Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Madame Bovary

I grandi della letteratura, 1

Di

Editore: Fabbri

3.9
(12852)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 365 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Francese , Portoghese , Spagnolo , Tedesco , Norvegese , Catalano , Svedese , Olandese , Galego , Chi tradizionale , Turco , Chi semplificata , Giapponese , Rumeno , Ceco , Polacco

Isbn-10: A000026879 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Bruno Oddera ; Prefazione: Maria Teresa Giaveri

Disponibile anche come: Paperback , Altri , Tascabile economico , Cofanetto , Rilegato in pelle , CD audio , Copertina morbida e spillati , eBook

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Romance

Ti piace Madame Bovary?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    lo dico? ok lo dico. Il personaggio che più ho odiato nella storia della letteratura (subito dopo c'è Eugenie Grandet). Più leggevo e più la detestavo. Non riesco a scindere il giudizio sul libro da quello sulla sua protagonista.

    ha scritto il 

  • 4

    Ho trovato la prima parte di Madame Bovary lenta, oserei quasi dire "noiosa", poi invece piano piano è emersa la parte psicologica dei personaggi che mi ha fatto apprezzare tantissimo questo romanzo. I tormenti di Emma, le sue riflessioni, i suoi tradimenti mi riportano alla mente altri romanzi c ...continua

    Ho trovato la prima parte di Madame Bovary lenta, oserei quasi dire "noiosa", poi invece piano piano è emersa la parte psicologica dei personaggi che mi ha fatto apprezzare tantissimo questo romanzo. I tormenti di Emma, le sue riflessioni, i suoi tradimenti mi riportano alla mente altri romanzi che trattano più o meno lo stesso tema, ma in Madame Bovary ho percepito un'analisi psicologica della realtà che è del 1800 ma è attualissima anche ai nostri tempi. D'altronde l'amore, la passione, il desiderio sono sentimenti senza tempo.

    ha scritto il 

  • 3

    Questo libro ho provato a leggerlo tre volta prima di riuscire a terminarlo,anzi,prima di riuscire a superare addirittura le 60 pagine.
    Il libro in sé mi é piaciuto,il problema é Emma Bovary.
    Finora non ho trovato nessun personaggio letterario più lontano da me;non riesco proprio a pr ...continua

    Questo libro ho provato a leggerlo tre volta prima di riuscire a terminarlo,anzi,prima di riuscire a superare addirittura le 60 pagine.
    Il libro in sé mi é piaciuto,il problema é Emma Bovary.
    Finora non ho trovato nessun personaggio letterario più lontano da me;non riesco proprio a provare empatia per lei,anzi più andavo avanti a leggere e meno la capivo.Comprendo il bisogno di altro,l'essere insoddisfatti della propria vita,ma non trovo senso nelle azioni che seguono la scoperta di questo bisogno:come si può pensare che l'adulterio sia il mezzo con cui arrivare ad avere una vita soddisfacente?E il suo sentimentalismo,poi,lo trovo insopportabile,mi snerva.
    Non lo so,forse non le faccio giustizia.

    ha scritto il 

  • 4

    L'avevo letto ai tempi della scuola e mi aveva colpita profondamente. A distanza di 10 anni l'ho riletto e riconfermo l'idea che Madame Bovary sia un grandissimo romanzo, uno dei più avvincenti e allo stesso tempo riflessivi che mi sono trovata a leggere.

    ha scritto il 

  • 1

    cara emma sei una noia!

    emma è una noia mortale! ho letto questo libro perchè era una dei grandi classici francesi..ma non vedevo l'ora di finirlo. nelle sue 248 pagine non ho trovato un personaggio degno della mia approvazione e immedesimazione:Emma è noiosissima, na "cozza" insicura, a volte cattiva con il marito e la ...continua

    emma è una noia mortale! ho letto questo libro perchè era una dei grandi classici francesi..ma non vedevo l'ora di finirlo. nelle sue 248 pagine non ho trovato un personaggio degno della mia approvazione e immedesimazione:Emma è noiosissima, na "cozza" insicura, a volte cattiva con il marito e la figlia. Il dottor Bovary mediocre e vicino all'insignificante, la signora Bovary la classica suocera del 2015, Rodolphe troppo pieno di sè e ingannatore.
    Il confronto con la russa Anna Karenina è pari a 0 nonostante entrambi gli scrittori appartengano alla stessa filosofia di pensiero del romanzo psicologico.
    sorry Emma.

    ha scritto il 

  • 5

    Madame Bovary è un grande classico della letteratura che non può essere tralasciato.
    Il personaggio di Emma, pagina dopo pagina, diventa sempre più insopportabile e irritante (per fortuna arriva una fine).
    Illuminante è la presenza/assenza della figli, probabilmente il personaggio più ...continua

    Madame Bovary è un grande classico della letteratura che non può essere tralasciato.
    Il personaggio di Emma, pagina dopo pagina, diventa sempre più insopportabile e irritante (per fortuna arriva una fine).
    Illuminante è la presenza/assenza della figli, probabilmente il personaggio più tragico del romanzo.

    ha scritto il 

  • 2

    Emma, una donna romantica, che cerca l' amore descritto nei romanzi cavallereschi sposando Charles Bovary, medico mediocre. Poi, delusa dalla vita coniugale, allacciando due relazioni extraconiugali.
    Alla fine ce l'ho fatta a finire questo mattoncino. Carino, ma pesante e noioso.

    ha scritto il 

  • 3

    Le romantiche avventure di Emma..

    A me questo genere di romanzi fa sorridere...
    E' la storia di una donna che tenta di dare un senso alla sua vita... Se si pensa che all'epoca la realizzazione femminile consisteva nel matrimonio e nello stare soggetta alla volontà del marito...diciamo che l'autore, si è spinto troppo oltre. ...continua

    A me questo genere di romanzi fa sorridere...
    E' la storia di una donna che tenta di dare un senso alla sua vita... Se si pensa che all'epoca la realizzazione femminile consisteva nel matrimonio e nello stare soggetta alla volontà del marito...diciamo che l'autore, si è spinto troppo oltre...
    Infatti ha descritto un'eroina che si ammala di nevrosi...perchè non sopporta l'esistenza piatta che vive nella casa coniugale, con un uomo scialbo, mite...e che non l'attrae...
    E allora frequenta prima uno studente, poi un un avventuriero...per sfuggire alla noia di questa routine...
    Come dicevo all'inizio questa vicenda mi fa sorridere...uno scandalo, dicevano i contemporanei di Flaubert?
    Se ci si proietta nella nostra epoca così caotica e in cui lo scandalo è all'ordine del giorno, a noi pare impossibile...che l'autore di questo libro sia stato denunciato per così poco...
    Ma ciò che a noi pare poco...a quel tempo...era già una violazione da condannare...
    Consigliato...anche per il processo innovativo proposto dall'autore...
    Saluti.
    Ginseng666

    ha scritto il 

Ordina per