Madame Bovary

Di

Editore: A. Mondadori (Oscar classici; 482)

3.9
(13632)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 464 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Francese , Portoghese , Spagnolo , Tedesco , Norvegese , Catalano , Svedese , Olandese , Galego , Chi tradizionale , Turco , Chi semplificata , Giapponese , Rumeno , Ceco , Polacco , Russo

Isbn-10: 880447775X | Isbn-13: 9788804477754 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Postfazione: Charles Baudelaire

Disponibile anche come: Altri , Tascabile economico , Copertina rigida , Cofanetto , Rilegato in pelle , CD audio , Copertina morbida e spillati , eBook

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura , Rosa

Ti piace Madame Bovary?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Emma Bovary, moglie insoddisfatta di un mite medico di campagna, cerca un senso alla sua monotona esistenza in una serie di sfortunate vicende sentimentali. Un romanzo dallo stile esemplare che costò a Flaubert (1821-80) un processo con l'accusa d'avere offeso la morale pubblica.
Ordina per
  • 4

    Flaubert y el drama

    Madame Bovary es todo un clásico. Y como clásico, debe leerse contextualizado, bajo los ojos de su tiempo y al son del disfrute. Es una novela del siglo XIX, de fácil lectura (si se tiene un buen dicc ...continua

    Madame Bovary es todo un clásico. Y como clásico, debe leerse contextualizado, bajo los ojos de su tiempo y al son del disfrute. Es una novela del siglo XIX, de fácil lectura (si se tiene un buen diccionario) y entretenida. Contiene detalles claros de un panorama de la época victoriana francesa pero, sobre todo, de la moralidad que rodea las relaciones de pareja. Francamente sufrí con los caprichos burgueses de la señora Bovary, mientras no se percataba del panorama que la rodeada. Flaubert logró ese entorno de manera maravillosa...

    Recomendados a aquellos que les guste el drama datado en siglos lejanos, donde la virtud y los excesos eran inexplorados, pero tan humanos como lo son ahora...

    ha scritto il 

  • 4

    Un capolavoro della letteratura francese da conservare gelosamente nella propria libreria e nel proprio bagaglio culturale ed emozionale. Flaubert è forse uno dei migliori descrittori dell'animo umano ...continua

    Un capolavoro della letteratura francese da conservare gelosamente nella propria libreria e nel proprio bagaglio culturale ed emozionale. Flaubert è forse uno dei migliori descrittori dell'animo umano femminile, capace di una forte empatia nei confronti delle creature frustrate e disadattate. Ho apprezzato molto la dolcezza nel tratteggiare in toni pastello il profilo di una donna fedifraga e insoddisfatta, che nonostante la critica sociale del suo tempo, ha combattuto per la felicità.

    ha scritto il 

  • 1

    Cheppppallleeeeeeeeee

    Finalmente dopo 2 mesi di sofferenza sono riuscita a finire di leggerlo.
    Capolavoro dell'epoca, noia mortale oggi. Madame Bovary è una giovane di belle speranze che sogna l'amore, la passione e l'avve ...continua

    Finalmente dopo 2 mesi di sofferenza sono riuscita a finire di leggerlo.
    Capolavoro dell'epoca, noia mortale oggi. Madame Bovary è una giovane di belle speranze che sogna l'amore, la passione e l'avventura ma che è destinata a una vita di insoddisfazione. Monsieur Bovary è un uomo noioso, smidollato, senza carattere e senza orgoglio, completamente sottomesso alla moglie giustifica tutti i suoi capricci e non vede nemmeno quando lei lo tradisce davanti ai suoi occhi. Entrambi fanno una fine in perfetta coerenza con il modo in cui hanno visuto, lei con un drammatico, agonizzante e scenografico avvelenamento, lui miseramente in disparte e in silenzio, senza nessuno che se ne accorga. Alla fine l'unico personaggio che ispira un pochetto simpatia è la figlia, l'unica a rimetterci senza male a fare.

    ha scritto il 

  • 5

    Flaubert e le tre Emme

    Madame Bovary . Flaubert e le tre Emme
    Emma, Carlo e la piccola Berta sono la famiglia Bovary, lui ufficiale sanitario in un piccolo paese a ridosso di Rouen, lei una giovane moglie insoddisfatta a ...continua

