Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Madame Bovary

By Gustave Flaubert

(127)

| Paperback | 9781466210301

Like Madame Bovary ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

This anthology is a thorough introduction to classic literature for those who have not yet experienced these literary masterworks. For those who have known and loved these works in the past, this is an invitation to reunite with old friends in a fres Continue

This anthology is a thorough introduction to classic literature for those who have not yet experienced these literary masterworks. For those who have known and loved these works in the past, this is an invitation to reunite with old friends in a fresh new format. From Shakespeare s finesse to Oscar Wilde s wit, this unique collection brings together works as diverse and influential as The Pilgrim s Progress and Othello. As an anthology that invites readers to immerse themselves in the masterpieces of the literary giants, it is must-have addition to any library.

1034 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    "Ma è mai possibile trovare la felicità?" lei domandò.
    "Si, prima o poi è possibile" . "Prima o poi è possibile - ripeté Rodolphe - prima o poi, all'improvviso e quando ormai si disperava. Allora orizzonti si schiudono e pare che una voce gridi: "Ec ...(continue)

    "Ma è mai possibile trovare la felicità?" lei domandò.
    "Si, prima o poi è possibile" . "Prima o poi è possibile - ripeté Rodolphe - prima o poi, all'improvviso e quando ormai si disperava. Allora orizzonti si schiudono e pare che una voce gridi: "Eccola!". Si è spinti a confidare la nostra vita a quella certa persona, a darle tutto, a sacrificarle tutto. Non c'è bisogno di alcuna spiegazione, ci s'intende. Ci si era già confusamente visti nei sogni - e la guardava. - Eccolo insomma quel tesoro tanto a lungo cercato, eccolo a portata di mano, rifulgente, scintillante. Pure si dubita ancora, non si ha il coraggio di credere, si è abbagliati, al pari di chi esce dalle tenebre alla luce."
    Piccolo assaggio della penna di Flaubert.
    Confesso, ho preso in mano Madame Bovary con molta indifferenza all'inizio, sarà che tutti mi dicevano che era molto pesante, poco coinvolgente e via dicendo. Un consiglio? Non credete a nessuno! Un libro bisogna provarlo sulla propria pelle prima di giudicarlo, e Flaubert mi ha completamente conquistata: stile raffinato, trama intrigante - anche se triste -, introspezioni, sentimenti e attimi descritti perfettamente, e non solo, il tema dell'adulterio che non si riduce a sé, ma che apre le porte a profonde riflessioni tutt'oggi esistenti.
    Non metto 5 stelline solo per alcuni passaggi tediosi, per il resto..c'est parfait!

    Is this helpful?

    Felicia:) said on Jul 23, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Una donna che solo un uomo ha saputo inventare

    Sfogliando le pagine di Madame Bovary mi è sembrato d’incrociare lo sguardo di Emma attraverso opere pittoriche di artisti francesi. Quelle descrizioni così reali, proposte da una scrittura limpida come la velata trasparenza di un acquerello, ne ha ...(continue)

