Lover Enshrined

Un amore prezioso

Di

Editore: Mondolibri

4.1
(1246)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 462 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo

Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Altri , Paperback , eBook

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Rosa , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Lover Enshrined?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Il profondamente leale Phury ha sacrificato sé stesso per il bene della sua razza, diventando il maschio con la responsabilità di tenere viva la linea di sangue della Confraternita. In quanto Primale delle Elette, sarà il padre di figli e figlie che assicureranno la sopravvivenza alle tradizioni della razza e che ci siano guerrieri che combatteranno coloro che vogliono l'estinzione di tutti i vampiri. La sua prima compagna, l'Eletta Cormia, vuole non soltanto il suo corpo, ma il suo cuore per sé e vede un maschio ferito nell'animo, oltre tutta la sua nobile responsabilità. Ma mentre infuria la guerra contro la Lessing Society e una tragedia grava sulla dimora della Confraternita, Phury deve scegliere tra dovere ed amore...
Ordina per
  • 5

    Finalmente un romanzo della Ward che mi piace senza riserve. Si abbandona, pian piano, lo stile un po' stucchevole dei libri precedenti, per adottarne uno più sciolto e più naturale. Finalmente dei vi ...continua

    Finalmente un romanzo della Ward che mi piace senza riserve. Si abbandona, pian piano, lo stile un po' stucchevole dei libri precedenti, per adottarne uno più sciolto e più naturale. Finalmente dei villain con un po' di carisma, e nuovi personaggi tutti da scoprire. Ora sì che questa serie mette il turbo ^_^

    ha scritto il 

  • 4

    Mi ha fatto tornare la voglia di leggere....

    Un capolavoro? No! Una storia indimenticabile? No! Uno dei 10 libri che vanno assolutamente letti nella vita? No! Niente di più di una lieve e romantica "bagattella" sui vampiri (tra l'altro neanche g ...continua

    Un capolavoro? No! Una storia indimenticabile? No! Uno dei 10 libri che vanno assolutamente letti nella vita? No! Niente di più di una lieve e romantica "bagattella" sui vampiri (tra l'altro neanche granchè originale), che probabilmente non meritava neanche le quattro stelline che gli ho attribuito, ma dopo mesi di libri(anche di autori famosi ed accreditati) che sono state lentissime agonie, dopo una sfilza di 2 o 3 stelline profuse a piene mani, questo libro mi ha ridato la voglia di leggere e l'ho divorato in due giorni.
    Nulla di nuovo sotto il sole, la trama è sempre la medesima, vampiro forte e virile, ma con molti problemi esistenziali ed insicurezze di vario genere incontra vampira dolce, tenera e paziente, l'amore esplode e tutto si risolve. Questa volta è il turno di Pury, vampiro vergine, con seri problemi di tossicodipendenza, autocandidatosi per la riproduzione della specie e con molti problemi irrisolti col gemello "fuori di testa" che alla fine si dimostra meno "fuori di testa" del protagonista. Molti ghiotti input per accendere l'attenzione delle lettrici circa le altre storie della saga e l'immancabile lieto fine.
    Non ci aspettavamo nulla di più e ci va bene così!!! ;o)

    ha scritto il 

  • 2

    Due stelline e mezzo.
    Sicuramente il libro peggiore della saga, fino ad ora; Phury, per il quale nutrivo una discreta stima, viene presentato come un drogato che si tira delle storie pesanti perchè vu ...continua

