Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Magya

Septimus Heap Vol. 1

Di

Editore: Salani

3.6
(483)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 551 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Tedesco , Francese

Isbn-10: 8862560982 | Isbn-13: 9788862560986 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: G. Pastorino ; Illustratore o Matitista: M. Zug

Disponibile anche come: Copertina rigida

Genere: Children , Science Fiction & Fantasy , Teens

Ti piace Magya?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Che cos'è la MAGYA? essere un mago ordinario e vivere felice e disordinato con moglie e sette figli in un'unica stanza dietro la porta rossa, in via Su e Giù, nella Babilonia; o essere una principessa, ma non saperlo; o essere una Strega Bianca, un'anziana signora amabile e un po' stramba, che non sa cucinare, si veste in modo orribile, non fa male a una mosca ma custodisce un grande segreto... Angie Sage racconta in questo romanzo, il primo dopo una lunga serie di libri illustrati, l'avventura di tre ragazzi nella torre dei maghi, nei tubi delle discariche, nelle foreste stregate...
Ordina per
  • 3

    Non fatevi ingannare...

    ...dalle mie tre stelline. Magya mi è piaciuto. In alcuni punti l'ho adorato, ma non è un capolavoro. Non saprei dirvi perché, non ha pecche di originalità, né di scorrevolezza, né tantomeno di ...continua

    ...dalle mie tre stelline. Magya mi è piaciuto. In alcuni punti l'ho adorato, ma non è un capolavoro. Non saprei dirvi perché, non ha pecche di originalità, né di scorrevolezza, né tantomeno di ortografia. Più che altro non ha quel non so che, che te lo fa piacere da quattro stelle. Di cinque neanche a parlarne. Beh, forse gli darei 3 stelle e mezzo, se solo potessi... Comunque è una lettura gradevole, che ti porta in un mondo incantato, in un mondo antico pieno di creature fantasmagoriche! E ti fa un po' tornare bambino, con risate e buffi personaggi ;)

    ha scritto il 

  • 4

    Che cos'è la MAGYA? essere un mago ordinario e vivere felice e disordinato con moglie e sette figli in un'unica stanza dietro la porta rossa, in via Su e Giù, nella Babilonia; o essere una ...continua

    Che cos'è la MAGYA? essere un mago ordinario e vivere felice e disordinato con moglie e sette figli in un'unica stanza dietro la porta rossa, in via Su e Giù, nella Babilonia; o essere una principessa, ma non saperlo; o essere una Strega Bianca, un'anziana signora amabile e un po' stramba, che non sa cucinare, si veste in modo orribile, non fa male a una mosca ma custodisce un grande segreto... Angie Sage racconta in questo romanzo, il primo dopo una lunga serie di libri illustrati, l'avventura di tre ragazzi nella torre dei maghi, nei tubi delle discariche, nelle foreste stregate...

    ha scritto il 

  • 3

    Septimus Yawn

    Sbadigli a profusione, errori di traduzione come se piovesse (signor traduttore, io capisco che in inglese il congiuntivo non esista, ma in italiano sì, e andrebbe messo dove richiesto...), errori ...continua

    Sbadigli a profusione, errori di traduzione come se piovesse (signor traduttore, io capisco che in inglese il congiuntivo non esista, ma in italiano sì, e andrebbe messo dove richiesto...), errori persino ortografici (maiuscole e minuscole, queste sconosciute). Idea carina, trama avvincente, ma farraginosa nel complesso. Questo romanzo presenta momenti di stasi seguiti da improvvisi slanci iperbolici da montagne russe. Descrizioni al limite del ridicolo per la loro inutile prolissità e dovizia di particolare mentre ci sono personaggi con lacune spaventose nel loro passato che costringono a continue riletture per capire perchè-faceva-cosa. In sostanza avrebbe avuto bisogno di una bella ripassata;-)

    Ci sono altri volumi della serie ? no, dai, sul serio? Sarei tentata di leggerli solo per il gusto di sapere se sono tutti noiosi come questo.

    ha scritto il 

  • 4

    mi è piaciuto!!!

