Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Mamma non m'ama

Di

Editore: Sperling

3.5
(13)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 207 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8820039745 | Isbn-13: 9788820039745 | Data di pubblicazione: 

Genere: Education & Teaching , Family, Sex & Relationships , Law

Ti piace Mamma non m'ama?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Nonostante la polverosa retorica sulla dolcezza della figura materna, la cronaca ci parla continuamente di figli infelici, traditi, abbandonati, assassinati. In quindici scioccanti storie vere, che suggeriscono l'ascolto piuttosto che il giudizio, Annamaria Bernardini de Pace racconta la triste realtà di mamme cattive che spesso sono donne colme di dolore, causa di altro devastante dolore. Madri manipolatrici, che usano i figli per le proprie strategie di controllo, ma fingono di agire per il 'loro bene'; soffocanti, che ne spengono la personalità e il talento; narcisiste, che considerano i figli un ornamento... E poi ci sono le anaffettive, fredde e pericolosissime; le carrieriste che, semplicemente, li consegnano alle tate e se li dimenticano... fino ad arrivare a quelle abusanti, drogate, distruttive e omicide. L'autrice, nella sua esperienza di matrimonialista, ne ha purtroppo incontrate molte e obbliga tutti noi a riflettere se davvero è sempre la scelta migliore affidare i bambini alla mamma. Con questo libro crudele ma necessario - ogni silenzio è connivenza - sfida con coraggio le convenzioni 'buoniste' e svela al mondo il tabù per eccellenza: le mamme possono essere 'sbagliate', perché non riescono ad amare. Poche persone sanno leggere dentro alle pieghe più recondite dell'animo umano come Annamaria Bernardini de Pace, che conferma in questo libro un duplice e notevole talento: da un lato la spiccata sensibilità della narratrice dotata della rara capacità di immedesimarsi nelle vittime, di svelarne l'innocenza ferita e la sgomenta sofferenza. Dall'altro, la sferzante lucidità polemica della saggista, di chi ha deciso di non tacere per provocare, finalmente, una reazione nella società e al contempo per offrire un aiuto concreto a chi subisce o ha subìto. Un viaggio doloroso ed emozionante, destinato a far discutere. Ma anche a commuovere.
All'interno due saggi: "Io sono la regina della guerra" di Luisella de Cataldo, "Mamme. Diritti e doveri" di Viviana Cugnasca.
Ordina per