L'uomo che guardava passare i treni

Voto medio di 3487
| 365 contributi totali di cui 336 recensioni , 28 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
Come un uomo qualsiasi, «che guardava passare i treni» e sognava la vita che vi si nascondeva, possa improvvisamente abbandonare tutto in una fuga dove si mescolano il delitto, il terrore, l’ebbrezza e la lucidità.
DavidG
Ha scritto il 10/11/18
SPOILER ALERT

«Non c'è una verità, ne conviene?»
Romanzo di rottura che però (forse per l'epoca in cui è stato scritto) non diventa sconvolgente, risolvendosi in sè.

fogliadoro
Ha scritto il 03/09/18
null

È incredibile come un breve racconto psicologico ci possa tenere fino alla fine legati al personaggio e fare immedesimare senza che ne possiamo accorgere. Un autore grandioso, un libro breve ma psicologicamente intenso.

Lake's Meadow
Ha scritto il 23/01/18

Le vicende di un uomo ordinario che, a seguito di un impulso esterno, intraprende una vita extra-ordinaria. Il libro segue le sue azioni e i suoi pensieri, e non nego di aver provato comprensione in alcune parti... sono anch'io pazzo?

Maria C. Tringali
Ha scritto il 15/01/18
SPOILER ALERT
La normalità e la follia
Georges Simenon, L'uomo che guardava i treni passare. Simenon non tradisce e non delude. Anche in quei periodi in cui non stai bene e non ti va di imbarcarti in niente di nuovo, un suo libro è un bel porto sicuro. E malgrado io sia una lettrice che...Continua
Ro(Ver)
Ha scritto il 06/01/18
Il primo libro di ciascun anno va scelto con cura, perché iniziare bene è fondamentale. Per questo sono andato sul sicuro ed ho riletto questo capolavoro di Simenon. A distanza di anni dalla prima lettura ho ancor più apprezzato l'abilità di Simenon...Continua

Mentalhandjob
Ha scritto il Jan 30, 2018, 18:04
Per quarant'anni mi sono annoiato. Per quarant'anni ho guardato la vita come quel poverello che col naso appiccicato alla vetrina di una pasticceria guarda gli altri mangiare i dolci. Adesso so che i dolci sono di coloro che si danno da fare per pren...Continua
Pag. 125
Lady Heaven☆彡
Ha scritto il Mar 26, 2017, 15:40
"Si parte da un dettaglio qualsiasi, talvolta di poco conto, e senza volerlo si giunge a scoprire grandi principi".
Davide Scafidi
Ha scritto il Sep 28, 2015, 10:03
" Non c'è una verità, ne conviene? "
Erica
Ha scritto il May 26, 2015, 08:24
I suoi avversari non avevano notato, durante tutto quel tempo, che di fronte a lui, dall'altro lato della sala, c'erano degli specchi. Poiché la luce era debole, e per di più velata dal fumo delle pipe e delle sigarette, era un'immagine sfumata, abba...Continua
Pag. 123
Erica
Ha scritto il May 26, 2015, 08:19
Dunque, Kees aveva sognato si essere qualcosa di diverso da Kees Popinga. E appunto perciò era Popinga a quel grado estremo, lo era troppo, esagerava, perché sapeva che se avesse ceduto su un unico punto nulla lo avrebbe più fermato.
Pag. 33

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Nora23
Ha scritto il Oct 23, 2017, 17:07
"L'uomo che guardava passare i treni" di Georges Simenon. Finito da poco, volevo pubblicare una breve recensione. Primariamente mi ha colpito la somiglianza tra questo romanzo, che racconta sostanzialmente di un uomo imprigionato in una "forma",ossia...Continua

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi