Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

L'uomo in fuga

By Stephen King

(449)

| Paperback | 9788804354109

Like L'uomo in fuga ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

161 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Attualissimo

    Un libro che si legge d'un fiato.
    Scritto come sempre in uno stile piacevole, risulta estramemente attuale negli argomenti trattati e nello scenario futurista disegnato.....fa riflettere parecchio sulla situazione attuale.

    Is this helpful?

    Rudy Bidoggia said on Jul 21, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Letto in poco più di 24 ore! "Schifosamente" attuale, di una lungimiranza terrificante. Il punto è che che la massa non è fatta di singoli pensanti, è solo massa, da macello (inevitabile non aggiungere).
    La massa non pensa, ubbidisce.
    Il RE non delu ...(continue)

    Letto in poco più di 24 ore! "Schifosamente" attuale, di una lungimiranza terrificante. Il punto è che che la massa non è fatta di singoli pensanti, è solo massa, da macello (inevitabile non aggiungere).
    La massa non pensa, ubbidisce.
    Il RE non delude. Grande King!

    Is this helpful?

    Reginamargot79 said on Jun 27, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    L’uomo in fuga (The running man) fu scritto da Stephen King sotto lo pseudonimo di Richard Bachman in pochi giorni nel 1982. La stesura di getto è evidente anche nella storia che procede velocemente e implacabilmente con ritmi accelerati, quasi frene ...(continue)

    L’uomo in fuga (The running man) fu scritto da Stephen King sotto lo pseudonimo di Richard Bachman in pochi giorni nel 1982. La stesura di getto è evidente anche nella storia che procede velocemente e implacabilmente con ritmi accelerati, quasi frenetici, in una cinica America futurista collocata temporalmente nel 2025. Se il testo si colloca nell’ambito di una letteratura di evasione e di intrattenimento certo è che King è un cronista d’eccezione con una straordinaria abilità di tenere sempre viva e vigile l’attenzione del lettore. Non c’è tempo né spazio per la noia in una storia che ci tiene abilmente col fiato sospeso dall’inizio fino alla fine.
    Il protagonista, un ex-operaio senza lavoro né mezzi, per salvare la figlia Cathy da una brutta polmonite decide di partecipare allo show “L’uomo in fuga”, uno spettacolo crudele e spietato, ai limiti del sadismo, dove il giocatore, braccato dai Cacciatori e da chiunque sia in grado di riconoscerlo e denunciarlo, intasca 100$ per ogni ora di sopravvivenza e, nel caso in cui giungesse vivo allo scadere dei 30 giorni previsti, un miliardo.
    Il tragico epilogo è inevitabile in una società dove i cervelli sono ottenebrati dalla triv-tv e dove la sperequazione tra le classi ricche e quelle meno abbienti ha raggiunto livelli profondi e insanabili. Il colpo di scena finale, in cui Richards che, come una sorta di dio della vendetta cerca la rivincita di tutta una classe di reietti e diseredati, si schianta contro il Games Building sembra quasi una paradossale, funesta anticipazione dell’attacco terroristico contro le torri gemelle che avverrà in America l’11 settembre del 2001. Come in una raccapricciante istantanea l’ultima immagine che ci resta impressa è l’espressione di terrore che congela il viso di Dan Kyllian, uno dei capi dell’ordine vigente e responsabile dei giochi, quasi a fermare l’azione, nel momento in cui Richards con un ghigno satanico gli punta addosso il muso del Lockheed appena un attimo prima di sventrare il palazzo.

    Is this helpful?

    Roxy said on Jun 5, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Quando King non c'è, Bachman si diverte...

    Trovato quasi per caso alla Fnac a Parigi (secondo i francesi King è "fantasy"...), non ho saputo resistere a omaggiare Bachmann (il King maligno) con la lettura di questo romanzo in lingua originale...

    In un futuro allucinato, dominato dalla Free-V ...(continue)

    Trovato quasi per caso alla Fnac a Parigi (secondo i francesi King è "fantasy"...), non ho saputo resistere a omaggiare Bachmann (il King maligno) con la lettura di questo romanzo in lingua originale...

    In un futuro allucinato, dominato dalla Free-Vee ormai padrona dei pensieri della collettività (mi ricorda qualcosa...), un uomo, Benjamin Richards, decide di partecipare ad un reality nel tentativo di racimolare un po' di soldi per la figlia gravemente malata. Il problema è che i reality non sono più come quelli di oggi: qui non si gioca per farsi notare o per diventare famosi, ma si gioca per la propria vita...
    Richards partecipa al più pericoloso di tutti, 'L'uomo in Fuga': l'unico scopo di questo gioco è sopravvivere il più a lungo possibile (guadagnando 100 Nuovi Dollari l'ora) mentre si è braccati dagli spietati e infallibili Cacciatori di McCone... il premio (la libertà e una caterva di soldi) arriva dopo un mese ma chi ha resistito di più, sinora, è durato 8 giorni... ben presto però, Richards intuisce come lui stesso sia diventato ormai il simbolo di qualcosa che va oltre il semplice gioco e la vita sua e dei suoi cari e capisce quale sia il suo vero destino...

    Questo futuro cinico-apocalittico, descritto dal Re anche in The Long Walk, mi ha sempre affascinato e questo romanzo merita veramente una bella lettura e, perché no, pure qualche riflessione...
    Bellissimo!

    Nota: comprato a Paris!

    Is this helpful?

    Gio said on May 27, 2014 | 2 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Letto in una giornata di viaggio, un grandissimo libro che giorno per giorno sembra sempre essere più vero.

    Is this helpful?

    Paolopanda said on Feb 20, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Link recensione blog

    L'uomo in fuga è un romanzo distopico, pubblicato nel 1982 con lo pseudonimo di Richard Bachman: ambientato in un futuro che, per attinenza con la situazione vissuta oggi, spaventa e fa riflettere non poco.

    [http://francescast84.blogspot.it/2014/01/ ...(continue)

    L'uomo in fuga è un romanzo distopico, pubblicato nel 1982 con lo pseudonimo di Richard Bachman: ambientato in un futuro che, per attinenza con la situazione vissuta oggi, spaventa e fa riflettere non poco.

    [http://francescast84.blogspot.it/2014/01/luomo-in-fuga-di-stephen-king-recensione.html]

    Veronica

    Is this helpful?

    La Contorsionista di Parole Book Blog said on Feb 9, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book