Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Ma come hai ridotto questo paese?

By Michael Moore

(109)

| Others

Like Ma come hai ridotto questo paese? ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

29 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    un libro sempre d'attualità

    ho cominciato a leggere questo libro a marzo, poi l'ho intervallato con svariati altri libri, fra cui anche la serie completa di harry potter... e finalmente l'ho da poco terminato. il problema non è stata la lunghezza, anzi, ma il mio cercare più u ...(continue)

    ho cominciato a leggere questo libro a marzo, poi l'ho intervallato con svariati altri libri, fra cui anche la serie completa di harry potter... e finalmente l'ho da poco terminato. il problema non è stata la lunghezza, anzi, ma il mio cercare più un romanzo che un libro di attualità.

    attualità è sempre relativa. probabilmente già quando fu pubblicato era diventato poco attuale, ora è proprio preistoria. il presidente americano è cambiato, ma se si esclude questo temo che tutto ciò ch viene raccontato nel libro non sia poi cambiato di molto. il libro è unattenta analisi e denuncia dei legami fra politica ed economia. se avete già letto libri sull'argomento (ce ne sono svariati) nulla vi stupirà, ma spesso avere un altro punto di vista non fa male.

    per quanto mi riguarda io ammiro l'autore, michael moore, e apprezzo in generale ogni suo lavoro. suppongo che il rapporto con questo personaggio può essere solo di due tipologie: amore o odio. se piace come si pone allora anche il libro piacerà, in caso contrario meglio non iniziare neanche a leggerlo: è irriverente, un po' blasfemo, irrispettoso ma incredibilmente vero nelle sue denuncie.

    ritengo che abbiamo un'idea dell'america piuttosto distorta dai media (un po' come accade in ogni situazione d'altra parte), primi fra tutti gli americani stessi e poi il resto del mondo. ci si basa sui discorsi presidenziali, sui comunicati stampa, sugli accordi internazionali... ma alla fine esattamente come in ogni altro campo, i veri accordi, le vere novità sono tenute in basso profilo, le sanno gli addetti ai lavori ma pochi altri. quando poi qualcuno apre il vaso e ci permette di guardare all'interno ci si stupisce, anche se a ben guardare i sintomi c'erano tutti.

    il libro è diviso in 11 capitoli, il 25% del libro sono le fonti, ovviamente. quando si fanno grandi accuse è poi assolutamente necessario giustificarle, in questo libro le accuse ci sono e non sono poche, riguardano l'amministrazione, il presidente stesso e quindi le fonti sono per la maggior parte le dichiarazioni di uno o dell'altro, ben organizzate e incredibilment euna piacevole lettura pèerchè inframmezzate da ulteriori commenti e quindi non solo un elenco vuoto di citazioni sterili.

    se seguite un minimo le notizie di politica ed economia americana e seguite programmi o siti di informazioni critica nulla è nuovo però. tutto è già conosciuto, analizzato. in caso contrario questo libro sarà una vera e propria rivelazione: dai legami fra la famiglia bush e la famiglia bin laden alle assicurazioni sulla vita stipulate da grandi aziende sui propri dipendenti a loro insaputa: la morte di un giovane capofamiglia, che butta sul lastrico la famiglia, rende più ricca l'azienda che ovviamente non considera neanche l'idea di aiutare la famiglia nel momento del bisogno.

    vi potrei riportare qui tutte le notizie riportate sul libro, ma preferisco consigliarvene la lettura. nonostante tratti argomenti piuttosto seri è piacevole da leggere, lo stile di moore è inconfondibile e io personalmente lo apprezzo, ovviamente va a gusti.

    Is this helpful?

    Dhe said on May 17, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    moore all'apice

    c'era un tempo in cui moore ce lo bevemmo eccome
    le domande che faceva al bush i nostri giornalisti non le hanno mai fatte al signor b.
    inchiesta, indagini sotto il tappeto
    la politica al servizio
    non servi della politica!!

    Is this helpful?

    Acetico Glaciale said on Sep 19, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    I libri di Moore, come i suoi documentari, hanno il pro di mostrare un'America finalmente diversa da quella dei film e dei sogni di gloria. Un'America con dei difetti (e certo qualche virtù reale o almeno realistica) che ha politici anche essi co ...(continue)

    I libri di Moore, come i suoi documentari, hanno il pro di mostrare un'America finalmente diversa da quella dei film e dei sogni di gloria. Un'America con dei difetti (e certo qualche virtù reale o almeno realistica) che ha politici anche essi con dei difetti! Il contro è che senza una adeguata conoscenza della cultura statunitense, a volte anche delle collocazioni geografiche e politiche, si rischia di non capire affondo il messaggio. Ma è assolutamente da leggere per gli americanisti... o aspiranti tali!

    Is this helpful?

    Godot said on Jan 8, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Politica marcia con ironia

    Micheal Moore racconta con molta ironia agli americani la sua visione dell'amministrazione Bush e la politica americana in generale. Al centro del racconto ci sono la lotta al terrorismo, le armi di distruzioni di massa mai trovate e la guerra in Ira ...(continue)

    Micheal Moore racconta con molta ironia agli americani la sua visione dell'amministrazione Bush e la politica americana in generale. Al centro del racconto ci sono la lotta al terrorismo, le armi di distruzioni di massa mai trovate e la guerra in Iraq. Ovviamente ne dice di tutti i colori e ne ha per tutti, soprattutto domande, sull'11 settembre, sui sauditi amici di Bush, sulle misure di sicurezza adottate prima e dopo l'attentato, sui motivi della guerra in Iraq e sui suoi risultati e soprattutto sulla mancata cattura di Bin Laden, quello che lui definisce "un terrorista affetto da dialisi".
    Il libro può essere letto con il sorriso sulla bocca perchè Moore non perde occasione per battute e satira pungente. Alla fine c'è l'invito ad uscire di casa per andare a migliorare il mondo, anche se, come lo stesso Michael Moore ammette, la lotta contro multinazionali e lobby è veramente impari, ma tutti insieme....
    Se da noi non possiamo che piangere, dall'altra parte dell'oceano non si ride proprio...

    Is this helpful?

    Jackal said on Jul 13, 2010 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    un libro sicuramente molto interessante anche perchè Moore è una delle voci da sempre fuori dal coro negli USA, nota personale: credo che i suoi libri non siano decisamente all'altezza dei documentari, per me sarebbe meglio se si concentrasse su ques ...(continue)

    un libro sicuramente molto interessante anche perchè Moore è una delle voci da sempre fuori dal coro negli USA, nota personale: credo che i suoi libri non siano decisamente all'altezza dei documentari, per me sarebbe meglio se si concentrasse su quest'ultimi

    Is this helpful?

    pollo86 said on Jun 15, 2010 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Si te gustan los documentales de Michael Moore podrás leer este libro, sin mas un ataque a la sociedad americana en sus vicios y defectos.
    como nota negativa la cantidad de datos y relaciones que no hacen nada lineal la lectura

    Is this helpful?

    Nvidiacochina said on Jun 13, 2010 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book