Mangia, prega, ama

Una donna cerca la felicità

Di

Editore: Rizzoli

3.6
(3677)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 376 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Spagnolo , Chi semplificata , Olandese , Portoghese , Sloveno , Polacco , Francese , Svedese , Tedesco , Catalano , Ungherese

Isbn-10: 8817015601 | Isbn-13: 9788817015608 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: M. Crepax

Disponibile anche come: Copertina rigida , Paperback

Genere: Narrativa & Letteratura , Salute, Mente e Corpo , Viaggi

Ti piace Mangia, prega, ama?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Liz è bella, bionda, solare; ha una grande casa a New York, un matrimonioperfetto, un lavoro invidiabile. Eppure, in una notte autunnale, si ritrova inlacrime sul pavimento del bagno, con l'unico desiderio di essere mille miglialontana da lì. Quella notte, Liz capisce di non volere niente di tutto quelloche ha, e fa qualcosa di cui non si sarebbe creduta capace: si mette apregare. Come reagireste se Dio (o qualcosa che gli assomiglia) venisse atoccarvi il cuore e la mente, non per invitarvi alla pazienza e allarassegnazione, ma per dirvi che avete ragione, quella vita non fa per voi?Probabilmente fareste come Liz: tornereste a letto, a pensarci su. Araccogliere le forze, perché il bello deve ancora venire. Un amarissimodivorzio, una tempestosa storia d'amore destinata a finir male e, in fondo,uno spiraglio di luce: un anno di viaggio alla scoperta di sé. In questoirresistibile diario-confessione, Elizabeth Gilbert ci racconta le tappe dellasua personalissima ricerca della felicità: l'Italia, dove impara l'arte delpiacere, ingrassa di 12 chili e trova amici di inestimabile valore; l'India,dove raggiunge la grazia meditando in compagnia di un idraulico neozelandesedal dubbio talento poetico; e l'Indonesia, dove uno sdentato sciamano di etàindefinibile le insegna a guarire dalla tristezza e dalla solitudine, asorridere e a innamorarsi di nuovo. "Mangia, prega, ama" è la storia diun'anima irrequieta, con cui è impossibile non identificarsi.
Ordina per
  • 5

    bastano due parole per descrivere questo libro: rinascita e spiritualità. un libro che non è solo un viaggio attraverso 3 luoghi del mondo ma verso la conoscenza di noi stessi. ovvio le nostre vite sa ...continua

    bastano due parole per descrivere questo libro: rinascita e spiritualità. un libro che non è solo un viaggio attraverso 3 luoghi del mondo ma verso la conoscenza di noi stessi. ovvio le nostre vite saranno diverse da quella dell'autrice, ma guardarsi dentro e scoprire cosa si vuole davvero dalla vita e dai stessi è una delle cose da cui dovremmo prendere esempio

    ha scritto il 

  • 2

    Libro trovato in strada e letto per curiosità. Puó risultare interessante per qualche spunto sulla meditazione e sull'autocoscienza. Usa tantissimi stereotipi, di stampo statunitense, sia sull'Italia, ...continua

    Libro trovato in strada e letto per curiosità. Puó risultare interessante per qualche spunto sulla meditazione e sull'autocoscienza. Usa tantissimi stereotipi, di stampo statunitense, sia sull'Italia, che sull'India e su Bali, ma ha anche qualche informazione interessante sulla cultura locale. Il ritmo è altalenante, o forse meglio saltellante, praticamente non c'è. Non ho visto il film...e me ne guardo bene dal farlo. Valore letterario scarsissimo.

    ha scritto il 

  • 5

    Devo essere sincero, e me ne pento, ma se non avessi visto il film (con una Roberts stupenda) non avrei mai incominciato a leggere il libro...ma ora è un libro che spero di non finire velocemente.
    La ...continua

