Magellan

By

Publisher: Pushkin Press

4.7
(615)

Language: English | Number of Pages: 452 | Format: eBook | In other languages: (other languages) Spanish , German , Italian , French

Isbn-13: 9781906548858 | Publish date: 

Translator: Eden Paul , Cedar Paul , Eden and Cedar Paul

Also available as: Paperback , Hardcover

Category: Biography , Fiction & Literature , History

Do you like Magellan ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
The Portuguese explorer Ferdinand Magellan (1480–1521) is one of the most famous navigators in history–he was the first man to sail from the Atlantic to the Pacific Ocean, and led the first voyage to circumnavigate the globe, although he was killed en route in a battle in the Philippines. In this biography, Zweig brings to life the Age of Discovery by telling the tale of one of the era’s most daring adventurers, whose astounding feats of navigation heralded the modern age. 
Sorting by
  • 5

    “ Esiste un passaggio dall’Oceano Atlantico al Pacifico. Io lo so, io conosco il luogo e il punto. Datemi una flotta e io mostrerò il passaggio e compirò il giro di tutta la terra da oriente a occiden ...continue

    “ Esiste un passaggio dall’Oceano Atlantico al Pacifico. Io lo so, io conosco il luogo e il punto. Datemi una flotta e io mostrerò il passaggio e compirò il giro di tutta la terra da oriente a occidente”.

    Uomo risoluto, impavido, dotato di grande forza di volontà e al contempo solo, animato da un grande sogno e capace di realizzarlo contro ogni difficoltà, il capitano portoghese strappato per lungo tempo agli onori dovutigli - si pensi che una delle maggiori preoccupazione di Zweig fu quella di chiarire con un sottotitolo l’identità dell’illustre sconosciuto- , incarna perfettamente l’ideale della virilità e dell’audacia per una generazione che, viste le vicende storiche, ha perso il coraggio di vivere, di amare e di lottare per i propri ideali.
    La biografia del grande navigatore , oltre ad assumere per i lettori contemporanei la funzione di veicolare implicitamente siffatti pericolosi ideali, si pone inoltre come una delle numerose opere che andò a nutrire il filone biografico particolarmente in voga nella prima metà del ‘900 in Europa, e che allo stesso Zweig diede grande fama presso i lettori, tutti, anche i più comuni, anche quelli per i quali era fin da subito necessario specificare chi fosse l’oggetto della narrazione. Oggi potrebbe sorprenderci questa ignoranza, in realtà la lettura stessa chiarisce quale fu per molto tempo la gloria riservata al nostro eroe in patria, in Spagna e nel mondo. Insomma, rimasti affascinati dalla narrazione della sua titanica impresa, a lettura ultimata soffriamo per l’ingiusto destino, per la sorte avversa, per quella ironia della stessa sorte che attribuisce e dispensa allori a chi non li merita affatto. Compatiamo un destino avverso, dopo aver condiviso il trionfo della volontà materializzarsi nel bel sì strappato ad un re straniero ad armare una flotta di cinque navi , la fatica a dominare il mare, le ribellioni dell’equipaggio, la rada a pochi gradi di latitudine dal famoso estrecho senza essere consapevoli di esserci arrivati , la gioia di riuscire infine a superarlo e la conferma che una grande distesa d’acqua si affaccia per riportare alle meravigliose e tanto ambite isole delle spezie. Pagine animate da viva partecipazione contribuiscono a creare la necessaria empatia con un uomo che oggettivamente viene rappresentato con tutte le sue virtù ma anche con tutti i suoi limiti, e la narrazione di questi fatti storici, rigorosamente avvallata da tutte le fonti disponibili al momento, collima con il romanzo e si fonda in una mescolanza di generi che potremo non a torto definire biografia romanzata. Il piacere della lettura allora si impenna, dimenticate le prime lente ma preziosissime pagine, ci si ritrova immersi dall’incalzare degli eventi in un climax ascendente verso la pura avventura. L’introspezione psicologica è la regina della trama e ora siamo anche noi lì in quei cento orribili giorni in balia di un mare terribilmente pacifico con impresse negli occhi ancora le immagini dei curiosi patagoni, gli uomini dai piedi grandi, curiosi e assettati di verificare di persona i miti che circolano nella vecchia Europa sulle ricchezze di queste terre incantate, bramosi , se possibile, di estorcere anche qualche vantaggio personale oltre la gloria di far parte di questa spedizione che al porto di partenza nessuno attende più.
    Neanche la fugacità della vita e una morte ridicola tolgono valore all’impresa perché “l’umanità viene durevolmente arricchita soltanto da chi ne accresce la coscienza e la conoscenza creatrice” e onore a chi l’ha fatto sacrificando se stesso a dimostrazione del fatto che il singolo individuo può trasformare la realtà materializzando sogni e illusioni. La precisa misura della terra è ormai conquistata.

    said on 

  • 4

    1.125 ms spesi per acquistare la pergamena per le carte

    Nella lista delle spese ci sono le carte nautiche e le carte....e basta.
    Gran parte della terra di cui finalmente si intuiscono le dimensioni, è una carta nautica intonsa,
    Il mondo attende che quel pe ...continue

    Nella lista delle spese ci sono le carte nautiche e le carte....e basta.
    Gran parte della terra di cui finalmente si intuiscono le dimensioni, è una carta nautica intonsa,
    Il mondo attende che quel pennino si posi.
    Orizzonti sconfinati e nessuna certezza di ritorno.
    Che meraviglia.

    said on 

  • 5

    A me è piaciuto molto,
    spiega con semplicità e chiarezza anche il contesto storico nel quale Magellano è vissuto, le sue avventure prima del suo famoso viaggio e gli eventi che lo hanno portato a tent ...continue

    A me è piaciuto molto,
    spiega con semplicità e chiarezza anche il contesto storico nel quale Magellano è vissuto, le sue avventure prima del suo famoso viaggio e gli eventi che lo hanno portato a tentare quello che nessuno nella storia dell'umanità aveva mai tentato prima.
    La spedizione in sè poi è davvero straordinaria, tra naufragi, ammutinamenti, battaglie, carestie...
    ...è successo di tutto e di piu.

    Lo consiglio in generale se vi piaciono i romanzi storici o le avventure marinaresche.

    said on 

  • 5

    Magellano il genio

    L'autore mi prende a braccetto e mi mostra il fermento nei cantieri e nei porti del Portogallo all'epoca delle grandi scoperte geografiche. Profumi di spezie, di Oriente, progetti di grandi viaggi, ...continue

    L'autore mi prende a braccetto e mi mostra il fermento nei cantieri e nei porti del Portogallo all'epoca delle grandi scoperte geografiche. Profumi di spezie, di Oriente, progetti di grandi viaggi, sogni di ricchezza e di gloria.... e Magellano. Quest'uomo che pur avendo una profonda esperienza nella navigazione delle nuove rotte, non fu considerato, non gli fu concessa, nel suo Paese, l'opportunità di dimostrare il suo genio. Paziente, si rigenera in Spagna e aspetta, aspetta finchè non riesce ad avere l'anelata flotta per partire. Un uomo che non perde la speranza, che non vuole tutto e subito ma sa attendere, tenace, introverso, forte e deciso, crudele e magnanimo.
    Zweig mi ha fatto innamorare dell'uomo, non del personaggio che per primo ha capito di poter circumnavigare il mondo.

    said on