Mal Principio

(Series Of Unfortunate Events (Spanish))

By

Publisher: Rebound by Sagebrush

3.9
(1596)

Language: English | Number of Pages: | Format: School & Library Binding | In other languages: (other languages) Spanish , Chi traditional , Italian , French , German , Portuguese

Isbn-10: 1417628871 | Isbn-13: 9781417628872 | Publish date: 

Also available as: Hardcover , Library Binding , Audio Cassette , Audio CD , Paperback , Mass Market Paperback , Others

Category: Children , Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy

Do you like Mal Principio ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description

Dear Reader,

"Rare" is a word which can mean either "not burnt to a crisp, and likely to make you ill" or "slightly harder to find." I'm sad to say that this rare edition of the bad beginning fits both of these definitions. In this alleged box, you will find the following:

  1. A woeful story entitled the bad beginning, featuring a disturbing new cover.
  2. An entire chapter of previously unpublished author's notes, which are arguably even more woeful than the tale itself.
  3. An alarming portrait of the heroes and villains of this tale, ready to display in a souvenir frame. You may prefer to display your own, less disturbing, 4" x 6" image.

It is my sad duty to provide these miserable materials to the public, but you are free to look for something easier to find and less likely to upset your stomach.

With all due respect,

Lemony Snicket

Sorting by
  • 4

    Se vi interessano le storie a lieto fine, è meglio che scegliate un altro libro. In questo non solo non c'è lieto fine, ma nemmeno un lieto inizio, e ben poco di lieto anche in mezzo. Questo perché no ...continue

    Se vi interessano le storie a lieto fine, è meglio che scegliate un altro libro. In questo non solo non c'è lieto fine, ma nemmeno un lieto inizio, e ben poco di lieto anche in mezzo. Questo perché non sono accadute molte cose liete nella vita dei tre ragazzi Baudelaire. Violet, Klaus e Sunny erano bambini intelligenti, graziosi e pieni di risorse, avevano lineamenti piacevoli, ma erano estremamente sfortunati, e la maggior parte delle cose che capitavano loro erano segnate dalla malasorte, dalla tristezza e dalla disperazione. Non è che mi faccia piacere dirlo, ma la storia è proprio così.

    Può una saga di libri per ragazzini iniziare così? Be', lo fa "Una serie di sfortunati eventi", l'opera in tredici romanzi in cui il fantomatico Lemony Snicket ci racconta delle peripezie dei tre orfani Baudelaire, vessati dal perfido Conte Olaf che vuole impossessarsi della loro eredità.
    Questo primo libro mi era familiare perché avevo visto il film del 2004 — che si basa in realtà sui primi tre romanzi, quindi per altri due episodi navigherò lungo la costa e poi sarà mare aperto —, ma a dire il vero me lo ricordavo poco, mi era rimasta in mente più che altro l'interpretazione istrionica di Jim Carrey nel ruolo di Olaf.
    Leggendo il libro invece la mia attenzione si è spostata decisamente sui tre bambini, personaggi estremamente positivi e pieni di risorse, a cui tuttavia, come ci mette in guardia l'autore all'inizio, la sorte non riserva nulla di buono.
    È chiaro insomma che questa è un'opera atipica, e che se va bene per i piccoli va altrettanto bene per chi piccolo non è più: adulti che possono leggere con piacere una storia scorrevole e nel mentre coglierne lo humor nero, il sarcasmo, i riferimenti letterari, i giochi di parole, gli anagrammi e gli altri tranelli enigmistici che sono disseminati un po' ovunque.
    Se poi si cerca una morale, e questo vale ad ogni età, potrebbe essere: "è un mondo di merda, mettetevela via, ma rimboccatevi le maniche e, quando potete, rideteci su".
    4 stelline perché a detta di tutti la trama più avanti si farà ancora più bella e intricata e non vorrei trovarmi a chiedere ad Anobii di aggiungere la sesta casellina.