    Sfogliando le pagine di Madame Bovary mi è sembrato d’incrociare lo sguardo di Emma attraverso opere pittoriche di artisti francesi. Quelle descrizioni così reali, proposte da una scrittura limpida come la velata trasparenza di un acquerello, ne hanno creato tratti e movenze perfette. Al suo primo apparire, Emma è una ragazza alquanto semplice nei suoi abiti provenzali, somigliante ad una fanciulla in un quadro di Èmile Vernon. Ma gli eventi a venire, gli incontri e le scelte sbagliate, tracceranno, per lei, un percorso segnato da cambiamenti personali e profondi rimpianti. La tristezza di un’esistenza che non evolve, il tedio dilagante delle giornate, i sogni che brillano ai suoi occhi in un’atmosfera vermiglia la trascinano nel capriccio del tradimento coniugale. La sua vita diventa un ammasso di menzogne per coprire passioni segrete. Gli amori e i piaceri a cui si concede sono effimeri e fatali come morsi dati a un pane maledetto. Non è altro che un’amante qualunque dai discorsi esagerati che nascondono affetti mediocri, un’amante il cui fascino della novità scivola come una veste lasciando nuda la monotonia di una passione che ha sempre le stesse forme e le stesse parole. Egoista e attenta solo a se stessa, Emma comincia a condurre una vita dedita alla vanità, bella come una di quelle “modiste sur les Champs Elyséè” dipinte da Jean Béraud. Conosce le nuove mode, i migliori sarti, gli appuntamenti al teatro dell’Opera e legge Balzac per trovare appagamenti immaginari. Nel suo desiderio confonde la sensualità del lusso con le gioie del cuore, l’eleganza delle abitudini con la delicatezza dei sentimenti. I sospiri e i lunghi abbracci, le lacrime e la tenerezza non si separano per lei dal balcone di un castello o dalle serate mondane, dai vestiti con lo strascico e le angosce nascoste sotto il sorriso.
    Madame Bovary non è soltanto il racconto fatto di versi assaporati e versi scritti, ma rappresenta un percorso artistico tracciato da una grande scrittura figurativa e quasi floreale, grazie alla quale Flaubert sparge e compone, come olio su tela, l’immagine di lei. Emma è quella donna capace di legarci a sé nonostante la propria condotta e la propria morale appaiano poco apprezzabili. Una donna che solo un uomo ha saputo inventare.

    Is this helpful?

    Martin Eden said on Jul 17, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Letto in lingua originale è molto pesante! Non mi ha appassionato per niente! Forse la causa è che era obbligatorio per la scuola, però non mi ha lasciato nulla...

    Is this helpful?

    A Debby said on Jul 16, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Charles Bovary, un ufficiale sanitario, dopo esser rimasto vedovo di una donna più grande di lui, sposa Emma Rouault, una bella ragazza di campagna impregnata di desideri di lusso e romanticherie, vagheggiamenti che le provengono dalla lettura di rom ...(continue)

    Charles Bovary, un ufficiale sanitario, dopo esser rimasto vedovo di una donna più grande di lui, sposa Emma Rouault, una bella ragazza di campagna impregnata di desideri di lusso e romanticherie, vagheggiamenti che le provengono dalla lettura di romanzi. Charles è abbastanza benestante, ma noioso e maldestro. Emma crede che la nascita di un maschio "curerà" il loro matrimonio. Quando rimane incinta, e alla fine partorisce una figlia, si convince che la propria vita sia finita.
    Charles decide che per Emma ci vuole un cambio radicale, e si trasferisce dal villaggio di Tostes (oggi Tôtes) a un altro villaggio altrettanto deprimente, Yonville (identificato con la cittadina di Ry). Emma accetta il corteggiamento di una delle prime persone che incontra, un giovane studente di giurisprudenza, Léon Dupuis, che sembra condividere con lei il gusto per le "cose più belle della vita". Quando Léon se ne va per motivi di studio a Parigi, Emma intraprende una relazione con un ricco proprietario terriero, Rodolphe Boulanger ed escogita un piano per fuggire con lui, ma Rodolphe, anche amandola, non è pronto ad abbandonare tutto e con una lettera rompe l'accordo la sera precedente la fuga. Lo shock è tale che Emma si ammala gravemente e per qualche tempo si rifugia nella religione.
    Una sera, a Rouen, Emma e Charles assistono all'opera, ed Emma incontra di nuovo Léon. I due iniziano una relazione: Emma si reca in città ogni settimana per incontrarlo, mentre Charles crede che lei prenda lezioni di pianoforte. Al contempo, Emma sta spendendo esorbitanti somme di denaro. I suoi debiti intanto raggiungono valori esplosivi e la gente inizia a sospettare l'adulterio. Dopo che i suoi amanti le hanno rifiutato il denaro per pagare il debito, Emma ingoia dell'arsenico e muore, in modo penoso e lento. Il leale Charles è sconvolto, tanto più che ritrova le lettere che Rodolphe le scriveva. Dopo poco tempo muore a sua volta probabilmente per il dolore.

    Is this helpful?

    Pacchiarotti said on Jul 13, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    C'è sempre un po' di innocenza in più da perdere.

    Is this helpful?

    fyk said on Jul 5, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book