Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Mangia, prega, ama

Una donna cerca la felicità

Di

Editore: Rizzoli

3.6
(3509)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 376 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Spagnolo , Chi semplificata , Olandese , Portoghese , Sloveno , Polacco , Francese , Svedese , Tedesco , Catalano

Isbn-10: 8817015601 | Isbn-13: 9788817015608 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: M. Crepax

Disponibile anche come: Copertina rigida , Paperback

Genere: Fiction & Literature , Health, Mind & Body , Travel

Ti piace Mangia, prega, ama?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Liz è bella, bionda, solare; ha una grande casa a New York, un matrimonioperfetto, un lavoro invidiabile. Eppure, in una notte autunnale, si ritrova inlacrime sul pavimento del bagno, con l'unico desiderio di essere mille miglialontana da lì. Quella notte, Liz capisce di non volere niente di tutto quelloche ha, e fa qualcosa di cui non si sarebbe creduta capace: si mette apregare. Come reagireste se Dio (o qualcosa che gli assomiglia) venisse atoccarvi il cuore e la mente, non per invitarvi alla pazienza e allarassegnazione, ma per dirvi che avete ragione, quella vita non fa per voi?Probabilmente fareste come Liz: tornereste a letto, a pensarci su. Araccogliere le forze, perché il bello deve ancora venire. Un amarissimodivorzio, una tempestosa storia d'amore destinata a finir male e, in fondo,uno spiraglio di luce: un anno di viaggio alla scoperta di sé. In questoirresistibile diario-confessione, Elizabeth Gilbert ci racconta le tappe dellasua personalissima ricerca della felicità: l'Italia, dove impara l'arte delpiacere, ingrassa di 12 chili e trova amici di inestimabile valore; l'India,dove raggiunge la grazia meditando in compagnia di un idraulico neozelandesedal dubbio talento poetico; e l'Indonesia, dove uno sdentato sciamano di etàindefinibile le insegna a guarire dalla tristezza e dalla solitudine, asorridere e a innamorarsi di nuovo. "Mangia, prega, ama" è la storia diun'anima irrequieta, con cui è impossibile non identificarsi.
Ordina per
  • 5

    La trentaduenne Elizabeth Gilbert è una donna istruita, ha una casa, un marito ed una carriera di successo come scrittrice. Ciò nonostante non è felice della propria vita e spesso passa la notte a piangere in bagno. Dopo essersi separata dal marito ed aver iniziato la causa di divorzio, che lui c ...continua

    La trentaduenne Elizabeth Gilbert è una donna istruita, ha una casa, un marito ed una carriera di successo come scrittrice. Ciò nonostante non è felice della propria vita e spesso passa la notte a piangere in bagno. Dopo essersi separata dal marito ed aver iniziato la causa di divorzio, che lui contesta, la donna si imbarca in una relazione di rimpiazzo, che dura per un breve periodo e termina lasciandola ancora più depressa.

    In seguito, dopo aver scritto un articolo sulle vacanze yoga a Bali, la Gilbert incontra un guaritore di nona generazione, il quale le dice che lei un giorno sarebbe tornata ed avrebbe studiato con lui. Dopo aver portato a compimento il proprio difficoltoso divorzio, la Gilbert trascorre l'anno successivo a viaggiare per il mondo. Il viaggio viene pagato con l'anticipo percepito dal suo editore per un libro in fase di scrittura.

    La scrittrice trascorre quattro mesi in Italia, mangiando e godendosi la vita ("Mangia"). Dopo, trascorre tre mesi in India, trovando la propria spiritualità ("Prega"). Infine, termina il proprio viaggio a Bali, Indonesia, in cerca dell'equilibrio fra le due precedenti scoperte, trovando l'amore ("Ama") in un fattore brasiliano.

