L'uomo inquieto

Voto medio di 956
| 184 contributi totali di cui 176 recensioni , 5 citazioni , 0 immagini , 3 note , 0 video
In una fredda giornata d'inverno, Hakan von Enke, alto ufficiale di marina ora in pensione, scompare durante la sua abituale passeggiata mattutina a Stoccolma. Un caso che tocca da vicino il commissario Wallander. Von Enke è il futuro suocero di ... Continua
Ha scritto il 16/06/17
Interminabile
Prima parte discreta e godibile, interessante il tema delle guerra fredda, delle spie ed in parallelo la paura di invecchiare del protagonista, la conclusione tirata estremamente per le lunghe ha danneggiato il giudizio complessivo.
Ha scritto il 12/04/16
Mi stupisco di tutti questi commenti positivi...
Potete trovare la mia recensione qui: - Video: https://www.youtube.com/watch?v=kCaQrMfk100 - Post: http://libroethe.blogspot.it/2016/04/letture-di-marzo-2016.html
Ha scritto il 25/02/16
SPOILER ALERT
Non potevo che valutare con il massimo di stelle questo romanzo. E' l'ultimo della serie del commissario Kurt Wallander. Probabilmente non è il libro più bello della serie ma è l'ultimo. In questo libro Wallander ha 60 anni, sta invecchiando e ...Continua
Ha scritto il 19/02/16
Amaro, malinconico, toccante addio all'"antieroe" (in senso byroniano) Kurt Wallander.E' un romanzo che - ancora più di quelli che lo precedono - parla dell'uomo Kurt Wallander, e il suo ruolo di poliziotto a volte sembra quasi rimanere in secondo ...Continua
Ha scritto il 14/01/16
Testamento
L'ultima indagine ed il silenzio delle tenebre a chiudere un capitolo, una vita, come se Mankell avesse previsto il suo futuro. Sono gli affetti quotidiani a portare Kurt a districarsi in una storia che torna indietro nel tempo, alla guerra ...Continua

Ha scritto il Jan 15, 2015, 16:47
Ma il passato è ineluttabilmente alle nostre spalle e non è qualcosa che voglio riprovare. E' troppo tardi ed è meglio così. Per quanto si potesse ingenuamente sperare, non c'era alcun modo di tornare indietro nella vita. Neppure di un passo.
Pag. 233
Ha scritto il Jan 15, 2015, 16:44
L'essere umano era quello che era, i crimini più comuni erano soltanto ripetizioni di quelli commessi dalle generazioni precedenti.
Pag. 200
Ha scritto il Jan 15, 2015, 16:42
Spesso aveva potuto constatare che una catena di eventi a cui era stata attribuita una sequenza logica erano in realtà una serie di fatti solo casualmente collegati, così come era capitato che l'ultimo evento scoperto,o accaduto, si era rilevato ...Continua
Pag. 161
Ha scritto il Jan 15, 2015, 16:38
C'è un tempo per vivere e un tempo per morire.
Pag. 79
Ha scritto il Jan 15, 2015, 16:37
Come se si stesse impercettibilmente trasformando in una clessidra in cui la sabbia scorreva silenziosamente.
Pag. 37

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Apr 29, 2016, 10:08
839.7 MAN 15976 Letteratura Tedesca
Ha scritto il Apr 12, 2016, 10:00
839.7 MAN 15976

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi