L'uomo che guardava passare i treni

Voto medio di 3412
| 360 contributi totali di cui 332 recensioni , 27 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
Come un uomo qualsiasi, «che guardava passare i treni» e sognava la vita che vi si nascondeva, possa improvvisamente abbandonare tutto in una fuga dove si mescolano il delitto, il terrore, l’ebbrezza e la lucidità.
Ha scritto il 27/11/17
Simenon tu hai capito tutto e ti ringrazio di averlo condiviso con noi. Ringrazio anche chi mi ha portato a conoscere questo libro.Mi sia concessa una divagazione.Le vicende di questo romanzo si svolgono prevalentemente a cavallo delle festività di ...Continua
  • 2 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 22/07/17
“torna comodo trattare alla stregua di pazzi coloro che non si è in grado di comprendere”
La prima volta che sono stata a Parigi ci sono arrivata con un treno della notte. Non so ancora descrivere il senso di straniamento che avvertii guardando dal finestrino quella che, all’entrare del treno in stazione, mi sembrò un’infinita ...Continua
  • 32 mi piace
  • 27 commenti
Ha scritto il 13/07/17
E' il primo romanzo che leggo di Simenon, l'ho trovato scorrevole e divertente nella descrizione del protagonista e dei vari personaggi che si incontrano in questa storia, a tratti paradossale.La narrazione segue i mutamenti umorali del ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 17/04/17
Leggibile, anche abbastanza scorrevole. Ma se devo essere sincero non mi ha lasciato niente. Diciamo che ho letto di meglio...come ho anche letto anche di peggio. ok diamo 3 stelle per simpatia!
  • 2 mi piace
Ha scritto il 15/04/17
L'uomo che guardava passare i treni ci racconta la storia di Popinga. Quando si vede cadere il suo piccolo mondo fatto di sicurezza economica, regole e lavoro, decide di fare quello che avrebbe dovuto fare da tempo, oppure fare ciò che non ha mai ...Continua
  • 9 mi piace
  • 7 commenti

Ha scritto il Mar 26, 2017, 15:40
"Si parte da un dettaglio qualsiasi, talvolta di poco conto, e senza volerlo si giunge a scoprire grandi principi".
Ha scritto il Sep 28, 2015, 10:03
" Non c'è una verità, ne conviene? "
Ha scritto il May 26, 2015, 08:24
I suoi avversari non avevano notato, durante tutto quel tempo, che di fronte a lui, dall'altro lato della sala, c'erano degli specchi. Poiché la luce era debole, e per di più velata dal fumo delle pipe e delle sigarette, era un'immagine sfumata, ...Continua
Pag. 123
Ha scritto il May 26, 2015, 08:19
Dunque, Kees aveva sognato si essere qualcosa di diverso da Kees Popinga. E appunto perciò era Popinga a quel grado estremo, lo era troppo, esagerava, perché sapeva che se avesse ceduto su un unico punto nulla lo avrebbe più fermato.
Pag. 33
Ha scritto il Jul 28, 2014, 08:56
Si parte da un dettaglio qualsiasi, talvolta di poco conto, e senza volerlo si giunge a scoprire grandi principi.
Pag. 113

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Oct 23, 2017, 17:07
"L'uomo che guardava passare i treni" di Georges Simenon. Finito da poco, volevo pubblicare una breve recensione. Primariamente mi ha colpito la somiglianza tra questo romanzo, che racconta sostanzialmente di un uomo imprigionato in una ...Continua

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi