Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Mangiare banane

By Giampaolo Dossena

(34)

| Others | 9788815118707

Like Mangiare banane ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Si può ricordare controvoglia? Questo è quanto fa Dossena, nei suoi frammenti di memoria, in un impasto impossibile di nostalgia e insofferenza, umor nero e cattivo umore. Dai cassetti, dai libri riaperti a caso, da un incontro per stra Continue

Si può ricordare controvoglia? Questo è quanto fa Dossena, nei suoi frammenti di memoria, in un impasto impossibile di nostalgia e insofferenza, umor nero e cattivo umore. Dai cassetti, dai libri riaperti a caso, da un incontro per strada riemerge una filastrocca, una parola, un oggetto, una marca: chi ricorda la Bioplastina? E l'alkermes? E dietro si snoda il ricordo, dalla "Filotea" rilegata con la pelle di una vecchia borsetta della mamma, alla nonna morta per una scorpacciata di polenta, dai proclami radiofonici del duce alla pesca di beneficenza della scuola, alle banane che era patriottico mangiare ai tempi dell'Impero. Collezionista pentito, Dossena incolla sulla pagina le figurine della sua personale collezione, della sua vita, regalando un libro malinconico sul peso e il piacere della memoria.

6 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Un Dossena più minimalista del solito

    Questo libretto è stato l'ultimo scritto da Dossena prima di morire, ed effettivamente in un certo senso è un libro di ricordi della sua infanzia, insomma un epitaffio appropriato. Ci sono 45 "figurine", in media di due pagine ciascuna, sulle più dis ...(continue)

    Questo libretto è stato l'ultimo scritto da Dossena prima di morire, ed effettivamente in un certo senso è un libro di ricordi della sua infanzia, insomma un epitaffio appropriato. Ci sono 45 "figurine", in media di due pagine ciascuna, sulle più disparate minuzie. Dovete sapere, se non avete mai letto Dossena, che il suo stile di scrittura è sempre stato minimalista: un ossimoro, se pensate che scrisse un'Enciclopedia dei giochi; forse un po' meno, se pensate alla sua Storia confidenziale della letteratura italiana. Certo che in queste pagine il minimalismo si accentua, con l'autore che recupera i ricordi peggiori della propria infanzia e si lamenta dei suoi troppi libri, che avrebbero bisogni di un cimitero (una biblioteca, fuor di metafora). Spesso i capitoli si chiudono con un anticlimax; ma è anche vero che se uno prende un libro di Dossena, in fin dei conti se lo aspetta, no?
    In definitiva, una piacevole lettura di una serata (non di più, non serve).

    Is this helpful?

    .mau. said on Jul 18, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Leggere questo libro per me è stato un po' come ascoltare una persona anziana che ti racconta alcuni episodi della sua vita, in modo semplice, discorsivo e senza seguire un ordine particolare...

    Is this helpful?

    Cautha said on Mar 16, 2009 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Forse è inevitabile, quando la tua vita imbocca il viale del tramonto. Non hai più un futuro spianato davanti a te, e allora le tue giornate cominciano ad alimentarsi di passato. Con Dossena succede così: i giorni di oggi sembrano solo occasioni per ...(continue)

    Forse è inevitabile, quando la tua vita imbocca il viale del tramonto. Non hai più un futuro spianato davanti a te, e allora le tue giornate cominciano ad alimentarsi di passato. Con Dossena succede così: i giorni di oggi sembrano solo occasioni per far affiorare ricordi. Solo che lui dai ricordi non si fa vincere, abbattuto dai venti della nostalgia. I ricordi li mette per scritto in pagine che sono tutto fuorché un'evocazione dei bei tempi andati. Perchè questi sono ricordi controvoglia, ricordi impastati di sarcasmo e disappunto. Certo poi anche lui si deve arrendere al richiamo delle care vecchie cose, sia la collezione di francobolli, il salotto della zia oppure un liquorino che non c'è più. Ma insomma... questo libriccino non è certo un ordinario diario della vita che fu. E già questo è un merito.

    Is this helpful?

    Paolo Ciampi said on Mar 15, 2009 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un Dossena memore dell'amico Bianciardi e della sua pacata, lucida, ironica disperazione.

    Is this helpful?

    Chelidon said on Aug 26, 2008 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Mah... Un estimatore di Dossena mi aveva detto che questo libro non è dei suoi migliori. Ed infatti, non l'ho trovato per niente interessante. Sono veramente pochi i momenti elettrizzanti e intelligenti. Almeno per me.

    Is this helpful?

    illusione said on Dec 6, 2007 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (34)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Others 111 Pages
  • ISBN-10: 8815118705
  • ISBN-13: 9788815118707
  • Publisher: Il Mulino
  • Publish date: xxxx-xx-xx
Improve_data of this book