Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Lunario della musica

Un disco per ogni giorno dell'anno

Di

Editore: Einaudi

3.9
(59)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 434 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8806188585 | Isbn-13: 9788806188580 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Musica

Ti piace Lunario della musica?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Cosa si ascolta oggi? Non la solita musica. Dopo "Jazz!" Carlo Boccadoro ritorna in libreria con un particolare "Lunario di musica" che consiglia al lettore un disco per ogni giorno dell'anno, passeggiando tra Musica Classica, Jazz, Blues, Rock, Pop, Dance, Punk, New Wave, Soul, Folk, Hip-Hop, World, Musica italiana, Elettronica, Rap e altro ancora. Uno sguardo a 365 gradi, per così dire, sul mondo dei suoni, con dischi scelti a seconda del calendario, del clima, delle ricorrenze o più semplicemente dello stato d'animo, alternando il più possibile i differenti generi con andamento serrato e discorsivo, rivolto come sempre ai non addetti ai lavori. Senza utilizzare tecnicismi, Boccadoro guida i lettori attraverso una foresta musicale variegata e rigogliosa, dove la curiosità è l'unico elemento richiesto per orientarsi al suo interno. Oltre ai dischi si parla di storie allegre o tristi, curiosità e episodi storici legati alle registrazioni, alternando dischi famosi a gioielli nascosti, accostando classici immortali a dischi che sono in negozio da anni in attesa di essere scoperti dal lettore.
Ordina per
  • 3

    un modo simpatico per avvicinarsi alla musica

    siete stufi di grossi tomi e pesanti recensioni? vi piace tutta la musica? questo libro fa per voi. 365 recensioni di una paginetta, una per giorno dell'anno, su 365 dischi che variano dalla musica classica (la maggioranza), operistica, da camera, rock in tutte le salse, jazz ecc. Ce ne per tutti ...continua

    siete stufi di grossi tomi e pesanti recensioni? vi piace tutta la musica? questo libro fa per voi. 365 recensioni di una paginetta, una per giorno dell'anno, su 365 dischi che variano dalla musica classica (la maggioranza), operistica, da camera, rock in tutte le salse, jazz ecc. Ce ne per tutti i gusti. Simpatico anche se alle volte un po' troppo superficiale

    ha scritto il 

  • 3

    Alcuni libri sui dischi sono il tentativo di coinvolgere il lettore nelle passioni musicali dell'autore; in questo caso invece la sensazione è che l'autore colga l'occasione del libro per fare il figo, facendo vedere quanti dischi di nicchia conosce lui e quanto ignorante è il lettore (si, sembra ...continua

    Alcuni libri sui dischi sono il tentativo di coinvolgere il lettore nelle passioni musicali dell'autore; in questo caso invece la sensazione è che l'autore colga l'occasione del libro per fare il figo, facendo vedere quanti dischi di nicchia conosce lui e quanto ignorante è il lettore (si, sembra fatto apposta per farti sentire ignorante).
    Lo stile, la puzza sotto il naso, conditi con il tentativo di passare per quello di ampi ascolti contro i critici conservatori, rendono la cosa ancora più fastidiosa: cito testualmente, aprendo a caso il libro:"Naturalmente i puristi del verbo jazzistico si indignarono di fronte a quello che consideravano banale asservimento ai canali commerciali della musica, ma che il tempo ha fortunatamente fatto giustizia di queste scemenze critiche (chiamiamole così) per rivelare l'importanza culturale dell'operazione di meticciato musicale compiuta".
    Volevo dare 1 o massimo 2 stelline, ma alla fine ho guardato la lista dei dischi che mi hanno intrippato e che voglio sentire, più di 30... se almeno il 10% di questi effettivamente è un buon suggerimento, allora gli va il merito di avermi stuzzicato un po', e quindi via di 3 stelline.
    Considerazione oggettiva per chi volesse leggere: nonostante avesse 365 cartucce, se ne spara grandissima parte nei reami del jazz, della classica e del rock/pop, apertamente insultando l'heavy metal (in effetti com'era quell'idea delle 2 stelline?) e ignorando altri generi. UN po' più di apertura non sarebbe stata male....

    ha scritto il 

  • 4

    Il musicista e critico musicale Carlo Boccadoro presenta in questo libro una attenta selezione di CD musicali, uno per ogni giorno dell'anno. L'idea è molto bella ed è apprezzabile il fatto che l'autore scriva recensioni piane e comprensibili, senza farsi prendere la mano da metafore inutili e di ...continua

    Il musicista e critico musicale Carlo Boccadoro presenta in questo libro una attenta selezione di CD musicali, uno per ogni giorno dell'anno. L'idea è molto bella ed è apprezzabile il fatto che l'autore scriva recensioni piane e comprensibili, senza farsi prendere la mano da metafore inutili e di dubbio gusto, tanto da rendere bene l'idea del contenuto dei CD anche da parte di chi non li ha mai ascoltati (e succede spesso, dato che sovente si ha a che fare con scelte molto particolari e raffinate, decisamente lontane dall'ascolto comune, peraltro senza rifiutare a priori nessun genere - si spazia dal classico al barocco, al contemporaneo, al rock, pop, jazz, etno e persino disco-music, con esemplare atteggiamento paritetico). Due unici appunti: la maggior parte di questi CD sono di difficilissima reperibilità; e sarebbe stato gradito venisse indicato anche l'anno di pubblicazione, oltre al numero di catalogo...

    (Nota personale: di questa ricchissima discografia io posseggo solo sei titoli: Hergest ridge di Mike Oldfield, Mauro Pagani di Mauro Pagani, Love Deluxe di Sade, Trans Europe Express dei Kraftwerk, Breakfast in America dei Supertramp, Ummagumma dei Pink Floyd oltre che cose sparse di Mozart, Beethoven, Bach, Ligeti, Bartok ecc. probabilmente in edizioni diverse da quelle citate. Avrò da faticare parecchio per farmi erudire da questi preziosi consigli...)

    p.s. No, Allevi non c'è. E nemmeno Einaudi (Ludovico).

    ha scritto il 

  • 4

    un disco per ogni girono dell'anno

    da prendere in mano così svogliatamente, aprirlo a caso, nei cinque minuti di pausa che uno ha. da restarne sempre sorpreso, divertito, stimolato....

    ha scritto il 

  • 4

    Musica, musica, musicaaa!

    Un album al giorno, per ogni genere di musica (classica,jazz,rock,pop...), dai cantanti e gruppi più famosi a quelli decisamente sconosciuti.
    Per saperne un pochino di più di musica insomma.

    ha scritto il 

  • 0

    pessimo lavoro di impaginazione e di editoria..mancano pagine, un sacco di errori..io volevo sapere la canzone del 31 marzo e mi ritrovo a passare dal 22 marzo al 23 settembre!

    ha scritto il