    PS: è in produzione e dovrebbe uscire entro quest'anno la serie di Netflix, non ho capito se ancora basata solo sui primi tre libri o su tutti e tredici. Comunque Olaf sarà interpretato da Neil Partick Harris!

    said on 

  • 5

    Ho davvero amato questo libro e non vedo l'ora di recuperare al più presto tutti gli altri. Adoro come l'autore inserisca spiegazioni di parole più "complicate" all'interno della trama, con gesti, azi ...continue

    Ho davvero amato questo libro e non vedo l'ora di recuperare al più presto tutti gli altri. Adoro come l'autore inserisca spiegazioni di parole più "complicate" all'interno della trama, con gesti, azioni e stati d'animo dei personaggi, piuttosto che infilare una descrizione del termine da dizionario. Una lettura veramente particolare, interessante, piacevolissima prima della nanna ed educativa, ma, appunto, se amate i lieto fine, come dice l'autore stesso all'inizio, non è un libro che fa per voi ahahahha Ho idea che gli orfani Baudelaire ne passeranno ancora delle belle!

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    4

    Molto tempo fa vidi per la prima volta la versione cinematografica e mi era piaciuta, nonostante tutto.
    Fortunatamente sono riuscita a mettere le mani su tutti i libri della collana, ne sono stata fel ...continue

    Molto tempo fa vidi per la prima volta la versione cinematografica e mi era piaciuta, nonostante tutto.
    Fortunatamente sono riuscita a mettere le mani su tutti i libri della collana, ne sono stata felicissima.
    Non è il classico libro per bambini, non ha un lieto fine - per ora -, il cattivo c'è, come da copione così come sono presenti i tre eroi... okay, due e mezzo.
    Il cattivo cerca di impossessarsi dell'eredità dei tre orfani con un piano che mette i brividi: sposare Violet che ha solo 14 anni.
    Fortunatamente il piano viene sventato grazie all'ingegno di Klaus e dal colpo di mano di Violet.
    Non vedo l'ora di leggere il prossimo libro! Chissà chi sarà il prossimo tutore dei ragazzi, sarà uguale a quello del film?

    said on 

  • 5

    Un racconto per bambini, un po' triste....

    Primo capitolo della saga di "Una serie di sfortunati eventi".
    Credo che tutti abbiamo visto, almeno una volta nella vita il film tratto da questi libri. In ogni caso, io l'ho visto un bel po' di volt ...continue

    Primo capitolo della saga di "Una serie di sfortunati eventi".
    Credo che tutti abbiamo visto, almeno una volta nella vita il film tratto da questi libri. In ogni caso, io l'ho visto un bel po' di volte!!
    Che dire, molto scorrevole, è scritto abbastanza grande, ed è quasi impossibile prendere una pausa (se non forzata) tra un capitolo e l'altro, e non lo dico solo riferendomi alla loro brevità, ma proprio al fatto che è molto carino, e anche se, più o meno, già sapevo come sarebbe andata avanti la storia, sentivo che volevo sapere che cosa sarebbe successo nelle pagine seguenti a quelle che già avevo letto!!(Non so se si capisce quello che vorrei far capire ahahah)

    Però tutto sommato è un po' tragico, perché comunque si parla di tre bambini rimasti orfani, e direi che non è una cosa bella!!
    In ogni caso, non vedo l'ora di comprare anche il secondo capitolo (e ovviamente anche tutti gli altri).
    Come prima lettura del 2016, anche se breve, direi che è stata molto soddisfacente!!
    Super consigliato, e per istinto, consiglio tutta la saga!!
    BUONE LETTURE!!!

    said on 

  • 5

    “In this book, not only is there no happy ending, there is no happy beginning and very few happy things in the middle.”

    Non avendo mai letto "A series of unfortunate events", ma avendone sentito parlare molto bene, ho deciso di cimentarmi nella lettura del primo libro, in lingua.
    L'inglese usato è piuttosto semplice e ...continue

    Non avendo mai letto "A series of unfortunate events", ma avendone sentito parlare molto bene, ho deciso di cimentarmi nella lettura del primo libro, in lingua.
    L'inglese usato è piuttosto semplice e chiunque abbia un minimo di esperienza con la lingua non troverà alcun tipo di difficoltà!
    Prima di esprimere il mio personale parere, mi sembra giusto sottolineare che da una lettura per ragazzi non ci si può aspettare quello che ci si aspetterebbe da qualsiasi altro libro adatto ad un pubblico adulto e, per questo, non si può utilizzare lo stesso metro di giudizio.
    Detto ciò, mi è davvero piaciuto molto!
    Buona la scrittura, buona la caratterizzazione dei personaggi, interessanti le scelte contenutistiche.
    Si preannuncia senz'altro una saga entusiasmante.
    Non vedo l'ora di leggere tutti gli altri!
    Una cosa che mi è piaciuta tantissimo è stata la scelta da parte dell'autore, nonché narratore della storia, di trascinare il lettore all'interno del libro rivolgendosi direttamente a lui in determinati momenti della narrazione.
    Se non avete ancora letto questo libro, leggetelo! :)
    Partite senza preconcetti, non fatevi frenare dal fatto che sia una serie per ragazzi e fate la conoscenza di questi tre adorabili orfanelli...ve ne innamorerete! *_*

    "If you are interested in stories with happy endings you would be better off reading some other book."

    said on 

  • 5

    RECENSIONE CUMULATIVA 1-13 + importante indicazione.

    DOVETE e ripeto DOVETE leggere le avventure degli orfani Baudelaire.
    Date una chance ai primi 3 volumi, che sono gradevoli e graziosi, ma non splendidi come i successivi.
    Fatelo se amate le storie scr ...continue

    DOVETE e ripeto DOVETE leggere le avventure degli orfani Baudelaire.
    Date una chance ai primi 3 volumi, che sono gradevoli e graziosi, ma non splendidi come i successivi.
    Fatelo se amate le storie scritte bene.
    Se amate l'ironia colta, ma anche le stilettate al cuore.
    Se amate i riferimenti letterari "facili" e quelli che vi fanno dire "Cavoli, se non stavo attento questo me lo perdevo" (sì, senza rispetto per i congiuntivi, tanta è la sorpresa).
    Leggete la storia degli orfani Baudelaire. Fatelo. O non sapete cosa vi state perdendo, e peggio per voi se volete restare un po' più brutti dentro.

    Sventura su di voi, se non leggete con attenzione la DEDICA all'inizio di ogni volume. Fatelo. E possibilmente, poi, con calma, leggetela in inglese. Che raffinatezza, signori, che raffinatezza.

    Il primo libro, da solo: 3 stelline.
    La saga Baudelaire completa: 5 stelline.

    said on 

  • 4

    Erano anni che mi appuntavo mentalmente la rilettura dei primi cinque libri della vicenda che vede protagonisti gli orfani Baudelaire, in modo da poterla continuare e poi finalmente concludere. A diec ...continue

    Erano anni che mi appuntavo mentalmente la rilettura dei primi cinque libri della vicenda che vede protagonisti gli orfani Baudelaire, in modo da poterla continuare e poi finalmente concludere. A dieci anni tondi tondi dalla prima lettura sono riuscita nell'intento e la curiosità verso il personaggio del Conte Olaf è tornata tutta di colpo, con la stessa forza della prima volta.
    E allora che dire di questo piccolo primo libro? Che forse sono (un bel po') fuori target, ma è una lettura davvero godibile, senza pensieri, che mi permette di chiudere fuori per qualche ora i problemi. Inoltre, in un autunno uggioso, non c'è niente di meglio di un libro un po' surreale, e anche un po' dark.

    said on 

  • 4

    Un libro sempre piacevole da rileggere, che introduce bene all'atmosfera assurda, surreale e pessimista della serie e mostra le caratteristiche e i tropi ricorrenti, oltre a presentare i personaggi e ...continue

    Un libro sempre piacevole da rileggere, che introduce bene all'atmosfera assurda, surreale e pessimista della serie e mostra le caratteristiche e i tropi ricorrenti, oltre a presentare i personaggi e lo schema che guiderà per i primi libri le avventure dei Baudelaire.

    said on 

Sorting by