    Sono felice perchè ho trovato un altro bel fantasy.... adoro la letteratura per ragazzi intelligente e versatile e questo o è ampiamente. Mi ha divertito e fatto trepidare e adesso.... mi fa ...continua

    Sono felice perchè ho trovato un altro bel fantasy.... adoro la letteratura per ragazzi intelligente e versatile e questo o è ampiamente. Mi ha divertito e fatto trepidare e adesso.... mi fa continuare.....

    ha scritto il 

  • 4

    Primo libro di Angie Sage e penso sia andata più che bene. La struttura è scorrevole, un po' troppo favola, un po' meno fantasy ma di sicuro la Salani ci ha azzeccato per l'ennesima volta. La Sage ...continua

    Primo libro di Angie Sage e penso sia andata più che bene. La struttura è scorrevole, un po' troppo favola, un po' meno fantasy ma di sicuro la Salani ci ha azzeccato per l'ennesima volta. La Sage è stata brava a non copiare la Rowling, e parlando di maghi,streghe e magie, non deve essere stato per nulla facile. I personaggi sono scarsamente caratterizzati così come l'ambientazione. Di fatto non si capisce dove sia situato il luogo del racconto ne il tempo. A primo acchito 3 bambini con poteri magici possono fuorviare, ma del più famoso maghetto, non v'è traccia anche se ad unire le due saghe c'è la sofferenza, l'emarginazione, durante l'infanzia. Una nota di sicuro interesse è la bravura della Sage nell'inserire in una favola, l'alto senso di amicizia e gratitudine che in più di una volta sono sottolineate all'interno della narrazione con vari protagonisti. Non c'è che dire, un romanzo alla Harry Potter , che non copia Harry Potter, ben riuscito. Per grandi e piccini indifferentemente.

    ha scritto il 

  • 0

    No puedo puntuarlo por dos razones: lo leí hace mucho tiempo, y no lo pude terminar. Ahora mismo no recuerdo las razones, sólo que me pareció muy "mágico". Cuando retome su lectura perdida, no ...continua

    No puedo puntuarlo por dos razones: lo leí hace mucho tiempo, y no lo pude terminar. Ahora mismo no recuerdo las razones, sólo que me pareció muy "mágico". Cuando retome su lectura perdida, no dudaré en puntuarlo ^^

    ha scritto il 

  • 5

    Dalla prima volta che ho letto i libri di Septimus Heap li ho amati pazzamente: la premessa che devo necessariamente fare è che non è Harry Potter, nel senso che è effettivamente una saga più ...continua

    Dalla prima volta che ho letto i libri di Septimus Heap li ho amati pazzamente: la premessa che devo necessariamente fare è che non è Harry Potter, nel senso che è effettivamente una saga più semplice, soprattutto per quanto riguarda l'evoluzione psicologica dei personaggi. Tolto questo possibile fraintendimento è possibile godersi in pieno un'avventura divertente, entusiasmante e soprattutto Magyca in compagnia di indimenticabili personaggi. I veri protagonisti di questo primo episodio sono Jenna, Nicko e Ragazzo 412 (insieme al cane Maxie, ovviamente) che aiutati da Marcia affronteranno mille avventure: fuggiranno dallo scivolo dei rifiuti della Torre dei Maghi, verranno inseguiti da pericolosi Cacciatori, incontreranno Ratti Messaggeri e Mostri delle Paludi e saranno ospiti della più simpatica e stramba Strega Bianca esistente, zia Zelda.

    Il mio commento: http://dreaminglifebooks.blogspot.com/2011/09/magya-saga-di-septimus-heap-1.html

    ha scritto il 

  • 3

    Il fantasy è un mondo difficile. Uno legge Tolkien e poi tutto gli sembra rindondante e narrativamente inutile, praticamente Fazio e Littizzetto contro un programma di Maria De Filippi. Non c'è ...continua

    Il fantasy è un mondo difficile. Uno legge Tolkien e poi tutto gli sembra rindondante e narrativamente inutile, praticamente Fazio e Littizzetto contro un programma di Maria De Filippi. Non c'è nemmeno gara. E non è che tra i fantasy per bambini o ragazzi le cose vadano meglio. C'è qualche outsider in più e qualche autore che si solleva leggermente sopra la media, ma in sostanza dietro ad Harry Potter c'è il vuoto. E anche Magya conferma questa mia tesi, di un libro che non è scritto male, che mira al suo pubblico di bambini e ragazzi e, sicuramente, per loro può andare anche bene, ma per un adulto non c'è la sopresa nè la meraviglia chesi prova leggendo i libri della Rowling.

    ha scritto il