    Due stelline e mezzo.
    Sicuramente il libro peggiore della saga, fino ad ora; Phury, per il quale nutrivo una discreta stima, viene presentato come un drogato che si tira delle storie pesanti perchè vuole una donna che ha la vitalità e la presenza di spirito di un ficus benjamin. Il ficus benjamin sopracitato ha vissuto per tutta la sua vita in un posto dove non sanno nemmeno cosa sia la TV e mangiano solo cose bianche (Ward, ma cosa ti fumi la sera?) e continua ad essere, per tutto il libro, una presenza che si fa sentire quanto un soprammobile brutto che lo prendi e lo metti da qualche parte, dimenticandotene finchè non lo urti e lo rompi e dici "meno male!".
    La Ward però, furba come una faina, riesce come sempre ad introdurre delle sottotrame interessanti che invogliano a continuare la lettura, strizzandoti l'occhio e dicendoti: "ti piace l'idea? Nel prossimo libro ti parlerò solo di loro!". Ecco quindi la storia di Rehv, interessante, di John, di Blay e di Qhuinn. I cattivi forse, e dico forse, hanno fatto i cattivi, usando uno stratagemma che non commento per buona educazione nei confronti di questa signora scrittrice, della quale apprezzo la fantasia e l'intraprendenza. Ah, sì! In tutto questo ci sono anche dei capitoli noiossisimi che culminano in una scena citofonata (ci mancava) con tanto di incursione di un personaggio di un altro mondo, sempre inventato dalla Signora me le suono e me le canto Ward.
    Il solito passatempo interessante, tanto più che l'ho letto in inglese e ho avuto la conferma che la traduzione italiana è pessima.
    Appena ho tempo continuo...l'estate invoglia alle letture leggere, anche se al momento ho una coda di lettura tra il serio e l'impegnativo.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    LA CONFRATERNITA DEL PUGNALE NERO vol. 6

    22/08/2014
    L'ho dovuto interrompere..mi fa venire sonno!!!! Lo riprendo più in lá intanto leggo qualcos'altro.

    09/09/2014
    Ripreso a leggere..incrociamo le dita ^_^

    17/09/2014
    Finalmete libro finito.
    E ...continua

    22/08/2014
    L'ho dovuto interrompere..mi fa venire sonno!!!! Lo riprendo più in lá intanto leggo qualcos'altro.

    09/09/2014
    Ripreso a leggere..incrociamo le dita ^_^

    17/09/2014
    Finalmete libro finito.
    E' stato interminabile. Puhry figlio di Agony..mi ha davvero fatto angosciare.
    Se non fosse stato per Jhon, Quinn, Blay, Lash, Revh e Xhex sarebbe stato una noia mortale.

    La lotta tra vampiri e lessere che di solito è in sottofondo in questo libro più degli altri ha preso più spazio. e che spazio! Bello davvero. Anche il fatto che ora si respira un'aria "corale" e non più "singola" dei vampiri mi piace molto.

    ***ATTENZIONE DA QUI IN POI SPOILER***
    e poi ne vogliamo paralre del mega scoop???? Thor è tornato. E l'angelo che è con lui? qui ne vedremo delle belle. Come Jhon con Xhex..anche se io spero si metta con l'eletta Layla. E Quinn e Blay? chi lo avrebbe mai detto!!! non sono molto per le storie d'amore alternative..ma li ho trovati davvero teneri. e ce ne sarebbe da dire di cose che sono successe. Però mi fermo qui ^_^
    ***FINE SPOILER***

    Posso quindi dire che questo libro è di transizione. Tante novità, nuovi personaggi e la storia sta prendendo una piega inaspettata.
    Se non ci fosse stata la storia di Phury sarebbe stato un libro davvero bellissimo!

    ha scritto il 

  • 3

    in realtà, 3 e 1/2

    Sembra un po' un romanzo preparatorio a vicende successive, e la vicenda d'amore oggetto del romanzo è (fortunatamente) quasi marginale a tutti gli altri eventi più interessanti.

    ha scritto il 

  • 4

    De este libro se podía haber sacado muchísimo más partido.

    Este sexto libro era, para mí, el volumen más esperado de esta saga, La Hermandad de la Daga Negra, y, quizás por eso, ha sido el que más me ha decepcionado.

    Después de los cinco libros anteriores, y ...continua

    Este sexto libro era, para mí, el volumen más esperado de esta saga, La Hermandad de la Daga Negra, y, quizás por eso, ha sido el que más me ha decepcionado.

    Después de los cinco libros anteriores, y el protagonismo casi absoluto del miembro de la hermandad a quien estaba dedicado, esperaba que Phury, que es el “protagonista” de este libro, saliera más y que tuviera mucho más peso en la historia. Pero no ha sido así.

    He empezado a disfrutar del libro cuando me he mentalizado de que Phury tenía que compartir protagonismo con John y Rehv, el cual por cierto, es el protagonista del siguiente libro.

