L'uomo che scambiò sua moglie per un cappello

Voto medio di 5251
| 559 contributi totali di cui 507 recensioni , 52 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Ha scritto il 30/12/17
Eccellente resoconto sulla sua attività di neurologo. Con sagacia e vividezza, Sacks sa descrivere perfettamente le patologie della mente e spiega in profondità cosa significa soffrire di prosopagnosia.
  • 1 commento
Ha scritto il 15/10/17
Sacks non si ferma alla “superficie”, va oltre, va in profondità.
  • 1 commento
Ha scritto il 01/10/17
Miliardi di neuroni si connettono tra di loro e con il resto del corpo attraverso un intricato e delicato sistema di nervi e fasci nervosi; ogni neurone contribuisce alla circolazione di informazioni in essi e lo sforzo collettivo di queste cellule s ...Continua
Ha scritto il 02/09/17
Il titolo è divertente
... mentre il testo è interessante ed educa i lettori verso un mondo che è ancora tutto da esplorare... quello della neurologia che personalmente mi affascina molto...
Ha scritto il 01/09/17
Molto interessante e in un certo senso anche istruttivo. A tratti Sacks si lascia andare della descrizione personale dei diversi casi.

Ha scritto il Dec 10, 2017, 21:35
Qui ormai navighiamo in acque sconosciute, dove può accadere di dover capovolgere tutte le solite considerazioni, dove la malattia può essere benessere e la normalità malattia, dove l'eccitazione può essere schiavitù o liberazione e dove la realtà pu ...Continua
  • 2 mi piace
Ha scritto il Dec 04, 2017, 18:12
Il vero momento terapeutico, come un'illuminazione. Il momento in cui si apre l'origjne del dolore e sai cosa fare.
Pag. 98
Ha scritto il Mar 03, 2017, 13:32
"Si deve incominciare a perdere la memoria, anche solo brandelli di ricordi, per capire che in essa consiste la nostra vita. Senza memoria, la vita non è vita. La nostra memoria è la nostra coerenza, la nostra ragione, il nostro sentimento, persino ...Continua
  • 2 mi piace
Ha scritto il Jun 12, 2016, 22:13
Per la persona autistica l’astratto, il categoriale non hanno alcun interesse: ciò che conta è il concreto, il particolare, il singolare.
Ha scritto il May 30, 2015, 23:24
La terapia decisiva, come ha detto Freud, è il lavoro e l'amore.
Pag. 220

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi