Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Los muertos vivientes 1

Días pasados

By

Publisher: Planeta de Agostini

4.3
(637)

Language:Español | Number of Pages: 144 | Format: Others | In other languages: (other languages) English , Italian , French , German

Isbn-10: 8467414170 | Isbn-13: 9788467414172 | Publish date: 

Illustrator or Penciler: Tony Moore

Category: Comics & Graphic Novels , Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy

Do you like Los muertos vivientes 1 ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
En un mundo gobernado por los muertos, por fin nos vemos obligados a empezar a vivir.
Sorting by
  • 3

    Apocalisse con Zombie

    Forse sono troppo affezionata alla serie tv, che conosco a menadito, per poter apprezzare la sintesi del fumetto, dove mancano i personaggi che reputo più interessanti. Innegabile è la perfezione dei ...continue

    Forse sono troppo affezionata alla serie tv, che conosco a menadito, per poter apprezzare la sintesi del fumetto, dove mancano i personaggi che reputo più interessanti. Innegabile è la perfezione dei disegni dai quali si resta affascinati. In GIORNI PERDUTI c’è il senso profondo della fragilità della società contemporanea che Robert Kirkmann ha voluto imprimere al suo geniale fumetto, che l’ha lanciato e reso famoso in tutto il mondo. È partendo dalla serie che mi sono avvicinata, prima ai romanzi, ed infine ai fumetti.
    Rispetto ai romanzi, che trattano altre storie, il fumetto è, per alcuni versi, fedelissimo alla serie tv, per altri, se ne discosta a tal punto da cambiare i meccanismi della narrazione, modificandone irreversibilmente la trama.
    Rick Grimes, agente di polizia, si risveglia dal coma e il mondo è profondamente cambiato. Non è più quello in cui viveva prima di essere ferito: sua moglie e suo figlio sono spariti, la sua casa è vuota, la sua piccola e pacifica città è deserta. A infestarla ci sono solo mostri feroci che, in parte, hanno ancora sembianze umane, ma Rick non vuole credere che possano essere gli stessi cittadini che un tempo conosceva. È così che inizia la ricerca disperata della sua famiglia. La storia, però, è nota. Chi con conosce la serie THE WALKING DEAD?
    Pur non essendone totalmente convinta, non escudo che potrei leggere anche i successivi fumetti della serie. ;-)

    said on 

  • 4

    El inicio del apocalipsis. La mayoría lo hemos conocido a partir de la serie, pero ahora compruebo que el material de inicio es formidable. En blanco y negro, directo y narración sin adornos. La trama ...continue

    El inicio del apocalipsis. La mayoría lo hemos conocido a partir de la serie, pero ahora compruebo que el material de inicio es formidable. En blanco y negro, directo y narración sin adornos. La trama se diferencia bastante de la serie de TV.

    said on 

  • 5

    Non leggevo fumetti da una vita e per quanto abbia seguito la serie TV e quindi fossi già a conoscenza di gran parte della trama di questo primo episodio posso definirlo solo in una maniera: magistral ...continue

    Non leggevo fumetti da una vita e per quanto abbia seguito la serie TV e quindi fossi già a conoscenza di gran parte della trama di questo primo episodio posso definirlo solo in una maniera: magistrale.

    said on 

  • 4

    Si parte!

    Primo volume della saga "zombesca" di Kirkman, da cui è tratta anche l'omonima serie TV. Da cui, per certi versi, si distacca quasi subito nella cronologia di alcuni eventi. I personaggi, per ora, son ...continue

    Primo volume della saga "zombesca" di Kirkman, da cui è tratta anche l'omonima serie TV. Da cui, per certi versi, si distacca quasi subito nella cronologia di alcuni eventi. I personaggi, per ora, sono gli stessi, le situazioni pure (più o meno). Ma la sensazione è che si stia leggendo qualcosa di "diverso" rispetto a quanto visto sul piccolo schermo. Ed è un bene.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    4

    Gli sparano.
    Va in coma.
    Si sveglia in un ospedale pieno di zombie e, nonostante tutto, ce la fa a scappare.
    Gli tirano una badilata in testa.
    Rischia di venir divorato da zombie, si salva e vede maci ...continue

    Gli sparano.
    Va in coma.
    Si sveglia in un ospedale pieno di zombie e, nonostante tutto, ce la fa a scappare.
    Gli tirano una badilata in testa.
    Rischia di venir divorato da zombie, si salva e vede maciullato il cavallo davanti agli occhi.
    Fa un po' di parkour sui tetti con un ragazzino rischiando di sfracellarsi.
    Rischia ancora la vita piuttosto che stare con la moglie e il figlio.
    Scopre che il suo miglior amico si è scopato sua moglie.

    ...e in tutto questo Rick non si incazza. Mai!
    Quest'uomo è un santo o un cretino.

    Ah sì: muore qualche personaggio inutile. D'altronde è un fumetto di zombie, mica i Puffi!

    said on 

  • 3

    Sopravvivere agli zombie

    Primo volume di una lunga saga, presenta una storia zombesca basata sui personaggi e sulla loro interazione in condizioni estreme: un "survival" basato sui rapporti umani, sulla grandezza e sulla mise ...continue

    Primo volume di una lunga saga, presenta una storia zombesca basata sui personaggi e sulla loro interazione in condizioni estreme: un "survival" basato sui rapporti umani, sulla grandezza e sulla miseria di personaggi che sembrano reali. Con disegni imperfetti ma gradevoli ed estremamente funzionali.

    said on 

  • 5

    Molto bella anche la prefazione

    Quante sono le ore in una giornata che non trascorri di fronte ad un televisore acceso? Quando è stata l' ultima volta che hai davvero dovuto faticare per ottenere qualcosa che desideravi? E quanto te ...continue

    Quante sono le ore in una giornata che non trascorri di fronte ad un televisore acceso? Quando è stata l' ultima volta che hai davvero dovuto faticare per ottenere qualcosa che desideravi? E quanto tempo è passato da quando hai desiderato qualcosa che ti fosse veramente necessario?

    Il mondo che conoscevamo è scomparso.
    A quello del consumo e del superfluo se ne è sostituito un altro, fatto di responsabilità e sopravvivenza.
    Un' epidemia di proporzioni apocalittiche ha contagiato il globo, risvegliando i morti che ora si cibano dei vivi.
    Così, in pochi mesi, la società è collassata: niene più governo, supermercati, posta. Niente più tv via cavo.

    E in un mondo in cui regnano i morti, noi siamo alla fine costretti a iniziare a vivere.

    said on