Maledetto il giorno che ti ho amato

Di

Editore: Newton Compton

3.6
(21)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 506 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese

Isbn-10: 8854159395 | Isbn-13: 9788854159396 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: eBook

Ti piace Maledetto il giorno che ti ho amato?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Malgrado la giovane Chloe sembri poco interessata al lato romantico della vita, ha ricevuto una vera e propria proposta di matrimonio da un affascinante e affermato psicologo. Ma ora che il giorno stabilito si sta avvicinando, Chloe non trova il coraggio di comunicare la notizia al suo migliore amico. C'è poi Kristine, la madre di Chloe, proprietaria di una libreria che gestisce con successo e grande soddisfazione. Lo stesso non si può dire del suo matrimonio con Kevin, che dopo 25 anni sembra attraversare una fase di stallo. Tanto più che in libreria è appena arrivato un nuovo collega che ha gli stessi gusti e passioni di Kristine. Così, quando Kevin le propone di rinnovare le promesse matrimoniali, lei si trova a domandarsi se sia davvero la cosa giusta da fare. Infine c'è June, la nonna di Chloe, vedova da anni, una vita dedicata agli altri sempre con entusiasmo e generosità. Ora però qualcuno irrompe nel suo amatissimo giardino in modo del tutto inaspettato. E anche lei vuole coronare il suo sogno d'amore. Ma perché non farlo insieme alla figlia e alla nipote? L'idea sembra perfetta: un matrimonio per tre, ma sarà davvero tutto bello e facile come in un film?
Ordina per
  • 4

    Voglia dello zaino in spalla!

    Quando ho iniziato a leggere questo romanzo, ho creduto di trovarmi davanti al classico romanzo rosa di breve durata. Invece, oltre ad essere stata incollata per molto tempo alle pagine, ho apprezzato ...continua

    Quando ho iniziato a leggere questo romanzo, ho creduto di trovarmi davanti al classico romanzo rosa di breve durata. Invece, oltre ad essere stata incollata per molto tempo alle pagine, ho apprezzato tantissimo le sfumature amorose rappresentate tramite tre punti di vista completamente diversi. La mia preferita è indubbiamente June, ma ammetto di aver tifato sin da subito per Ben e Chloe! Bella lettura, mi ha fatto venire voglia del Natale!

    ha scritto il 

  • 4

    Maledetto il giorno che ti ho amato è un bellissimo esempio di come un chick-lit possa avere sfumature più profonde. Il tema dell'amore viene rappresentato in tre diversi modi: l'amicizia tra Chloe e ...continua

    Maledetto il giorno che ti ho amato è un bellissimo esempio di come un chick-lit possa avere sfumature più profonde. Il tema dell'amore viene rappresentato in tre diversi modi: l'amicizia tra Chloe e Ben, l'allontanamento dopo venti cinque anni di matrimonio tra Kristin e Kevin, e la rinascita a settant'anni di June e Charly.
    Ogni personaggio è ben descritto, anche il meno importante. June, Kristin e Chloe appartengono a tre generazioni diverse di una stessa famiglia, hanno caratteri e visioni del mondo diversi ma riescono sempre a trovare il mondo per andare d'accordo, supportarsi e rendersi felici.
    June è fantastica, col suo essere così sempre sopra le righe, con la sua irruenza e creatività. Sprigiona voglia di vivere da tutti i pori e la sua storia con Charly fa ridere e intenerire.
    Kristin è la più fragile tra le tre donne presentate nella storia. Il suo essere pacato è decisamente in netto contrasto con la vitalità della madre. Kristin è il personaggio con la profondità maggiore, per tutto il libro combatte una battaglia da sola. La sua solitudine e dolore sono così forti che più di una volta ho pensato che non avrebbe avuto il suo lieto fine. Per la maggior parte del tempo il matrimonio con Kevin non va bene, eppure si percepisce in ogni loro parola che si amano molto. Per questo non sono riuscita a odiare Kevin. Ama sua moglie, farebbe di tutto per lei, solo non riesce a darle l'unica cosa che la renderebbe felice. Il Kevin ragazzo mi è piaciuto fin da subito e a causa sua non riuscivo a dare un giudizio negativo al Kevin maturo che per fortuna alla fine non mi ha delusa.
    E poi c'è una sorta di triangolo tra Chloe, Ben e Geoff.
    Chloe è un mix tra June e Kristin, e il suo gareggiare con la nonna la rende un personaggio molto simpatico. Chloe mi piace, è buona e intelligente e la scrittrice è riuscita a sottolineare le sue qualità senza doverle esprimere attraverso le parole degli altri. Mi capita di leggere libri le cui protagoniste sono perfette ma questa perfezione non si vede mai dai gesti o dalle parole loro parole, viene semplicemente ripetuta costantemente dagli altri personaggi. è questo che di solito mi fa pi odiare le protagoniste perché vengono lodate senza un perché.
    Per quanto riguarda Geoff, all'inizio della storia è carino ma quando comincia a impuntarsi per la storia che Chloe deve fare da madre e Mary Beth, suo figlia, dimostra di essere più superficiale e arrogante di quanto ci si aspetterebbe da uno psicologo. A parte il fatto che non Chloe non c'è nessuna chimica, non è capace di prendere in mano la situazione né per ciò che riguarda sua figlia Mary Beth - che assolutamente una delle bambine peggiori di cui ho letto finora - né per ciò che riguarda Chloe. Per lui, lei non è mai in primo piano o lo diventa solo quando ha bisogno di un favore.
    Infine c'è Ben che è ovviamente fantastico, carinissimo nei confronti di Chloe e divertente nei ricordi adolescenziali. L'ho adorato. Unica pecca è che è poco presente nella storia ma quando c'è, la chimica tra lui e Chloe è innegabile.
    Anche per il finale avrei voluto qualcosa di più per Chloe e Ben ma rimane comunque un bel romanzo, in cui l'amore è decisamente il protagonista principale sotto le più svariate vesti. Si legge velocemente nonostante le 400 pagine perché la scrittura è molto scorrevole e i personaggi coinvolgono moltissimo.

