Mai piangere sul latte versato

Di

Editore: Salani

3.2
(102)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 208 | Formato: Altri

Isbn-10: 8877829923 | Isbn-13: 9788877829924 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: C. Ranchetti

Disponibile anche come: Paperback

Ti piace Mai piangere sul latte versato?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Londra 1977-1998: tre giovani donne crescono, diventano amiche per la pelle ecosì sopravvivono alle madri. Bert è una ribelle, odia la madre hippy, è laprima a voler sperimentare nuove emozioni e a scoprire il sesso. Tess è laragazza da cui non ci si aspetta niente, che guarda la vita stando in panchina,finché un giorno...Perfetta, elegante, brava in tutto, con un padreesageratemente trendy, Vicky, dopo essere stata mollata dal fidanzato e averperso casa e lavoro, cambia radicalmente vita, e rischia di rompere per laseconda volta con le sue amiche del cuore... Il ritratto scanzonato di unagenerazione che ha subito il Sessantotto nelle scelte dei genitori, allaricerca del confine tra conformista e trasgressivo, yuppie e hippy.
Ordina per
  • 3

    Tre ragazze che diventano amiche del cuore ai tempi del liceo. Una più diversa dall'altra ma accomunate dal fatto di essere figlie di genitori separati. Si riconoscono il primo giorno di scuola e non ...continua

    Tre ragazze che diventano amiche del cuore ai tempi del liceo. Una più diversa dall'altra ma accomunate dal fatto di essere figlie di genitori separati. Si riconoscono il primo giorno di scuola e non si separeranno più. Certo non mancheranno litigi e incomprensioni ma alla fine si ritroveranno sempre. La storia si sviluppa nell'arco di vent'anni. Ci sono: Bert la più ribelle del gruppo sempre in conflitto con la madre un po' hippy; Vicky la più carina e perfetta praticamente in tutto; Tess la classica brava ragazza, raasicurante e protettiva. Siamo alla fine degli anni settanta e l'influenza del post sessantotto emerge prepotentemente. Infatti gran parte del romanzo gira intorno al sesso quasi un'ossessione visto come affrancamento della propria libertà. Sì parla di sesso, di droga, di genitorialita', identità sessuale, lavoro, matrimonio e tanto altro ancora. Non c'è approfondimento dei temi trattati semplicemente l'autrice racconta la storia di questa amicizia così come la vede un occhio esterno, quasi stesse riprendendo con una telecamera. Assistiamo con curiosità alle vicende delle protagoniste, ridiamo e soffriamo insieme a loro senza mai annoiarci grazie a uno stile brioso e frizzante. Un mix tra piccole donne e sex and the city. Personalmente ho apprezzato di più la seconda parte dove le nostre amiche si ritrovano a fare i conti con i problemi dell'età adulta forse perché mi è stato più facile identificarmi con loro vista l'età. La ricerca di un lavoro che non corrisponde agli studi fatti, la precarietà di questo e la necessità di indipendenza, la ricerca del grande amore, le delusioni e la consapevolezza che la vita è fatta di compromessi. Alla soglia dei quarant'anni bisogna affrontare "l'innegabile verità". Una lettura scorrevole e poco impegnativa, niente di più e niente di meno.

    ha scritto il 

  • 2

    Questo libro è un piacevole ricordo nei miei cassetti della memoria, non tanto per la trama in sè, che è sì carina ma non certo da capolavoro. No, lo ricordo con il sorriso sulle labbra, perchè è stat ...continua

    Questo libro è un piacevole ricordo nei miei cassetti della memoria, non tanto per la trama in sè, che è sì carina ma non certo da capolavoro. No, lo ricordo con il sorriso sulle labbra, perchè è stato letto durante una vacanza nella colonia in montagna, assieme a due amiche. Con i letti uniti la sera ne leggevamo un capitolo a testa, sorridendo delle (dis)avventure delle tre protagoniste e identificandoci talvolta in loro.
    Più che un bel libro, perciò, lo definirei un bel ricordo dell'adolescenza...

    ha scritto il 

  • 3

    Un gentilissimo prestito di Light.
    Il libro inizialmente non mi era piaciuto, le tre amiche erano troppo facili, troppo sboccate e troppo irresponsabili, ma poi continuando la storia si capisce che di ...continua

    Un gentilissimo prestito di Light.
    Il libro inizialmente non mi era piaciuto, le tre amiche erano troppo facili, troppo sboccate e troppo irresponsabili, ma poi continuando la storia si capisce che di fondo ci sono problemi legati alla famiglia di ognuna delle protagoniste, che le portano a fare errori ma anche a tenere saldo il loro rapporto che è l'unico che resiste nel tempo.

    ha scritto il 

  • 1

    Un libro molto sofferto

    Argh! Non mi è piaciuto per nulla... Pieno di parolacce, volgarità gratuite e un approfondimento psicologico dei personaggi a volte superficiale e a volte inesistente. Ma davvero in giro c'è una total ...continua

    Argh! Non mi è piaciuto per nulla... Pieno di parolacce, volgarità gratuite e un approfondimento psicologico dei personaggi a volte superficiale e a volte inesistente. Ma davvero in giro c'è una totale mancanza di valori? E vogliamo parlare del finale?? Meglio di no.
    Senza contare che questo libro è legato ad una serie infinita di peripezie su Bookmooch (tu Blue, ne sai qualcosa). Me ne sbarazzo molto volentieri!

    ha scritto il 

  • 5

    Una storia di tre amiche, dal giorno in cui si conoscono (primo giorno di scuola) nasce un'amicizia che fra alti e bassi le accompagnerà in tutta la vita, mai scontato, sempre allegro ma non frivolo. ...continua

    Una storia di tre amiche, dal giorno in cui si conoscono (primo giorno di scuola) nasce un'amicizia che fra alti e bassi le accompagnerà in tutta la vita, mai scontato, sempre allegro ma non frivolo.

    ha scritto il