Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

L'ultima notizia

Dalla crisi degli imperi di carta al paradosso dell'era di vetro

By Massimo Gaggi,Marco Bardazzi

(116)

| Hardcover | 9788817038379

Like L'ultima notizia ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Il "Los Angeles Times" ha dichiarato bancarotta prima di essere salvato, il "Washington Post" resiste a malapena, ovunque le redazioni chiudono, i corrispondenti esteri fanno fagotto e tornano a casa. In tutto il mondo, quotidiani con secoli di stori Continue

Il "Los Angeles Times" ha dichiarato bancarotta prima di essere salvato, il "Washington Post" resiste a malapena, ovunque le redazioni chiudono, i corrispondenti esteri fanno fagotto e tornano a casa. In tutto il mondo, quotidiani con secoli di storia alle spalle ormai vivono alla giornata. E se fino a qualche tempo fa il web, potente vetrina promozionale, sembrava un utile alleato, oggi infuria una guerra senza quartiere tra chi vuol mettere ogni notizia a portata di click e chi cerca di proteggere contenuti di qualità faticosamente prodotti. Nelle battaglie tra i giovani leoni dell'informatica e le vecchie volpi dell'editoria, sono queste ad avere la peggio, mentre monta l'onda del giornalismo "dal basso", con lettori che chiedono di partecipare in maniera sempre più attiva al flusso delle notizie: un cinguettio di Twitter, un link condiviso su Facebook, l'inchiesta fai da te di un blogger, le news di un aggregatore sono ormai più fruibili del classico quotidiano. E l'Apocalisse? In un certo senso siccome dimostrano Massimo Gaggi e Marco Bardazzi in questa disamina felicemente ricca di aneddoti quanto acuminata nell'analisi. Ma ciò non significa che non si possa ripensare e reinventare il giornalismo nell'"era di vetro" che ci sta regalando un'informazione più trasparente ma più fragile.

23 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Una visione un po' banalotta già nel 2010, che si autodistrugge non prendendo in considerazione l'iPad pur essendo uscito dopo l'annuncio della presentazione (onestamente io a quel punto avrei aspettato per essere aggiornato, ma vabbeh), che demonizz ...(continue)

    Una visione un po' banalotta già nel 2010, che si autodistrugge non prendendo in considerazione l'iPad pur essendo uscito dopo l'annuncio della presentazione (onestamente io a quel punto avrei aspettato per essere aggiornato, ma vabbeh), che demonizza altri libri che ho già letto.... Mah. Oggi forse è utile proprio per capire cosa scartare in certe riflessioni.

    Is this helpful?

    Rowena said on Jan 17, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Tutto si trasforma, nulla si distrugge

    Un libro che se dovessi definire in una parola definirei ricco.
    Fissa il punto su panorami in corso come facebook e twitter (certo è un po' indietro sulle tecnologie Apple, ma è anche del 2010)e non manca di proporre curiosità e aneddoti che oltre ad ...(continue)

    Un libro che se dovessi definire in una parola definirei ricco.
    Fissa il punto su panorami in corso come facebook e twitter (certo è un po' indietro sulle tecnologie Apple, ma è anche del 2010)e non manca di proporre curiosità e aneddoti che oltre ad incuriosire, divertono. Ma è anche capace di porre interrogativi di ampio respiro come la domanda sempre più imponente che si viene delineando ogni giorno: "Ma i giornali hanno un futuro?" Inoltre espone novità e palliativi a questa crisi editoriale mondiale con idee americane nuove per il panorama italiano, come il Plastic Logic. Personalmente mi è piaciuto molto perché trovo che ci sia racchiusa tutta la potente voglia di cambiamento che c'è oggi fra i giornalisti affermati, quella voglia di non farsi da parte ma saper ancora dire qualcosa in un mondo che tenta di metterli fuori gioco ogni minuto. Senza considerare la piacevolissima scrittura di due giornalisti del calibro di Gaggi e Bardazzi. Squisito. Per i giornalisti un libro che va letto prima o poi, meglio prima.

    Is this helpful?

    Nuwanda said on Sep 11, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Cosa succedere ai giornali italiani tra 10 anni o forse molto meno?? Quello che è scritto qui ed è giá successo in America. Interessante panoramica sul mondo della stampa americana!

    Is this helpful?

    Ellyao It said on Jun 27, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Niente di nuovo

    Pensavo di trovare un'analisi attenta, nuova e stimolante sul futuro del media. In realtà ho letto cose già sentite. Peccato!

    Is this helpful?

    sachadalcol said on Nov 1, 2010 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un libro pieno di spunti

    Un libro pieno di spunti interessanti che mi ha appassionato. Un testo moderno e con un taglio internazionale finalmente lontano dall'approccio pessimista che sà di tipicamente italiano. Per addetti ai lavori e non, per tutti coloro che vogliono sape ...(continue)

    Un libro pieno di spunti interessanti che mi ha appassionato. Un testo moderno e con un taglio internazionale finalmente lontano dall'approccio pessimista che sà di tipicamente italiano. Per addetti ai lavori e non, per tutti coloro che vogliono saperne concretamente di più.

    Is this helpful?

    Sara Venturini said on Oct 1, 2010 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Il dibattito sulla crisi dei giornali

    E' evidentemente di parte un libro sulla crisi dei giornali scritto da due giornalisti. E infatti in parte risente, come è ovvio che sia, del curriculum dei due autori. Ma è un libro ricco di notizie, spunti e informazioni interessanti. Niente di nuo ...(continue)

    E' evidentemente di parte un libro sulla crisi dei giornali scritto da due giornalisti. E infatti in parte risente, come è ovvio che sia, del curriculum dei due autori. Ma è un libro ricco di notizie, spunti e informazioni interessanti. Niente di nuovo sotto il sole, comunque. In fondo, che prima o poi i contenuti giornalistici dei quotidiani siano da pagare anche su internet, ormai non lo mettono in dubbio neanche quelli di google.

    Is this helpful?

    Filippo Nani said on Aug 30, 2010 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (116)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Hardcover 250 Pages
  • ISBN-10: 8817038377
  • ISBN-13: 9788817038379
  • Publisher: Rizzoli
  • Publish date: 2010-02-17
Improve_data of this book