    ha scritto il 

  • 4

    RECENSIONE A CURA DI ANITA BLAKE
    4,5 stelline

    Forum --> http://insaziabililetture.forumfree.it/?t=67594852

    Un bouquet matrimoniale che vola in alto e, seguendo una magica traiettoria, atterra quasi su ...continua

    RECENSIONE A CURA DI ANITA BLAKE
    4,5 stelline

    Forum --> http://insaziabililetture.forumfree.it/?t=67594852

    Un bouquet matrimoniale che vola in alto e, seguendo una magica traiettoria, atterra quasi sulla testa di tre donne, nonna, figlia e nipote.
    Dopo una rocambolesca scalata ed una sposa in crisi, è questa la prima scena significativa di “Maledetto il giorno che ti ho amato”, secondo romanzo dell’autrice americana Cynthia Ellingsen.
    Tra amori sbagliati e desideri nascosti, tra giardini fioriti e viaggi per il mondo, si sviluppano le vicende di June, Kristine e Chloe. Tre generazioni a confronto con un unico denominatore: l’amore.
    Dopo la perdita del marito, nonostante l’età avanzata, June si innamora, Kristine, figlia di June, rinnova le promesse per il venticinquesimo anniversario di matrimonio, e Chloe cerca disperatamente di dividersi tra famiglia, lavoro e studio, sempre cercando l’anima gemella.
    Ma chi dice che non sia dietro l’angolo?
    Le tre donne non potrebbero essere più diverse tra loro.
    June è esuberante, eccessiva, allegra e piena di vita. Vive completamente ogni esperienza e non può fare a meno di impicciarsi negli affari di famiglia, a volte risolvendo i problemi, altre creandoli.
    Ciò che l’autrice non dice apertamente, traspare dagli occhi e dai comportamenti. June è un personaggio completo e accattivante.
    Kristine, sua figlia, è sempre stata un po’ succube dell’esuberanza della madre. L’ha lasciata decidere su tutto, tranne che sull’amore. Kevin, il marito, è l’unica scelta indipendente che Kristine abbia mai davvero fatto.
    Non che sia una donna indecisa, solo manca di coraggio, della forza necessaria per far valere il proprio punto di vista.
    Tuttavia, ama profondamente la madre ed è in lei che si rifugia quando le cose nella sua vita vanno male.
    Nonostante non esca mai le unghie, Kristine acquista spessore col passare delle pagine.
    Infine c’è Chloe, la piccola di casa, la più indipendente e sicura di sé.
    Non ha mai conosciuto il vero amore perché è sempre stata troppo impegnata a studiare, forse nemmeno lo riconosce davvero o, semplicemente, non lo ammette con se stessa.
    Cosa succederà quando si troverà davanti a un bivio? Seguirà la strada già segnata o sceglierà coraggiosamente?
    Qualunque sia la sua scelta, il lettore non resta mai deluso dal personaggio di Chloe.
    A fare da contorno ci sono poi gli uomini della loro vita. Charles, il vicino di June, un uomo dolce e comprensivo.
    Kevin, il marito di Kristine, forte e determinato, innamorato e incasinato. E infine Ben, il migliore amico, vicino di casa, di Chloe, dolce, comprensivo e innamorato.
    Il mondo della famiglia McCallister è tutto da scoprire e pieno di colpi di scena, è raccontato con uno stile frizzante che non stanca mai e che fa restare incollati alle turbolente vicende dei protagonisti.
    Si ride e si piange con loro, ma soprattutto ci si emoziona. E questa caratteristica non può proprio essere ignorata.
    Quattro stelline e mezzo per la Ellingesen e le donne della sua storia.

    ha scritto il 

  • 3

    Sarò paranoica, ma a mio parere, ancora una volta il titolo non centra niente con la storia. Comunque, affascinante (come sono gli americani sanno fare) questo legame intenso e tempestoso tra le 3 don ...continua

    Sarò paranoica, ma a mio parere, ancora una volta il titolo non centra niente con la storia. Comunque, affascinante (come sono gli americani sanno fare) questo legame intenso e tempestoso tra le 3 donne di 3 diverse generazioni, la nonna poi una forza della natura. Mi sarei aspettata uno scontro più turbolento tra Chloe e Ben, la cui storia, quella che doveva essere la più emozionante, si è svolta un po' sotto tono: pochi approcci, poche parole, poca tensione, solo l'exploit finale. per questo motivo mi sono fermata alle 3 stelle.

    ha scritto il