Los vigilantes del faro

By

Publisher: Maeva

3.6
(784)

Language: Español | Number of Pages: 448 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Swedish , Dutch , English , German , French , Danish , Catalan , Portuguese , Italian , Polish

Isbn-10: 8415532792 | Isbn-13: 9788415532798 | Publish date:  | Edition 1

Also available as: eBook , Mass Market Paperback

Category: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Do you like Los vigilantes del faro ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Desde que Patrik se ha reincorporado al trabajo, Erica se dedica de lleno a sus gemelos, que nacieron prematuros. Apenas tiene tiempo para ir a visitar a Annie Wester, una compañera de instituto que acaba de regresar a Fjällbacka después de muchos años. Junto con su hijo Sam, Annie se ha instalado en el faro abandonado de la isla de Gråskär, propiedad de su familia. A pesar de los rumores que circulan por el pueblo sobre la leyenda de la «isla de los espíritus», en la que los muertos vagan libremente, no parecen importarle las voces extrañas que oye por la noche. Además, su antiguo novio Matte Sverin, quien también ha pasado unos años en Estocolmo y acaba de empezar a trabajar en el Ayuntamiento de Fjällbacka, aparece asesinado. Annie es la última persona que lo ve con vida.

Estos sucesos le depararán a Patrik y a su eficaz colaboradora Paula muchos quebraderos de cabeza. Por su parte, Erica, que realiza su propia investigación en paralelo, conseguirá atar algunos cabos sueltos que serán de gran ayuda para la resolución del caso.
Sorting by
  • 0

    Dopo Stig Larson forse gli svedesi si pensano e si riscoprono tutti grandi scrittori di triller e gialli, no perché questo mi da proprio questa idea, per essere un giallo c'è poca suspance, per essere ...continue

    Dopo Stig Larson forse gli svedesi si pensano e si riscoprono tutti grandi scrittori di triller e gialli, no perché questo mi da proprio questa idea, per essere un giallo c'è poca suspance, per essere un triller c'è poca sostanza, gli intrecci troppo poco ben fatti...magari il finale è in linea con i tempi moderni, tanto per dare un tocco anomale in un racconto moooolto poco amabile.

    said on 

  • 5

    Lackberg=certezza!

    Mi è piaciuto molto, la trama è intensa ed intrecciata, più storie (molto forti) che non sembrano collegate e invece...Ho intuito chi fosse l'assassino solo verso la 400esima pagina (su 444!). Solita ...continue

    Mi è piaciuto molto, la trama è intensa ed intrecciata, più storie (molto forti) che non sembrano collegate e invece...Ho intuito chi fosse l'assassino solo verso la 400esima pagina (su 444!). Solita bravura nella descrizione di personaggi e ambienti, più pathos che nei precedenti.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    2

    Il livello sta calando

    I romanzi con il procedere della serie stanno calando di livello, il metodo è sempre lo stesso, i protagonisti scoprono qualcosa che si rivelerebbe importantissimo e se lo scordano fino alla fine oppu ...continue

    I romanzi con il procedere della serie stanno calando di livello, il metodo è sempre lo stesso, i protagonisti scoprono qualcosa che si rivelerebbe importantissimo e se lo scordano fino alla fine oppure quando vengono a conoscenza di dettagli o ragionamenti fondamentali il lettore non ne viene messo a parte per diverso tempo, non si può pensare di basare tutta la suspense su questi espedienti. Inoltre la trovata di inserire spezzoni di una storia ambientata nel passato è sfuggita di mano, in questo episodio non ha collegamenti realmente importanti con la storia principale, sembra una cosa messa tanto per inserire qualcosa.

    said on 

  • 4

    Forse il migliore letto fino qui della serie. La storia scivola via e non ti accorgi nemmeno dei cambi scena e dello spostarsi del focus narrativo: sei dentro la storia! Bello è dire poco. Lackberg so ...continue

    Forse il migliore letto fino qui della serie. La storia scivola via e non ti accorgi nemmeno dei cambi scena e dello spostarsi del focus narrativo: sei dentro la storia! Bello è dire poco. Lackberg sopraffina e sapiente.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    3

    Il guardiano del faro

    Mah, l'ho finito di leggere da poche ore e non l'ho trovato avvincente quanto i precedenti. Il tema è sicuramente serio e non parlo solo della violenza sulle donne ma anche della reazione della mente ...continue

    Mah, l'ho finito di leggere da poche ore e non l'ho trovato avvincente quanto i precedenti. Il tema è sicuramente serio e non parlo solo della violenza sulle donne ma anche della reazione della mente femminile dopo aver commesso l'omicidio del figlio e di quanto una madre sia disposta a sacrificarsi per i propri figli.
    Rimane sempre un buon libro.

    said on 

  • 4

    Il settimo volume della saga della Lackberg affronta un tema doloroso ed attuale: la violenza sulle donne, che di certo non è appannaggio dell’Europa meridionale, ma anche in Svezia fa la sua parte di ...continue

    Il settimo volume della saga della Lackberg affronta un tema doloroso ed attuale: la violenza sulle donne, che di certo non è appannaggio dell’Europa meridionale, ma anche in Svezia fa la sua parte di vittime.
    Tra loro Annie, in fuga dal marito violento che ha ucciso, si rifugia su un’isola dove i fantasmi sembrano tenere al sicuro lei e il piccolo Sam. Sulla stessa isola aveva vissuto Emeline, ignorata quando non vessata dal marito Karl, oltre un secolo prima. Anche Madeleine è una donna in fuga, ma il suo marito violento è vivo e vegeto, sempre in agguato pronto a fargliela pagare.
    Il caso d’indagine di Patrik Hedstrom e della polizia di Tanumshede tutta è questa volta Matte Sverin, un giovane che ha lavorato per un’organizzazione a tutela delle donne prima di tornare al suo paese natatale dopo una violenta aggressione. È proprio a Fjallbacka però che viene trovato morto, ucciso con un proiettile alla nuca.

    I “nostri eroi” procedono con le loro vite: dopo un tragico incidente, Anna ha perso il bambino che aspettava da Dan e il loro matrimonio attraversa una brutta crisi. Erika invece ha avuto due gemelli ed affronta questa seconda doppia maternità con grande serenità rispetto alla nascita di Maja che l’aveva tanto angosciata.

    Forse un po’ più prevedibile dei precedenti volumi, alcuni elementi che avrebbero dovuto creare sorpresa me li aspettavo in realtà fin dall’inizio, mentre per fortuna l'identità del colpevole non ero riuscita a capirla in anticipo: quindi, ancora una buona prova dell’autrice.

    said on 

  • 5

    Indagine con sfondo macabro, e la presenza costante del problema della violenza sulle donne. La donna che, messa da parte dal marito con la minaccia di essere estromessa dalla vita del figlio, che fug ...continue

    Indagine con sfondo macabro, e la presenza costante del problema della violenza sulle donne. La donna che, messa da parte dal marito con la minaccia di essere estromessa dalla vita del figlio, che fugge nell'isola di sua proprietà, abitata, come si dice in paese, dai fantasmi. Lì ritrova un vecchio amico, che viene successivamente ucciso. La polizia scopre che Matte (la vittima), ha lavorato per un'associazione che aiuta le donne maltrattate, e si innamora di una di loro, che riesce a far fuggire... insomma, storie di violenza recenti e anche antiche, perché, come sempre accade nei libri di Camilla Lackberg, c'è sempre un richiamo ad accadimenti del passato.

    said on