Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

L'uomo a rovescio

By Fred Vargas

(888)

| Mass Market Paperback | 9788806194406

Like L'uomo a rovescio ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

"Martedì ci furono quattro pecore sgozzate a Ventebrune, nelle Alpi. E giovedì nove a Pierrefort. I lupi, - disse un vecchio. - Scendono a valle." Ma è davvero un lupo che uccide tra le montagne del Mercantour? Mentre le superstizioni e le leggende c Continue

"Martedì ci furono quattro pecore sgozzate a Ventebrune, nelle Alpi. E giovedì nove a Pierrefort. I lupi, - disse un vecchio. - Scendono a valle." Ma è davvero un lupo che uccide tra le montagne del Mercantour? Mentre le superstizioni e le leggende cominciano a girare, un sospetto si diffonde: non è una bestia, potrebbe essere un lupo mannaro. Quando Suzanne viene ritrovata sgozzata, il dubbio diviene certezza. Una nuova inchiesta per lo stralunato Adamsberg e il suo vice, il coltissimo e iperrazionalista Danglard.

329 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Una certa definizione dell'ispettore protagonista dei libri della Vargas forse trova la sua sintesi in quello che lei scrive su questo libro a pg. 248: "...In Adamsberg il pensiero non determinava necessariamente l'azione. Tra l'uno e l'altra lo spaz ...(continue)

    Una certa definizione dell'ispettore protagonista dei libri della Vargas forse trova la sua sintesi in quello che lei scrive su questo libro a pg. 248: "...In Adamsberg il pensiero non determinava necessariamente l'azione. Tra l'uno e l'altra lo spazio del sogno assorbiva una gran quantità di pulsioni..."

    Is this helpful?

    Sondello said on Jul 16, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ascoltato in audiolibro, l'ho trovato noiosetto.
    Il lungo girovagare dei protagonisti fa perdere un po' di tensione alla storia. In mezzo alla noia la rivelazione finale non fa più un gran effetto.

    Is this helpful?

    Catta said on May 4, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Perché si danno cinque stelle a un libro? Perché è scritto bene, perché scorre senza intoppi, perché ti prende. E poi perché ti fa sentire gli odori, l’umidità, la stanchezza. E quella specie di amore che c’è fra Adamsberg e Camille, ti fa provare n ...(continue)

    Perché si danno cinque stelle a un libro? Perché è scritto bene, perché scorre senza intoppi, perché ti prende. E poi perché ti fa sentire gli odori, l’umidità, la stanchezza. E quella specie di amore che c’è fra Adamsberg e Camille, ti fa provare nostalgia. Un amore talmente vago e annebbiato da sembrare vero. Questo particolare ti terrà compagnia in tutte la storie della Vargas. Ben venga.
    Perciò mi chiedevo: perché cinque stelle a un libro? Sicuramente anche perché l’hai letto al momento giusto. Col clima adatto, la luce bella e mentre primavera d’intorno brilla nell’aria…
    Tutto qui. Un libro può essere anche dopante, tonico ed energetico.

    Is this helpful?

    roberto said on Mar 31, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Non so perche' ma non ho letto per lungo tempo libri di questo autore, forse una recensione scritta male, forse un'opinione di qualche lettore, solo ora ho avuto il piacere di leggerlo e apprezzarlo. E' stata una lieta scoperta. In punta di penna il ...(continue)

    Non so perche' ma non ho letto per lungo tempo libri di questo autore, forse una recensione scritta male, forse un'opinione di qualche lettore, solo ora ho avuto il piacere di leggerlo e apprezzarlo. E' stata una lieta scoperta. In punta di penna il racconto si snoda leggero ma forte per concludersi con un finale che non ti aspetteresti mai.
    TRAMA
    Tra le montagne del Mercantour, in Francia, sembra aggirarsi un lupo di proporzioni gigantesche, capace di fare razzia di pecore, ma anche di uccidere gli esseri umani che osano sbarrargli il passo. La bestia è inafferrabile,capace com'è di muoversi da una zona ad un'altra con grande velocità. Insospettito dallo strano comportamento del lupo,un animale che non attacca l'uomo se questo non gli toglie ogni via di fuga, il naturalista canadese Lawrence insinua il dubbio che non si tratti di un semplice animale, ma di un folle convinto di essere una creatura scaturita dalle leggende, un uomo a rovescio, un lupo mannaro. La polizia è troppo scettica per seguire una simile pista, così Camille (fidanzata francese di Lawrence), Soliman e “il Guarda” (un vecchio pastore), partono su uno sgangherato camion bestiame all'inseguimento dell'assassino, attraverso le Alpi, per fermarlo prima che colpisca ancora.
    ( recensione dal blog di bluewillow da http://blog.libero.it/angolodijane/3103046.html )

    Is this helpful?

    Mildan said on Mar 7, 2014 | 1 feedback

  • 2 people find this helpful

    Se cercate un giallo col maggiordomo, non leggetelo

    Non pensavo di recensire questo libro, ma non si mettono 5 stelle a un libro che ha ricevuto molte critiche senza abbozzare una spiegazione:
    vi spiego il trucco, a mio parere, che mi porta ad apprezzare stile e narrazione della Vargas: ho inizato l' ...(continue)

    Non pensavo di recensire questo libro, ma non si mettono 5 stelle a un libro che ha ricevuto molte critiche senza abbozzare una spiegazione:
    vi spiego il trucco, a mio parere, che mi porta ad apprezzare stile e narrazione della Vargas: ho inizato l'uomo dai cerchi azzurri sapendo che a quel libro sarebbe seguito questo, e questo pensando che ci sarebbe stato il terzo della serie. E' per questo che la storia del giallo, sottostante al racconto, anzi, il racconto principale del libro, non mi è dispiaciuta, pur considerando banalità e credenze popolari.
    A me interessava Camille e i suoi modi strani, interessava Adamsberg e i suoi disegni...e la Vargas riesce a raccontare la storia di un amore lontano con una delicatezza che ha pochi eguali. Forse ci vogliono tre libri, o forse la storia era quella giusta al momento giusto, ma viene raccontata in modo magistrale.
    Cinque stelle. Tutti qui.

    Is this helpful?

    SandroEnea said on Nov 21, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un libro terribile, contro ogni mia aspettativa.
    Adamsberg continua a non convincermi, e in più ci si è messa una trama totalmente campata in aria.

    Is this helpful?

    Neige said on Oct 5, 2013 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book