Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Manicure corner

Di

Editore: Sironi

2.7
(12)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 186 | Formato: Altri

Isbn-10: 8851800952 | Isbn-13: 9788851800956 | Data di pubblicazione: 

Ti piace Manicure corner?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    dipende da da quello che cerchi

    mi ha tenuto compagnia in una notte insonne e in paio di viaggi in metropolitana. ha svolto la sua missione di libro. 170 pagine con i caratteri uno dietro l'altro a formar parole.
    sul senso non lo so, dipende da come lo si legge probabilmente: se si cerca un manuale di self help, beh lo si ...continua

    mi ha tenuto compagnia in una notte insonne e in paio di viaggi in metropolitana. ha svolto la sua missione di libro. 170 pagine con i caratteri uno dietro l'altro a formar parole.
    sul senso non lo so, dipende da come lo si legge probabilmente: se si cerca un manuale di self help, beh lo si trova. se si cerca un romanzo, no. se si cerca verosimiglianza, no. se si cerca un libro che faccia sognare, si sogna che il (proprio) sogno non sia (solo) un sogno.
    probabilmente l'intento originario non era né scrivere uno, né scrivere l'altro. né l'altro, né l'altro ancora.
    ma se avete una serata libera, un po' di tempo, voglia di leggere una cosetta "femminile" e nessuna intenzione di cercare la verità, suvvia, esiste anche questo libro, che - scremato il tutto (cioè il molto) - qualche consiglio decente lo dà pure.
    (nb. per giulia ;-) una mia amica parla esattamente così e se potesse si comporterebbe esattamente così. quindi sì, esistono... doh!)

    "ci sono certi periodi della vita in cui non succede nulla. la routine è l'unica novità del giorno."

    ha scritto il 

  • 4

    I saloni di bellezza evocano un certo tipo di donna: curata, ben vestita, decisamente sciocca, con un buon portafoglio e un sacco di tempo libero. La lettrice ideale di riviste di gossip insomma.
    Roberta scotto galletta ribaltà i cliché, la bellezza è una cosa dannatamente seria, passa attra ...continua

    I saloni di bellezza evocano un certo tipo di donna: curata, ben vestita, decisamente sciocca, con un buon portafoglio e un sacco di tempo libero. La lettrice ideale di riviste di gossip insomma.
    Roberta scotto galletta ribaltà i cliché, la bellezza è una cosa dannatamente seria, passa attraverso l'amore per se stessi, attraverso lo specchio, attraverso il proprio cervello. Lasciando perdere le mode del momento, in questo libro si parla di eleganza, e l'eleganza viene dall'anima.
    Attraverso i vari capitoli ci addentriamo nella narrazione delle vicende del salone "Parole e Bellezza": primo salone in cui al posto dei settimanali femminili le clienti trovano dei plichi con suggerimenti di lettura; ci addentriamo nella vita dei vari protagonisti, atipico popolo della periferia, e ci vengono svelati man mano i segreti dell'eleganza.
    Tutto qui? Beh no, c'è anche tutto ciò che non viene detto...
    Un libro molto ben scritto, ne traspare una gran bell'anima.

    ha scritto il 

  • 2

    mi è capitato talvolta di pentirmi dei soldi spesi per un libro. quello che invece non credo mi sia capitato fino ad ora, è di provare un sincero dispiacere per gli alberi abbattuti e in generale per le risorse impiegate per produrre un libro: il qui presente. non è solo inutile, noioso, irritant ...continua

    mi è capitato talvolta di pentirmi dei soldi spesi per un libro. quello che invece non credo mi sia capitato fino ad ora, è di provare un sincero dispiacere per gli alberi abbattuti e in generale per le risorse impiegate per produrre un libro: il qui presente. non è solo inutile, noioso, irritante: è profondamente intriso di arrogante vacuità. appartiene a un genere indefinito - che mi auguro fortemente non prenda mai piede - "vorrei essere come cinzia felicetti ma con uno sguardo profondo verso l'animo femminile". patetico.

    ha scritto il 

  • 3

    Che cos'è la bellezza?
    Il libro racconta in apparenza della singolare esperienza di due donne già affermate, ognuna in un proprio settore lavorativo, che abbandonano tutto, come Gaugain, per dare l'avvio ad una singolare esperienza: gestire un salone di bellezza che sorge attorno a una picc ...continua

    Che cos'è la bellezza?
    Il libro racconta in apparenza della singolare esperienza di due donne già affermate, ognuna in un proprio settore lavorativo, che abbandonano tutto, come Gaugain, per dare l'avvio ad una singolare esperienza: gestire un salone di bellezza che sorge attorno a una piccola libreria di classici.
    Il libro non l'ho ancora letto, ho solo partecipato alla sua presentazione nell'isola che dà i natali anche alla sua giovane autrice, oltre che a me.
    Credo che tutta la narrazione sia un tentativo di leggere nell'animo umano, alla ricerca delle ragioni che portano le donne ad una ossessiva cura di sè e alla rincorsa dell'eterna bellezza, nuovi semidei dell'epoca in corsa.
    Il tono appare frivolo, ma in realtà il sapore del libro ha un retrogusto amaro. Dietro al miraggio della perfezione fisica si nascondono fragilità ed insicurezze, la ricerca di conferme esterne a sostegno di equilibri interiori precari e vacillanti.
    Il valore della bellezza come elemento di attrazione e seduzione, di relazione e gioco fra le persone, non è rinnegato, ma il commento finale, esplicito e chiaro, della scrittrice è di "stare in campana", attenti agli spettri delle fobie.
    Brava Robertina!

    ha scritto il