazzo disumano, lungo un fiume fangoso, stretto tra due montagne in cui il sole affonda come a morire. La giungla tutta intorno e la nebbia a bagnare un’umanità povera, vessata. Jim, alto e bianco, rilucente di luce, irradiante bontà, ci crede, questa volta, al riscatto in terra. Sottomette il tiranno Sherif Ali, diviene amico del capo tribù Doramin, incontra Gioiello, la ragazza di cui s’innamorerà e governerà l’area in pace, con saggezza e giustizia. Sarà chiamato Tuan Jim, ovvero Lord Jim.
    Ma l’ala scura della sua coscienza/destino non ha finito il suo sporco lavoro.

    Questo libro fa parte della raccolta che ho nel e-book. Non è il mio Conrad preferito, ma ho voluto tirarlo fuori dal gruppo per compiere simbolicamente un atto di riscatto. Ridare dignità a questo eroe mancato, smoderatamente romantico, epico che mi piacerebbe far tornare in vita.
    Lode e onore a Jim.
    Rileggendo mi sono accorta che ho dato tanta luce a Jim, e una patina eccessivamente fulgida, in realtà Conrad lo lascia nell'ombra, nella vergogna, nell'incertezza. Le voci che descrivono Jim sono molteplici e quindi diverse nelle percezioni, contrastanti, opposte. Non mancano personaggi viscidi, laidi, crudeli, cinici, nelle cui parole Jim diviene merce avariata.

    Is this helpful?

    Gloria Albonetti said on Aug 28, 2014 | 5 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Non mi è dispiaciuto, ma non posso dire neppure che mi abbia appassionata. Certi passaggi erano affascinanti, molto approfondita la descrizione dei tormenti di Jim, e ho trovato interessante la critica di fondo al colonialismo, con le sue luci e ombr ...(continue)

    Non mi è dispiaciuto, ma non posso dire neppure che mi abbia appassionata. Certi passaggi erano affascinanti, molto approfondita la descrizione dei tormenti di Jim, e ho trovato interessante la critica di fondo al colonialismo, con le sue luci e ombre, però per gran parte del tempo mi sono annoiata e ho trovato il romanzo, nell'insieme, davvero pesante.

    Is this helpful?

    said on May 20, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Può un uomo scappare ad una colpa che lo rode da dentro? Si se non ha morale, basta trovare un giustificativo forte per tale colpa! Un giustificativo che regga ai tentativi di farsi largo della propria coscienza. Ma se l'uomo è un inguaribile romanti ...(continue)

    Può un uomo scappare ad una colpa che lo rode da dentro? Si se non ha morale, basta trovare un giustificativo forte per tale colpa! Un giustificativo che regga ai tentativi di farsi largo della propria coscienza. Ma se l'uomo è un inguaribile romantico ed ha una coscienza forte allora nulla potrà sottrarlo al proprio rimorso. E' inutile fare come Jim: scappare dalla civiltà per andare a nascondersi dove nessuno conosce la sua storia, dove nessuno lo ritiene colpevole di nulla. Li Jim era innocente davanti agli uomini ma sempre colpevole davanti al giudice più severo: se stesso.
    La colpa ed il tentativo di fuggirvi sono il centro del libro, di questo enorme viaggio nell'abisso del rimorso. Conrad, da abile marinaio, ci fa navigare su di esso con maestria grazie, soprattutto, alla sua scrittura non diretta ma evocativa. Jim si delinea pian piano nella mente del lettore, egli è un personaggio difficile da comprendere ma condivisibile, affascinante grazie al suo rimorso interno.
    Jim è un uomo vero, forte ma fragile, come tutti. Grandissimo Conrad.

    Is this helpful?

    Paranoid Android (Meno male che Anobii c'è!) said on Apr 11, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book