    Libro davvero molto scorrevole, divertente, riflessivo e commovente. Davvero grazioso.

    ha scritto il 

  • 2

    tanto lento

    mi sono innamorata del film ma il libro mi ha un pò annoiata. la seconda parte é veramente tanto lenta e nel complesso il racconto rimane sempre abbastanza piatto. questo non toglie che mi ha fatto fantasticare e venir voglia di partire per mettersi in gioco e cercare, cercare, cercare...

    ha scritto il 

  • 4

    Per chi è insoddisfatto della propria vita senza capirne il motivo

    Lo stile della narrazione è scorrevole, colloquiale, quasi come si stesse ascoltando il racconto di un'amica. È un libro che parla di sentimenti, quindi particolarmente adatto ad un pubblico femminile, ma è anche una storia ricca di spunti di riflessione e nozioni interessanti che, certamente arr ...continua

    Lo stile della narrazione è scorrevole, colloquiale, quasi come si stesse ascoltando il racconto di un'amica. È un libro che parla di sentimenti, quindi particolarmente adatto ad un pubblico femminile, ma è anche una storia ricca di spunti di riflessione e nozioni interessanti che, certamente arricchiscono qualunque lettore.
    Essendo una storia vera, permette di assaporare la lettura in modo diverso; se fosse stato un romanzo il mio parere su questo libro probabilmente sarebbe cambiato.

    ha scritto il 

  • 0

    終於看完這本厚厚的書。
    會拾起這本書,是因為開始展開了一個人的小旅行。
    雖然剛開始家人都有些驚訝!但出門久了,自然而然都習慣了。
    記得有人說過,每次的旅行,不只是旅行與逃避現實生活,而是一種尋找自我。
    每每在旅途中,看到美好的風景,總能感動萬分。

    書中很喜歡老四賴爺說的話。
    記得賴爺交給小莉的第一個靜坐法,微笑靜坐,這時才想起,好像每每看人靜坐,
    大家貌似都還滿嚴肅的,所以這個微笑靜坐法讓我覺得滿新奇的,因為當你認真靜坐時,
    全身放鬆,臉上的表情好像就不會那樣刻意維持微笑。

    ...continua

    終於看完這本厚厚的書。
    會拾起這本書,是因為開始展開了一個人的小旅行。
    雖然剛開始家人都有些驚訝!但出門久了,自然而然都習慣了。
    記得有人說過,每次的旅行,不只是旅行與逃避現實生活,而是一種尋找自我。
    每每在旅途中,看到美好的風景,總能感動萬分。

    書中很喜歡老四賴爺說的話。
    記得賴爺交給小莉的第一個靜坐法,微笑靜坐,這時才想起,好像每每看人靜坐,
    大家貌似都還滿嚴肅的,所以這個微笑靜坐法讓我覺得滿新奇的,因為當你認真靜坐時,
    全身放鬆,臉上的表情好像就不會那樣刻意維持微笑。

    賴爺也說,對於遇見不同信仰的人時,不要與之爭論,而是聽這個人說有關神的一切。
    然後說:「我同意你」之後回家,隨心所欲的祈禱。

    每個人都有不同想法,那麼不想有所爭執,我覺得這是個很好的方法,回家後還是一樣,
    按照自己的信仰去祈禱。

    每個人都創造自己的神,這是我多年來一直所相信的,可能從小就比較特別,
    所以我們每個人都在創造一個屬於自己的神,所以就按照自己的方式去祈禱吧!

    這本書,就是一個人的心靈旅程,自由呀!就在你我身上。

    祝福所有人。

    ha scritto il 

  • 4

    Buon libro

    Buona narrazione, buona storia, le prime due parti buone, la terza mi ha lasciata un po in sospeso..come se mancasse qualche cosa alla narrazione, qualche cosa di non detto.
    In ogni caso un ottimo libro "da treno".

    ha scritto il 

  • 4

    Un horror da togliere il fiato. Ecco come descriverei William Killed The radio star.
    Da gran fifona quale sono, non leggo molti horror... ma non appena ho letto la trama e visto la copertina di questo romanzo ho capito che non potevo perderlo. Ed ho fatto una buona scelta, perché non mi ha ...continua

    Un horror da togliere il fiato. Ecco come descriverei William Killed The radio star.
    Da gran fifona quale sono, non leggo molti horror... ma non appena ho letto la trama e visto la copertina di questo romanzo ho capito che non potevo perderlo. Ed ho fatto una buona scelta, perché non mi ha delusa. Pietro Gandoli ha un modo di scrivere eccezionale e sa come catturare l'attenzione del lettore.