    Madame Bovary . Flaubert e le tre Emme
    Emma, Carlo e la piccola Berta sono la famiglia Bovary, lui ufficiale sanitario in un piccolo paese a ridosso di Rouen, lei una giovane moglie insoddisfatta alla continua ricerca di una felicità che si rivela inafferrabile e illusoria, vittima inconsapevole degli influssi nefasti dell’ ormai esangue cultura romantica, che sventola immagini vaporose davanti agli occhi delle giovani donne ingenue, sogni che si polverizzano nell’impatto con la cruda realtà del quotidiano. Questa è una prima lettura, in chiave letteraria, diciamo così, della storia. Fine del Romanticismo, per eccesso di menzogne e per strage di giovani donne. Avvento del naturalismo. La vita è altro, fa capire Flaubert, altro dai sogni e dalle aspirazioni; la realtà è il piccolo mondo borghese con le sue convenzioni e piccinerie che circonda Emma, la quale peraltro ne fa ben parte, seppure concedendosi strappi e trasgressioni.
    E dalla sua personale ingannevole ricerca di felicità Emma rimane travolta, lei e tutta la sua famiglia, pagando un prezzo molto alto ai suoi desideri, alle sue debolezze e fragilità, alla voglia di sfuggire alla monotona vita che le è imposta dalla sua condizione di donna maritata nella Francia di Luigi Filippo : Flaubert, malgrado i dettami della corrente naturalistica, che impone l’assenza di ogni commento esplicito sulle vicende, si lascia però andare alla comprensione- compassione per Emma e il genere femminile: “ Un uomo è libero; può errare attraverso passioni e paesi…una donna trova continui impedimenti. Inerte e flessibile.. ha contro di sé le debolezze della carne insieme con la servitù della legge…c’è sempre una un desiderio che trascina, una convenienza che trattiene”. Diversa, molto diversa è la sorte dei due generi, per l’uno il tradimento è un gioco permesso dalla benevolenza delle leggi, dalle consuetudini e dai sorrisi complici di bourgeois e popolo, senza distinzioni di classe, per le altre è un peccato grave, che solo l’arsenico può purificare. Questa é la Emma numero due, l’infelice rappresentante di un genere sottomesso. Anche una lettura di questo tipo, storicistica, calza e aiuta.
    Ma poi… c’è Emma come donna, come individuo a sè stante, la terza Emma, quella che mi piace di più. Emma che è travolta dalla sua incapacità- impossibilità ad essere felice se non per breve tempo nei momenti d’amore, travolta da una “insufficienza della vita, dall’imputridirsi delle cose cui si appoggiava”, dal tarlo dell ’insoddisfazione, che la fa scivolare verso la depressione, per usare parole contemporanee. Cerca di colmare il vuoto che è dentro lei con le illusioni d’amore, si aggrappa agli uomini, al piacere di sentirsi desiderata. Non trova che il nulla. Perde a poco a poco il contatto con la realtà, la sua realtà, si rovina dietro a una costruzione di sé falsata e vacillante. Solo Carlo, il marito tradito, l’accompagna poi con dolore nella sua agonia straziante, in pagine terribili. Una punizione eccessiva rispetto alla colpa, afferma Lamartine, da buon parigino indulgente ( seppure romantico vituperato)
    E allora Emma c’est tutti noi, chi più chi meno, come diceva il buon Gustave, un po’ tutti noi negli anni in cui l’amore, l’investimento d’amore è una forza potente, a volte irresistibile, anche pericolosa. Dopo, solo dopo, lontano lontano nel tempo, ci accorgiamo nel disincanto della natura ambigua dell’amore, della sua capacità di camuffarsi e della sua fatale transitorietà. Prima è solo bellezza, annullamento e anche dolore.
    Forse non si è capito, ma a me il romanzo è piaciuto moltissimo.

    ha scritto il 

  • 3

    Il paradigma dell'essere umano

    Emma è il paradigma dell'essere umano. Brama tutto ciò che vede ma, un attimo dopo averlo ottenuto, sale la sua insoddisfazione e punta subito un altro obiettivo. Insulso, invece il marito Charles. Co ...continua

    Emma è il paradigma dell'essere umano. Brama tutto ciò che vede ma, un attimo dopo averlo ottenuto, sale la sua insoddisfazione e punta subito un altro obiettivo. Insulso, invece il marito Charles. Come si suol dire: cornuto e mazziato.

    ha scritto il 

  • 3

    Unica parola che mi viene in mente: INSODDISFAZIONE

    Libro famoso, lento, e sofferto. La tanto rinomata Madame Bovary, donna sognante, trasgressiva ed insoddisfatta dalla vita, dal matrimonio, dagli amanti. Non appena ha raggiunto il suo obiettivo si an ...continua

    Libro famoso, lento, e sofferto. La tanto rinomata Madame Bovary, donna sognante, trasgressiva ed insoddisfatta dalla vita, dal matrimonio, dagli amanti. Non appena ha raggiunto il suo obiettivo si annoia, ed inizia la ricerca di qualcosa di nuovo, che la faccia sentire viva. Una minima parte d'insoddisfazione credo che ci sia in ognuno di noi...

    ha scritto il 

  • 3

    L'idiota

    Non so se da questo romanzo ne esce più l'uomo o la donna con le ossa rotte.
    Ma vorrei riflettere sulla figura del signor Bovary:
    Ci può stare che una donna ti sposi per mero interesse senza amarti, c ...continua

    Non so se da questo romanzo ne esce più l'uomo o la donna con le ossa rotte.
    Ma vorrei riflettere sulla figura del signor Bovary:
    Ci può stare che una donna ti sposi per mero interesse senza amarti, ci può stare che una donna ti ami e ti sposi e poi possa tradirti perché non ti ama più, ma è inconcepibile che una donna ti tradisca ripetutamente, che te lo faccia quasi capire, anzi, che lo hanno capito tutti solo tu no e continui imperterrito a fare la figura dell'idiota cornuto!...

    P.S. Il ragionamento vale anche a ruoli invertiti

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per
Ordina per