Manhattan Transfer

Voto medio di 460
| 22 contributi totali di cui 22 recensioni , 0 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Come la Parigi di Baudelaire, la Londra di Eliot e la Berlino di Döblin, la New York di Dos Passos è un universo esiziale, realistico e fantastico al tempo stesso: la città – caleidoscopio di colori, suoni, odori – è un essere vivente fatto ...Continua
Ha scritto il 28/07/17
Ha scritto il 12/07/17
confesso che per qualche motivo questo romanzo mi spaventava: e invece, a buttarcisi dentro, è spettacolare, un coro di personaggi, voci e avvenimenti che sommati creano la voce di new york, autentica protagonista del libro.sono tante storie, ...Continua
  • 2 mi piace
Ha scritto il 17/06/17
Romanza difficile. C'è, raccontata benissimo e bellissima, l'atmosfera di New York di inizio secolo, poi c'è il tema degli immigrati. A qualcuno va bene a qualcun'altro no. Così va la vita
Ha scritto il 24/04/17
Non lo sto più leggendo ormai da tempo.Appartiene a un periodo in cui leggere non era impossibile, ma molto difficile. Mi piaceva, stavo trovando il ritmo, ma poi tutto si è interrotto e riprenderlo non è più stato possibile.Domani, forse, un ...Continua
  • 6 mi piace
  • 5 commenti
Ha scritto il 09/04/17
La città bastarda, la città di cemento, la città di carta, la città d'America di quell'America che ha forgiato il Secolo, la città dei poeti degli alcolizzati e dei cliché, la città di notte (suono di bottiglie che rotolano), la città in ...Continua
  • 2 mi piace

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una citazione!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi