Malavita

Voto medio di 202
| 51 contributi totali di cui 34 recensioni , 17 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
In una sonnacchiosa cittadina della Normandia arriva un giorno una famiglia di americani: i Blake. Fred, il padre, si spaccia per scrittore e sembra lavorare a un libro sullo storico sbarco; Maggie, la madre, si dedica alla beneficenza e ha una ...Continua
Ha scritto il 02/07/15
L'ho acquistato nel cestone dei remainders quasi per caso, è leggero e divertente, in pieno relax estivo può essere una buona scelta. Da questo romanzetto è stato tratto anche un divertente filmettino con De Niro che ho trovato abbastanza fedele ...Continua
Ha scritto il 30/06/15
O il libro, o il film
Certo che leggere questo dopo "I morsi dell'alba" e dopo aver visto il film di Besson certo non aiuta ad apprezzare il libro. Quello che ho capito è che il Tonino ha due anime: una noir, e una da sceneggiatore. Incredibile, sembra che i due libri ...Continua
Ha scritto il 03/05/15
Mitigée
Mi è piaciuto, ma senza entusiasmi. Trovo che il tema sia trattato in modo piuttosto banale e che corrisponda a tutti gli stereotipi di genere, tuttavia i personaggi mi paiono costruiti in modo ineccepibile. La progressione della storia convince ma ...Continua
Ha scritto il 01/05/15
Una farsa sul pentitismo.Un tema sul quale personalmente non ho voglia di ridere,ricordando quali nefandezze i pentiti di casa nostra (superprotetti, impuniti, e spesso “indirizzati”) hanno compiuto.
Ha scritto il 18/10/14
Se ci nominassero due località, la prima Newark, New Jersey, Stati Uniti d’America, la seconda Cholong-sur-Avre, Normandia, Francia, potremmo pensare ad un punto di partenza ed una meta di arrivo di un viaggio che una famiglia americana potrebbe ...Continua

Ha scritto il Feb 28, 2014, 19:07
Il tiro da appostato era una metafisica, secondo lui. Silenzio. Tempo. Distanza. Concentrazione. Pensiero. Il tiro da appostato era una meditazione. Lo sniper era la morte in persona che colpisce nel momento più inaspettato. Da lontanissimo. ...Continua
Pag. 215
Ha scritto il Feb 28, 2014, 19:05
Tom nascondeva il suo arsenale sotto un lungo impermeabile mal stretto in vita a causa di un fucile mitragliatore piazzato contro la pancia. Dovevate vedere la sua faccia da cospiratore! Il modo in cui cercava di fare l'indifferente avendo a ...Continua
Pag. 210
Ha scritto il Feb 28, 2014, 18:57
Se a New York avevano appurato che il topo di fogna Manzoni viveva in una cittadina della Normandia, Francia, tanto per cominciare si radeva al suolo la cittadina della Normandia, Francia, poi si sarebbe visto. Thomas Quintiliani poteva anche odiare ...Continua
Pag. 192
Ha scritto il Feb 27, 2014, 18:58
«A parte tre o quattro politici benpensanti, una manciata di sociologi e qualche assistente sociale di buon cuore, non frega niente a nessuno di sapere se la prigione rende peggiore o migliore un tipo come lei, Manzoni. L'intera umanità ha bisogno ...Continua
Pag. 167
Ha scritto il Feb 27, 2014, 18:55
Chi potrà mai dire da cosa nasce l'autorità? Lui stesso non ne aveva idea, un miscuglio di magnetismo e di aggressività repressa che si concentrava in un'occhiata, in una strana immobilità di tutto il corpo, e il potenziale di violenza scaturiva ...Continua
Pag. 148

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi