Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Macaronì

Romanzo di santi e delinquenti

By Francesco Guccini,Loriano Macchiavelli

(350)

| Others | 9788804417538

Like Macaronì ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Siamo nel 1940, in un paese dell'Appennino toscoemiliano, freddissimo, povero.Il maresciallo viene dal sud: il suo blando antifascismo è stato punito così,spedendolo in una ghiacciaia in mezzo alle montagne. Un paese dove non succedenie Continue

Siamo nel 1940, in un paese dell'Appennino toscoemiliano, freddissimo, povero.Il maresciallo viene dal sud: il suo blando antifascismo è stato punito così,spedendolo in una ghiacciaia in mezzo alle montagne. Un paese dove non succedeniente, tra l'altro. O meglio, dove non succedeva niente, perché una mattina,Maddalena, cameriera a ore, trova il corpo di un paesano, un vecchio emigratoritornato dalla Francia e detto per questo "il Francese", steso in mezzo allaneve. Una leggenda popolare vuole che gli ubriachi che si addormentanoall'aperto non muoiano di freddo, anzi sciolgano la neve. Ma il francese non èaddormentato, è morto. E non è che il primo.Salvago Raggi, Carmen Covito, Susanna Tamaro.

83 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Bellissimo

    Un bellissimo romanzo storico travestito da giallo.

    Guccini e Macchiavelli in gran forma. Bellissimo.

    Is this helpful?

    OrsoCurioso said on Nov 19, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    Quattro stelle ma con la lode

    Uno dei polizieschi più belli e originali letti negli ultimi anni!

    Inter nos: ho l'impressione che "XY" di Sandro Veronesi abbia preso parecchia ispirazione da questo romanzo...

    Non correggo la mia precedente impressione, però forse ho sbagliato a ...(continue)

    Uno dei polizieschi più belli e originali letti negli ultimi anni!

    Inter nos: ho l'impressione che "XY" di Sandro Veronesi abbia preso parecchia ispirazione da questo romanzo...

    Non correggo la mia precedente impressione, però forse ho sbagliato a non leggere tutto di seguito fino alla fine, perché, riprendendo la lettura degli ultimi due capitoli il giorno dopo, il finale mi è sembrato più fiacco del resto del libro. O forse è davvero più fiacco? Fatto sta che mi ha un po' stonato la conclusione che si è trovata perché trovo poco credibile che un bimbo di 6 anni segua il padre di nascosto in miniera, si renda conto che c'è un'esplosione e si ricordi di una persona che si è salvata che è stato il responsabile dell'esplosione e dell'assassinio di suo padre e porti avanti tutta questa memoria fino alla vendetta. Ma anche qui metto il beneficio del dubbio. D'altra parte un bimbo di fine Ottocento/inizio Novecento di famiglia non agiata, in montagna o in miniera, aveva sicuramente altre libertà, capacità di autonomia e forse maturità di un bimbo contemporaneo di città che a 6 anni difficilmente verrà fatto uscire di casa da solo! Lasciamo appunto il beneficio del dubbio e godiamoci tutto il resto di questa bellissima storia del maresciallo Benedetto Santovito, equilibrata e ben costruita nella sua architettura narrativa.

    Is this helpful?

    Cristina (e Patato) said on Jan 14, 2013 | 1 feedback

  • 2 people find this helpful

    Prima entrata in scena del maresciallo Santovito. Come sempre ritrovo i luoghi della provincia emiliana dove ho scelto di vivere, come sempre non sono rimasta delusa

    Is this helpful?

    quisquilia (...) said on Jul 5, 2012 | 2 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    la vengeance...

    Una serie di delitti in un paesino sperduto dell'appennino tosco-emiliano. Tutto ha inizio alla fine del XIX secolo, quando la fame costringe a fuggire lontano...
    Il segno "gucciniano" è dato dalla caratterizzazione dei personaggi da osteria, vero e ...(continue)

    Una serie di delitti in un paesino sperduto dell'appennino tosco-emiliano. Tutto ha inizio alla fine del XIX secolo, quando la fame costringe a fuggire lontano...
    Il segno "gucciniano" è dato dalla caratterizzazione dei personaggi da osteria, vero e proprio centro di quel piccolo mondo montanaro.

    Is this helpful?

    Igor Campoli said on Jul 3, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Il più bello della serie di gialli di Guccini e Macchiavelli dedicati al maresciallo Santovito. Trovo appassionante l'intreccio anche se a rendere il tutto affascinante contribuisce la cornice geografica e storica. La varia galleria di strani persona ...(continue)

    Il più bello della serie di gialli di Guccini e Macchiavelli dedicati al maresciallo Santovito. Trovo appassionante l'intreccio anche se a rendere il tutto affascinante contribuisce la cornice geografica e storica. La varia galleria di strani personaggi di montagna fa sorridere e commuovere, senza contare che la semplicità della lingua e dei dialoghi accentua il clima pittoresco e famigliare della narrazione. Bellissimo.

    Is this helpful?

    Giulia said on May 15, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ben scritto e ben articolato, senza grandi pretese. Onesto.

    Is this helpful?

    Widepeak said on Mar 21, 2012 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book