Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Los muertos vivientes 3

Seguridad tras los barrotes

By Robert Kirkman

(169)

| Others | 9788467424294

Like Los muertos vivientes 3 ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

21 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Finalmente una parte della storia non presente nella serie tv e stavolta la lettura mi ha davvero appassionato.

    Is this helpful?

    Rik_1980 said on Jun 23, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    Tutti in prigione!
    Attenzione però si muore davvero male lì dentro!
    Ci sono dei detenuti e ci scappa il morto (anzi due: double shot sulle figlie piccole del contadino): di sicuro è il prigioniero di colore.
    "In prigione!"
    "...ma siamo già in prigio ...(continue)

    Tutti in prigione!
    Attenzione però si muore davvero male lì dentro!
    Ci sono dei detenuti e ci scappa il morto (anzi due: double shot sulle figlie piccole del contadino): di sicuro è il prigioniero di colore.
    "In prigione!"
    "...ma siamo già in prigione..."
    "Ah...sì...beh...in cella!"
    "Ma ce la fai? Dormiamo tutti nelle celle..."
    "Ma che palle! Vabbè: in cella ma lo chiudiamo per davvero!"
    Sorpresa: l'assassino è il tizio tranquillo con gli occhiali.
    "Scusa tizio di colore: sei libero"
    "'fanculo!"

    Is this helpful?

    Myeo said on Apr 7, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Dietro le sbarre dell'umanità

    Le cose cominciano a farsi veramente complicate per Rick Grimes e soci che, approdati al “paradisiaco” rifugio di un carcere, scoprono di dover fare i conti non tanto con gli zombie che li assediano, quanto con la loro stessa umanità, la mancanza di ...(continue)

    Le cose cominciano a farsi veramente complicate per Rick Grimes e soci che, approdati al “paradisiaco” rifugio di un carcere, scoprono di dover fare i conti non tanto con gli zombie che li assediano, quanto con la loro stessa umanità, la mancanza di fiducia, la crudeltà e la follia. Sarà banale affermare che l’inferno è dentro di noi, ma Robert Kirkman lo fa in maniera talmente magistrale, e con una tale attenzione ai personaggi e ai loro dialoghi, da riuscire a produrre un fumetto davvero memorabile.

    Is this helpful?

    Imagus Comics 2010-2014 said on Jan 3, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    Un título muy acertado porque es uno de los grandes momentos de la serie, la llegada a la prisión donde transcurrirá gran parte de ella.

    A estas alturas, el grupo de supervivientes ha ido tomando posesión de varios lugares, en los que se ha encontr ...(continue)

    Un título muy acertado porque es uno de los grandes momentos de la serie, la llegada a la prisión donde transcurrirá gran parte de ella.

    A estas alturas, el grupo de supervivientes ha ido tomando posesión de varios lugares, en los que se ha encontrado más o menos a salvo. Esta vez, una prisión de alta seguridad se percibe como un auténtico fortín en el que poder refugiarse sin demasiados problemas y resistir durante meses.

    Robert Kirkman utiliza esta premisa para encerrar al grupo de Rick Grimes en un microcosmos, en el que, como suele pasar, aparecen nuevos personajes que enriquecen la trama. Cuatro convictos, aislados en el comedor de la prisión que han resistido durante meses sin saber qué ocurría fuera de las cuatro paredes donde habán quedado atrapados.

    El guionista vuelve a jugar con nosotros, haciéndonos dudar de las intenciones de los recién agregados personajes. Un suceso traumático, provocado por alguien que todavía está vivo, rompe la momentánea tranquilidad en que se han refugiado. Los equívocos desencadenan una escisión, y cuando todo parece arreglarse, la situación explota.

    Kirkman disfruta haciéndo que los vivos se peleen, y si los muertos tuvieran sentimientos, estarían demasiado ocupados riéndose de ellos como para comérselos.

    La personalidad de Rick comienza a evolucionar, y este pilar de la sociedad comienza a dejarse llevar por la situación, algo que ya le ocurrió a Shane y que está provocando que la figura del lider carismático y benevolente comience a desdibujarse.

    Un punto más a favor del escritor, que permite que en apenas dos páginas, cambie totalmente la imagen que tenemos de él. En cuanto al dibujo, Charlie Adlar continúa con su fantástico trabajo, y en este tomo ya nos hemos olvidado totalmente de Tony Moore. Los personajes ya son suyos completamente, y se divierte con ellos.

    Fantástico, por cierto, el cliffhanger de este tomo, que promete que el próximo será muy intenso.

    Is this helpful?

    Ratona de biblioteca said on May 12, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Volume 3 - Al sicuro dietro le sbarre

    1. Anche il terzo volume me lo sono letteralmente divorato, anche più dei due precedenti, si perchè ritroviamo i superstiti pronti a liberare il penitenziario dai Walkers che ancora si aggirano...che sono giusto un paio di centinaia di milioni che vo ...(continue)

    1. Anche il terzo volume me lo sono letteralmente divorato, anche più dei due precedenti, si perchè ritroviamo i superstiti pronti a liberare il penitenziario dai Walkers che ancora si aggirano...che sono giusto un paio di centinaia di milioni che voi che sia

    Ma oltre alla bonifica e alla messa in sicurezza del penitenziario ho trovato da urlo il modo in cui Robert Kirkman riesce a gestire il cast di personaggi, in questo volume abbiamo qualche ritorno, come Hersell e la sua famiglia, ormai allargata a Glenn (Ben tornato Shorty! ), ma anche qualche personaggio nuovo che sembra uscito di peso da "OZ" il serial non il Mago di

    Romerianamente Uomo-Kirk ci mostra che la minaccia vera viene sempre dagli umani, infatti asistiamo ad un massacro di personaggi, parte piano con un omicidio dettato da amore in un mondo di morti, per salire di colpi di tensione e di ammazzamenti, Tyrese ha la sua parte, letteralmente voltavo le pagine dicevo, Tyrese no! non fare cosi! ragiona perchè nooo non andare!

    Alla luce della nuova rivelazione sui Walkers, Rick ne approfitta per tornare indietro a chiudere un conto in sospeso, mentre i legami tra i personaggi si infittiscono e si incrociano, il tutto orchestrato magnificamente da Kirkman che veramente sa come far parlare i personaggi, come costrurli, e sopratutto come utilizzarli in maniera corale tra di loro

    In più c'è tempo anche per temi sociali anche spinosi, Rick si trova a dover stabilire delle nuove regole, se per tutto il tempo è in bilico tra un assurdo ottimismo, o abissi di nera ferocia (Un uomo lievemente sotto stress il nostro Sceriffo...), a tutto questo va ad aggiungersi anche la pena di morte, questa serie ti fa veramente pensare...cosa farei io se fossi li? cosa sceglierei? e per la prima volta dall'inizio della serie non ero in accordo con Rick, ah! ma tornerà sto argomento, sono sicuro che Kirkman sfrutterà questa cosa...

    Charlie Adlard migliora rispetto al secondo volume, e secondo me è meglio di Terry Moore perchè ancora più realistico come tratto, vedi proprio la disperazione dei personaggi, fantastico.

    Il finale lascia intendere che nel prossimo volume accadrà di tutto, difficile credere che possa essere un volume migliore di questo, che è emotivamente stratosferico, lo scoprirò presto comunque...

    Is this helpful?

    CASSIDY said on Apr 19, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    coinvolgente

    Da quanto non leggevo un fumetto così coinvolgente!Da non perdere ragazzi!

    Is this helpful?

    rafabarbosa said on Mar 28, 2013 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Groups with this in collection