    Tutto inizia in una notte che sembra essere come tante. Jazz, il protagonista, è un dj di colore che si è trasferito a Little Wood per proseguire il suo sogno. Conduce un programma radiofonico di una radio locale che dura l'intera notte, in compagnia degli assistenti Isabelle e Chuck. E questa macabra storia ha la durata di una puntata radiofonica: tutta la vicenda si svolge in una sola, terribile notte.
    Al centro della storia vi è il suo odio verso un cantante morto pochi giorni prima, William Heart. Inoltre, la sera prima, il corpo del cantante è stato trafugato e non si sa ancora chi sia stato. A far scaturire tutto è una chiamata misteriosa ricevuta durante la trasmissione: una ragazza confessa di essere l'autrice del furto. Il dj rimarrà spiazzato e sconvolto, ma prendendola per una pazza lascerà correre quella telefonata Non sa che da lì inizierà l'incubo per lui e i suoi colleghi, e non sempre ci si sveglia in tempo da un brutto sogno...

    CONTINUA SU
    http://lettoreungransognatore.blogspot.it/2014/10/recensione-william-killed-radio-star-di.html

    ha scritto il 

  • 5

    Un libro da assaporare lentamente...

    sarà che l'ho letto in un particolare momento della mia vita, che come Liz abbia dovuto lottare per lasciare indietro la tristezza e ritrovare la felicità...ma questo libro mi ha trasmesso una valanga di sensazioni.
    Si cammina davvero con Liz, attraverso tutto il suo percorso di vita, attra ...continua

    sarà che l'ho letto in un particolare momento della mia vita, che come Liz abbia dovuto lottare per lasciare indietro la tristezza e ritrovare la felicità...ma questo libro mi ha trasmesso una valanga di sensazioni.
    Si cammina davvero con Liz, attraverso tutto il suo percorso di vita, attraverso tutti i dolori che irrimediabilmente senti un pò tuoi, arrivando ai traguardi che ti fanno esultare.
    Un libro che ricorda l'importanza del conoscersi, comprendersi e parlare con se stessi. Un libro che insegna che il dolore va affrontato, accettato e non messo da parte.
    Sicuramente un libro che rileggerò più volte.

    ha scritto il 

  • 4

    “There are only two questions that human beings have ever fought over, all through history. 'How much do you love me?' And, 'Who's in charge?' Everything else is somehow manageable. But these two questions of love and control undo us all, trip us up and cause war, grief, and suffering.”

    ha scritto il 

  • 4

    In viaggio con Liz!

    Premetto che ho deciso di non guardare il film senza prima aver letto il libro (di solito il film non rende allo stesso modo..).
    Credo che la protagonista,Liz, debba essere un esempio per tutte quelle donne/persone che si trovano intrappolate in una situazione talmente negativa dalla quale ...continua

    Premetto che ho deciso di non guardare il film senza prima aver letto il libro (di solito il film non rende allo stesso modo..).
    Credo che la protagonista,Liz, debba essere un esempio per tutte quelle donne/persone che si trovano intrappolate in una situazione talmente negativa dalla quale non riescono ad uscirne.
    Lei,sul punto di un'ennesima crisi, decide una notte di prendere in mano la sua vita e di compiere un viaggio che la aiuterà a ritrovare se stessa e la serenità che in questi anni ha perso stando accanto alla persona sbagliata.
    Comincia così il suo lungo viaggio di un anno, alla scoperta di Italia,India e Indonesia che le faranno riscoprire il piacere di star bene con se stessi.

    ha scritto il 

Ordina per