    En lo que a la historia de Phury se refiere no hay mucha novedad con respecto al libro anterior. Continúan en su papel de Gran Padre pero las drogas adquieren un protagonismo que, sinceramente, no me esperaba. Lo cual tiene sus consecuencias.

    Aparte de esto, su relación con Cormia no presenta ninguna novedad con respecto al resto de relaciones, así que eso no tiene mucha novedad ni nos ofrece nada nuevo.

    En este caso son mucho más destacables la historia de John y Rehv. En el caso de John, los acontecimientos provocan que su amistad con Quihnn y Blay se vuelva aún más férrea y de Rehv conocemos un poco más sobre su vida y sobre su naturaleza sympath, aunque supongo que es sólo la punta del iceberg ya que el siguiente libro está dedicado a él.

    También me gustaría destacar algo que, desde mi punto de vista la autora no ha hecho bien. Y es que utilizar la bomba sobre los Restrictores y el Omega en este libro hace que, otra vez, el protagonismo de Phury pase a un tercer plano.

    Sabiendo que el siguiente libro no iba a estar dedicado a un miembro de la Hermandad, esa noticia la podía haber dejado para el siguiente. Al parecer no le parecía suficiente a Ward que Phury compartiera protagonismo con otro personaje más.

    Estamos ya en el sexto libro y se nota que la historia avanza y que la cosas se complican bastante. Aún me queda mucho por leer y espero que no se vuelva a repetir una decepción como la que tengo con este libro.

    Nota: 6 “De este libro se podía haber sacado muchísimo más partido.”

    ha scritto il 

  • 3

    Di tutto un po'...

    Penso che durante la stesura di questo libro, l'autrice abbia avuto delle idee da sviluppare in futuri scritti e, per non scordarsele, le abbia annotate tutte dentro a questo.

    I libri di questa saga d ...continua

    Penso che durante la stesura di questo libro, l'autrice abbia avuto delle idee da sviluppare in futuri scritti e, per non scordarsele, le abbia annotate tutte dentro a questo.

    I libri di questa saga di solito, almeno fino a questo, raccontano sì le geste eroiche della Confraternita che lotta contro il Male, l'Omega, ma soprattutto raccontano la storia personale e d'amore di ognuno dei fratelli.
    Bhe, se questo libro era la storia di Phury e Cormia, non è stata sviluppata come meriterebbe.
    Si parla di Lash, figlio dell'Omega, si accenna al ritorno di Tohr, all'entrata in gioco di Lassiter, al ricatto sessuale a cui deve sottostare Rehvenge, ai cilici di Xhex, al rapporto tra Qhuinn e Blaylock.... tutta un'accozzaglia di cose idee e personaggi che han messo in secondo piano la storia del protagonista di questo libro.
    Tra tutti quelli della saga letti finora , questo è quello che mi è piaciuto di meno.

    ha scritto il 

  • 3

    Ecco il primo commento negativo, perché ho detestato questo guerriero dall'inizio alla fine. Ancor più ho odiato la sua shellan, Cromia. L'unica cosa positiva e che mi strappava qualche sorriso, era i ...continua

    Ecco il primo commento negativo, perché ho detestato questo guerriero dall'inizio alla fine. Ancor più ho odiato la sua shellan, Cromia. L'unica cosa positiva e che mi strappava qualche sorriso, era il mitico mago nella testa di Phury. Scorrendo velocemente le pagine che riguardavano il protagonista, ecco che la mia adorazione per Qhuinn emerge con la sua nomina di "guardia del corpo" di John (altro personaggio che sopporto solo perché ho intuito che si tratta... della reincarnazione di Darius? Possibile? Io dico di sì). Con la mia ammirazione per il ragazzo con due occhi diversi, è arrivata immancabile quella per Blay e, di conseguenza, per la coppia Qhuinn/Blay. Si comincia anche a vedere Rehvenge - e la sua ricattatrice - ma ne parlerò dopo. La Vergine Scriba, grazie al deficiente di Phury, ha perso tutta la sua superiorità, e questa è stata la cosa più orrenda. In definitiva, noioso e per nulla emozionante.

    ha scritto il 

Ordina per