I mostri degli anni passati, i mostri contemporanei, e soprattutto i mostri che potrebbero invaderci domani, e che forse possiamo ancora combattere.
Una scrittura piena di furore sorretta da un grande pathos morale.
Un'ultima lacrima che di
...Continua
Gauss74
Ha scritto il 30/01/18
Una divertente scarica di pizzicotti.
la mia opinione che Stefano Benni sia un ottimo scrittore è corroborata dal fatto che nonostante il genere del racconto non mi piaccia, le sue raccolte mi piacciono invece moltissimo. Non fa eccezione questo "l'ultima lacrima", che dopo la potenza fa...Continua
Giulia
Ha scritto il 19/08/17
Racconti brevi, caricature della realtà contemporanea, diversi per contenuto ma tutti assurdi, surreali, paradossali. Scritto in modo divertente, ironico, esuberante, terribile. Ogni racconto genera riflessioni acri che possono indurre a lacrime amar...Continua
Alfonso76
Ha scritto il 23/07/17
Ho dovuto fare il calcolo sei volte: prima a mente, poi compitando sulle dita, infine chiedendolo a Siri. Ebbene sì, dalla pubblicazione de L’ultima lacrima, raccolta di racconti di Stefano Benni di cui ricordo perfettamente l’uscita, sono passati la...Continua
Annie
Ha scritto il 14/05/17
Sinceramente, mi vergogno un po' a dirlo, ma io non ho proprio ben capito dove volesse andare a parare Stefano Benni.. All'inizio ho trovato questo libro accattivante e interessante in ogni singolo racconto. Ma quando sono stata circa a metà, ne avev...Continua
Anto_s1977
Ha scritto il 20/03/17
Il libro è costituito da 27 racconti che trattano gli argomenti più disparati. Non amo molto il genere poiché i racconti mi lasciano sempre un senso di insoddisfazione, di cose non dette… Di questa particolare raccolta ho apprezzato tra tutti 1)“Il...Continua

Daisytulip
Ha scritto il Aug 04, 2017, 13:00
《Avevamo il gallo più bello della zona, sembrava un leone dipinto, e quando la mattina cantava spaccava i sogni col martello.》
Pag. 50
Valentina Carpineti
Ha scritto il Mar 10, 2014, 21:38
Il viso grave .. non riusciva a scacciare l'incomoda intrusione di un sorriso.
Pag. 157
Valentina Carpineti
Ha scritto il Mar 10, 2014, 21:37
...un infantile senso di libertà, del sollievo di trovarci lontani dalle brutture e dalle lotte intestine del nostro paese, a contatto della sua storia e della sua arte, immersi in una bellezza alla quale, ahimè, la maggior parte della gente era orma...Continua
Pag. 136
Seby Flavio Gulisano
Ha scritto il Jul 03, 2010, 11:58
"La sola parola idea lo riempiva d'ansia, l'idea di avere in testa un'idea lo faceva soffrire, era come avere una malattia, un virus contagioso che avrebbe cosparso il suo cervello di altre idee".
Pag. 74
Seby Flavio Gulisano
Ha scritto il Jul 03, 2010, 11:48
"La vita del puntuale è un inferno di solitudini immeritate".
Pag. 61

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi