Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

MGM

Il manuale delle giovani mignotte

Di

Editore: Aliberti Castelvecchi

2.7
(22)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Altri

Isbn-10: 8864310037 | Isbn-13: 9788864310039 | Data di pubblicazione: 

Genere: Entertainment , Non-fiction , Romance

Ti piace MGM?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
La morale comune disapprova le donne che fanno le seduttive per raggiungere uno scopo. Questo libro sostiene invece l'esatto contrario: sedurre è nobile e doveroso, e non farlo è peccato mortale. E l'obiettivo non è mai economico in senso stretto. Sedurre è giusto, gratificante e vantaggioso sia se in ballo ci sono cifre a tre zeri, sia se volete aggiungere una tacca alla vostra autostima. È una forma mentis, un modo di stare al mondo e di esercitare il vostro potere personale. Come sanno tutte le vere seduttrici, non è affatto necessario concedersi davvero per esercitare questa nobile arte: la maggior parte degli uomini vi ubbidiranno solo perché saprete guardarli in un certo modo, perché chiederete senza domandare, perché la mente maschile è una curiosa combinazione di logica, sogno e desiderio. Sedurre è anche la miglior tecnica di difesa-attacco per tenere lontano il "Maschio Molesto". Altro che corsi di autodifesa e spray al peperoncino: un sorriso da finta oca è molto più utile per controllare l'aggressività altrui. E vanno messe nel conto anche le soddisfazioni morali: tenere in pugno il dirigente che ci da ordini dalla mattina alla sera, minare l'ego del bello dell'ufficio che se la tira. Ma la conquista più gratificante consiste in qualcosa che nemmeno tutto l'oro del mondo potrebbe procurare: l'assoluta libertà della vostra intelligenza. Cervello, pensieri e ragionamenti della seduttrice sono illimitatamente e incondizionatamente liberi.
Ordina per
  • 2

    che palle questo libro, non mi ha detto niente che già non sapessi. Se cercate qualcosa su questo genere, ma molto più carino, leggete "Come diventare bella, ricca e stronza" di Giulio Cesare ...continua

    che palle questo libro, non mi ha detto niente che già non sapessi. Se cercate qualcosa su questo genere, ma molto più carino, leggete "Come diventare bella, ricca e stronza" di Giulio Cesare Giacobbe.

    ha scritto il 

  • 1

    Ogni donna e' seduta sulla sua fortuna

    Di questi tempi potrebbe anche sembrare un libro utile ( e infatti mi e' arrivato in regalo!) pero' consiglio di prenderlo in ebook: almeno nessun albero verra' abbattuto per permettere la lettura di ...continua

    Di questi tempi potrebbe anche sembrare un libro utile ( e infatti mi e' arrivato in regalo!) pero' consiglio di prenderlo in ebook: almeno nessun albero verra' abbattuto per permettere la lettura di cotante boiate. Lo spunto poteva essere divertente: trattare con ironia i mille modi con cui una donna puo' sfruttare la sua femminilita', dallo scrocco del caffe' alla carriera in azienda. Il risultato e' pietoso e ci si ritrova a cantare la Jo Squillo di "Siamo donne oltre la gambe c'e' di piu'" a pagina 10. Da evitare.

    ha scritto il 

  • 3

    delusione..

    poteva essere un manuale avvincente per il sollevamento dell'autostima, una visione ironica della donna che sfrutta "la fortuna su cui è seduta", essere un libro carino da leggere in treno per far ...continua

    poteva essere un manuale avvincente per il sollevamento dell'autostima, una visione ironica della donna che sfrutta "la fortuna su cui è seduta", essere un libro carino da leggere in treno per far passare il tempo... ma sfortunatamente è solo un'inutile sequela descrittiva di stereotipi. E vi assicuro che non sono nè troppo pudica nè troppo femminista.

    ha scritto il 

  • 2

    ogni donna diventerà un esperta commerciale di se stessa

    Il casino è non poterlo leggerlo al lavoro in pausa, ve lo immaginato il mio capo che mi chiede cosa sto leggendo? ...

    " essere mignotta e l'arma più efficace" " il maschio non va contraddetto: su ...continua

    Il casino è non poterlo leggerlo al lavoro in pausa, ve lo immaginato il mio capo che mi chiede cosa sto leggendo? ...

    " essere mignotta e l'arma più efficace" " il maschio non va contraddetto: su di lui bisogna esercitare i segreti della persuasione profonda"

    La cosa più divertente di questo libro è il caos generato dal titolo (occultato sotto una copertina artigianale) ed il parlarne con le colleghe che cercano di capire in che categoria rientrano

    Due stelle e sono generoso. l'ho letto con tanta buona volontà e un pizzico di divertimento nell'osservare le tipologie di donne descritto, ma davvero poca roba. Abbandonato quasi al traguardo

    ha scritto il 

  • 1

    Colpo di sonno. L'aspettativa era sul libro leggero ed ironico. La realtà è stata di un testo ai limiti del grottesco.

    Avrei dovuto capirlo dalla copertina. Nessuna donna dotata di buon senso, ...continua

    Colpo di sonno. L'aspettativa era sul libro leggero ed ironico. La realtà è stata di un testo ai limiti del grottesco.

    Avrei dovuto capirlo dalla copertina. Nessuna donna dotata di buon senso, indosserebbe quelle scarpe.

    ha scritto il 

  • 1

    COMMENTO PRE-LETTURA: Già me ne pento. Ma è un regalo, che dire, avranno visto delle potenzialità in me?

    COMMENTO POST-LETTURA: Innanzitutto: il libro non l'ho proprio letto; diciamo che l'ho ...continua

    COMMENTO PRE-LETTURA: Già me ne pento. Ma è un regalo, che dire, avranno visto delle potenzialità in me?

    COMMENTO POST-LETTURA: Innanzitutto: il libro non l'ho proprio letto; diciamo che l'ho letto-sfogliato: su due pagine lette due pagine sfogliate. Poteva essere un libro divertente, leggero, ironico. Invece manca tutto.

    ha scritto il