    Devo essere sincero, e me ne pento, ma se non avessi visto il film (con una Roberts stupenda) non avrei mai incominciato a leggere il libro...ma ora è un libro che spero di non finire velocemente.
    La ragione?
    È un libro che sta fare bene e in cui ho ritrovato lati di me stesso che erano nascosti dentro di me.
    Base della storia è simile a tante altre storie provenienti dagli Stati Uniti, ma i pensieri della Gilbert in questa "autobiografia" sono unici e soli...un libro che consiglio a chiunque.

    ha scritto il 

  • 5

    Mangia, prega, ama

    Il mio libro preferito!!!
    molto velocemente la protagonista del romanzo dopo varie vicende complicate, decide di recuperare la sua vita partendo in giro per il mondo per un anno intero: trascorre qua ...continua

    Il mio libro preferito!!!
    molto velocemente la protagonista del romanzo dopo varie vicende complicate, decide di recuperare la sua vita partendo in giro per il mondo per un anno intero: trascorre quattro mesi in Italia, quattro mesi in India e quattro mesi a Bali per tenere fede alla sua promessa di ritorno in quel luogo. In questo anno la protagonista riesce a superare il dolore e la rabbia accumulata, e troverà l’amore più che altro verso se stessa.
    l'ho letto in un periodo cruciale e con il giusto spirito si coglie la sincerità, il dolore e il coraggio di una donna.

    ha scritto il 

  • 5

    Este es uno de esos libros que sirven un poco para todo: para reír, para meditar, para escuchar e, inclusive, para desear. Lo más hermoso de él es que te ayuda a entender la sencillez de lo complejo y ...continua

    Este es uno de esos libros que sirven un poco para todo: para reír, para meditar, para escuchar e, inclusive, para desear. Lo más hermoso de él es que te ayuda a entender la sencillez de lo complejo y el valor de amarte a ti mismo con paz-y-ciencia.

    Lo recomiendo mucho para lecturas de cama, al borde del sueño. Así lo leí yo y, los siete días que duró mi lectura, tuve unos sueños maravillosamente conscientes, viajando un poco por el universo y amando todo lo que veía.

    ha scritto il 

  • 0

    Lo dico piano, lo sussurro ai cavalli, lo mormoro a fior di labbra.

    Mi e' piaciuto.

    Forse perche' mi aspettavo quasi qualcosa di illeggibile, e la scrittura fresca, scorrevole e spesso divertente mi ...continua

    Lo dico piano, lo sussurro ai cavalli, lo mormoro a fior di labbra.

    Mi e' piaciuto.

    Forse perche' mi aspettavo quasi qualcosa di illeggibile, e la scrittura fresca, scorrevole e spesso divertente mi ha conquistata.

    Forse perche' sono una donna, affetta come molte da stati d'animo difficili da sviscerare...e la storia di questa donna che combatte coi i suoi demoni risveglierebbe l'empatia della piu' acida zitella del Connecticut.

    Forse perche' era quello che mi ci voleva in questo momento.

    Non so se lo consiglierei, ma mi ha piacevolmente sorpreso

    Lo metto nella #readingChallenge2016 di ParlaDellaRussia nella categoria #LibroFfilm

    PS Purtroppo tutta la parte dedicata all'Italia e' cosi fitta di stereotipi da americana media da risultare spesso irritante. Ma accettato quello, il resto fila via che e' una bellezza.

    ha scritto il 

  • 3

    A me personalmente è piaciuto molto, lettura leggera, scorrevole, un libro sul viaggio con uno scopo ben preciso:ricominciare a vivere, lasciare quello che ci tiene saldi in un posto come casa e la ...continua

    A me personalmente è piaciuto molto, lettura leggera, scorrevole, un libro sul viaggio con uno scopo ben preciso:ricominciare a vivere, lasciare quello che ci tiene saldi in un posto come casa e lavoro per andare alla scoperta di sé stessi e delle cose che ci fanno star bene. Molto interessante devo dire è stata la parte "indiana", molto dedicata ala ricerca e al contatto con Dio raccontato in maniera soft, la parte "balinese" è stata un gran "accipicchia" soprattutto per lo stile di vita dei suoi abitanti.

    ha scritto il 

Ordina per